SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Saldi invernali 2013: al via anche a Senigallia da sabato 5 gennaio

Dureranno fino al 1 marzo: i consigli di SenigalliaNotizie.it

2.015 Letture
commenti
Saldi

Inizieranno sabato 5 gennaio a Senigallia i saldi della stagione invernale 2013. La data scelta è comune alla maggior parte delle regioni e darà il via alla corsa collettiva verso il capo o il prodotto di occasione che sarebbe altrimenti irraggiungibile per i più.

Gli esercizi commerciali che erano interessati a praticare i saldi, come deliberato dalla Giunta regionale, dovevano inviare la comunicazione al Comune con almeno un anticipo di cinque giorni rispetto all’inizio della suddetta data.

Le varie associazioni di categoria hanno già in questi giorni tirato le loro somme: gli acquisti natalizi, al netto delle spese dei turisti e della stagionalità, sono stati comprensibilmente al ribasso. Secondo Confcommercio il 60,5 % dei consumatori farà l’8% in meno di acquisti rispetto lo stesso periodo low cost del 2012. A risentirne di più saranno i settori delle calzature, della biancheria intima e degli accessori.

Nonostante le previsioni in flessione, i saldi potrebbero avere un effetto benefico sulla crisi stagnate che attanaglia il paese; attenzione però a non farsi prendere troppo la mano dall’acquisto sottocosto: non è tutt’oro quello che luccica.

Ecco alcuni preziosi consigli al riguardo:

1) Se lo sconto supera il 60% è (probabilmente) una bufala: Controllate sempre i cartellini e verificate provenienza e qualità dei prodotti e cercare di capire se i vestiti facciano parte dell’ultima collezione o meno. Non è raro che i negozianti approfittino del trans da shopping in saldo per propinare ai clienti rimasugli di magazzino vecchi e datati. Le associazioni dei consumatori (Adusbef, Altroconsumo, Federconsumatori, tra le altri) spiegano che i saldi migliori sono quelli tra il 30 e il 40%.

2) Budget limitato: Mettete in tasca prima di uscire l’esatto budget che intendete spendere. Le vetrine ammiccanti possono rivelarsi fatali come le sirene perUlisse e portarvi a fare il passo più lungo della gamba.

3) La merce in saldo può essere sostituita: nonostante quello che spesso viene detto dai commercianti, ovvero che “La merce difettosa in saldo non è sostituibile” la legge dice l’esatto opposto: ai sensi dell’articolo 130 del Codice del Consumo, infatti, la merce difettosa deve essere sostituita o il prezzo rimborsato, specialmente se c’è difetto grave e non riparabile.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura