SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Vigor-Tolentino 1919 - 17.11.2013

A Senigallia incontri in parrocchia su ludopatia e carcerazione

Venerdì 15 novembre il primo, con l'intervento di Marina Marozzi e Laura Mandolini

Chiesa della Cesanella

Perché due parrocchie, dovrebbero ragionare di libertà? Perché tutto quanto ha a che fare con gli uomini e le donne interessa la Chiesa, direbbe il Concilio Vaticano II. E più la società è interconnessa, globalizzata, inondata di informazioni, più aumenta la responsabilità sociale di chi – partendo dal Vangelo – ha voglia di farsi un’idea più precisa di come gira il mondo e non vuole fermarsi ai soliti luoghi comuni.


Tutto questo e tanto di più ha spinto le parrocchie di Cesano e Cesanella di Senigallia ad organizzare due incontri sul tema ‘Dentro / fuori’, in due venerdì (15 novembre e 20 dicembre prossimi). Tra le centinaia di significati che è possibile dare alla parola libertà, le parrocchie ne hanno scelto un paio dal risvolto drammatico nelle vite di tante persone: la ludopatia e la carcerazione. Nel primo incontro, anche grazie alla presenza di Marina Marozzi dell’Adoc Marche, ci sarà la possibilità di ragionare su come il gioco d’azzardo compulsivo stia rovinando troppe persone, anche nel nostro territorio.

Nell’incontro successivo, che si terrà a Cesano, ci sarà la testimonianza della neonata associazione ‘Fuori riga’, voluta da un gruppo di volontari senigalliesi che dedicano un po’ di tempo ai detenuti delle carceri anconetane. Nel gioco compulsivo, come nella detenzione, la libertà ha ceduto il posto alle sbarre. E quando si è dentro una spirale di dipendenza o nello squallore di una cella, la dignità umana corre tanti rischi. Ecco perché conoscere e capire è una prima, importante forma di solidarietà e di indignazione di fronte a quanto crea sofferenza, insicurezza. La libertà non va mai data per scontata ed ha sempre più bisogno di menti curiose e vite generose.

Il primo appuntamento, dal titolo “Liberi per gioco”, è fissato per Venerdì 15 novembre 2013 – ore 21.00 – Sala parrocchiale di Cesanella di Senigallia

Si parlerà di di gioco d’azzardo compulsivo con:
Marina Marozzi – presidente Adoc Marche – “Uno sportello contro la ludopatia”
Laura Mandolini – giornalista ‘Fondazione Gabbiano’ – “Quando il gioco finisce male”

Commenti
Ci sono 2 commenti
Michele 2013-11-14 23:50:38
A ecco, responsabilità sociale! Pensa te, io ho sempre pensato che la chiesa e le varie religione, che trovano terreno fertile nel disagio e nella sofferenza, avessero come obittivo quello di intascare consensi oltre a miliardi di euro, ma evidentemente mi sbagliavo, in realtà pensano alla libertà, alla liberta di Caino, lo stesso condannato da Dio per aver ucciso il fratello, ma i tempi sono cambiati, oggi si sà va di moda difendere l'assassino piuttosto che la vittima.
Laura 2013-11-15 12:04:33
Non capisco da dove ha concluso che se uno parla di gioco d'azzardo, libertà e detenzione difende gli assassini piuttosto che la vittima. Semplicemente un gruppo di persone ha voglia di ragionare su come ci si può rovinare la vita. Tutto qui.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno