SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Presunto ricatto all’amante, donna di Montemarciano a processo

Secondo l'accusa avrebbe estorto quasi 80.000 ad un imprenditore del posto

toghe, giudici, udienza, tribunale, processo

Una donna di Montemarciano, A.D.N., sui 45 anni, è finita a processo presso il Tribunale di Ancona perché sospettata di aver estorto quasi 80.000 euro al suo amante – anch’esso di Montemarciano – per tenere segreta la relazione extraconiugale.


La presunta vittima sarebbe un imprenditore – anche lui di età attorno ai 45-50 anni – che lunedì 7 ottobre è stato ascoltato dal giudice Paola Mureddu.

I fatti si sarebbero svolti tra il 2006 e il 2012, periodo durante il quale, secondo l’accusa, l’uomo avrebbe dovuto sborsare quasi 80.000 euro per evitare che la donna – con la quale la relazione sarebbe durata a suo dire soltanto pochi giorni – confessasse tutto alla moglie. Ben diversa la versione della donna e dei suoi avvocati, secondo i quali la relazione sarebbe invece durata due anni, in cui l’imprenditore avrebbe pure vissuto a casa di A.D.N., sostenendola nelle spese quotidiane con prestiti di circa 20.000 euro concessi tramite assegni, dunque tracciabili.

L’udienza è stata rinviata al prossimo ottobre 2014.

Commenti
Solo un commento
Stefano 2013-10-27 05:27:35
(...omissis...) d'oro.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura