SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Crolli di cemento dal cornicione di Palazzo Ferrer a Senigallia – FOTO

Messo in sicurezza dai Vigili del fuoco, nessun ferito

3.646 Letture
commenti
Fabbri Infissi - Bonus fiscale per infissi, porte e cancelli blindati
Crolla il cornicione a Palazzo Ferrer (viale Bonopera) a Senigallia

Ennesimo crollo di cornicione da un palazzo di Senigallia. Come già accaduto per le chiese della Croce e del Carmine e per l’edificio di via Marchetti, tutti in centro storico, nella prima mattinata di lunedì 19 agosto altri pezzi di cemento si sono staccati da Palazzo Ferrer, nei pressi della stazione ferroviaria, e sono crollati in strada, sulla Statale Adriatica, che in quel punto prende il nome di viale Bonopera.

Fortunatamente , anche questa volta, nessuno si trovava sotto i frammenti di cornicione al momento del crollo, avvenuto intorno alle 8:30 di mattina. Crolla il cornicione a Palazzo Ferrer (viale Bonopera) a SenigalliaUn passante ha segnalato ai Vigili Urbani il crollo del cemento, poi messo in sicurezza dai Vigili del Fuoco del distaccamento cittadino, che hanno tolto altri pezzi pericolanti per un’estensione totale di circa 8 metri, quasi tutti sul lato Statale Adriatica. Il punto, lo stesso dove in passato vi sono stati altri distacchi di cemento, è stato infine transennato dall’ufficio tecnico comunale.

Proprio per il periodo estivo, nei pressi del crollo, non vi era nessuno: il fatto che molte persone che normalmente “popolano” il palazzo fossero in vacanza, ha evitato che qualcuno si facesse male. Nel palazzo sono infatti ospitate molte associazioni locali: dal Gruppo Società e Ambiente al Circolo Scacchistico Senigalliese, dall’ARCI all’associazione Gratis, dall’ass. micologica all’Ancos Confartigianato fino alla Pro Loco e al complesso bandistico Città di Senigallia.

Crolla il cornicione a Palazzo Ferrer (viale Bonopera) a SenigalliaCrolla il cornicione a Palazzo Ferrer (viale Bonopera) a SenigalliaCrolla il cornicione a Palazzo Ferrer (viale Bonopera) a Senigallia

Commenti
Ci sono 9 commenti
Leonardo Maria Conti 2013-08-19 16:49:17
Fino al lontano 1958 in quel palazzo mio padre Corrado Conti, poi deceduto,aveva la sua azienda, dove ha brevettato e costruito, molti oggetti, tra cui la fisarmonica Monofonica, la riserva per bombole gpl premiata con medaglia d'oro da parte della Camera di Commercio di Ancona nel 1955, una vulcanizzatrice per le gomme dei camion, la dinamo per la bicicletta e tanti altri brevetti. Nei locali aveva istituito la scuola E.N.A.L.C. di cui fu direttore dove venivano preparati i giovani dell'epoca, per diventare operai specializzati nel legno e nel ferro. Vi furono tra i tanti, i propietari dell'Omas e altre Aziende. Fu anche il produttore del film "La porta del Cielo" con la regia di Vittorio De Sica. Prima di lavorare in questo palazzo, aveva l'azienda nell'ex bottinificio, ora arena Italia di cui conservo molte foto dell'epoca. In quel luogo creò anche il proiettore per corpi opachi. Mi sono permesso di scrivere questo commento, perchè le Istituzioni locali si stanno completamente dimenticando di lui a favore di altri illustri concittadini.
Mario B. 2013-08-19 17:12:35
@Leonardo Sto raccogliendo materiale, anche fotografico, sull'Arena Italia. Mi farebbe piacere visionare la tua documentazione.
brima@libero.it
Melgaco 2013-08-19 18:20:31
Proprietari e Comune abbiano più rispetto del patrimonio edilizio. Troppe costruzioni (e periferizzazione esasperata) e poca manutenzione.
marianna 2013-08-19 18:42:05
non cominciano ad essere troppi questi crolli di cornicioni??? e se poi qualcuno si fa male ?non sarebbe meglio dare una controllata a questi vecchi edifici anche se presumo non sia cosa facile.
gio 2013-08-19 19:39:13
@MArianna

si Hai ragione , cominciano ad essere diversi

sarebbe opportuno un invito da parte del comune ai proprietari della verifica visiva dello stato dei cornicioni
nei casi più eclatanti dovrebbe intervenire l'ufficio tecnico comunale per dare sostegno ai proprietari
Melgaco 2013-08-19 20:43:56
Spesso il proprietario è il Comune stesso
gio 2013-08-20 10:43:11
@ megalco
ed allora la cosa è molto più grave
se il comune (ovvero l'ente che emana le disposizioni a cui tutti si debbono attenere e multa chi non si attiene alle sue disposizioni) non fa il controllo dei propri immobili la cosa è molto più grave.
Se poi qualche cittadino ne rimane ferito allora...
Bucaniere 2013-08-20 14:34:14
Sarebbe ora che il Comune completasse la ristrutturazione di quell'immobile di sua proprietà. Servirebbe oltretutto a valorizzarlo ed a ricavarne anche un utile pratico oltrechè d'immagine.
ps : da quando e da chi è stato nominato Palazzo Ferrer ?
Solo perchè porta una targa ricordo dell'anarchico anticlericale spagnolo apposta dagli anarchici senigalliesi ?
Melgaco 2013-08-21 01:05:39
Quel palazzo viene utilizzato anche per dare una sede a qualche associazione "bacino di voti"
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura