SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia si “muove” tra il riuso, l’informatica e il software libero

Corso di Linux e progetto Social Trashware al CAG "Bubamara"

Il Cag "Falcone e Borsellino"

Nei giorni scorsi ha preso il via presso il Centro di Aggregazione “Bubamara” dedicato alla memoria di Falcone e Borsellino il corso Linux. Questo è avvenuto il 26 ottobre, proprio il giorno prima del 12° anno di linuxday, //www.linuxday.it/, che è il giorno in cui si celebra la giornata nazionale del Gnu/linux e del software libero.

Per il Comune di Senigallia è importante sottolineare che si tratta del primo passo di un progetto, denominato Social Trashware, appena approvato dall’Amministrazione Comunale e in riferimento al quale è stata presentata domanda di finanziamento alla Provincia di Ancona nell’ambito dei fondi residuali dell’ex Legge 46/95.

Fortemente voluto dall’Assessore comunale alle Politiche Giovanili, Gennaro Campanile, il progetto ha preso spunto dall’iniziativa intrapresa dal progetto Nuova Vita, che a Milano si propone di recuperare vecchi computer per ridargli appunto nuova vita, regalandoli poi a scuole, associazioni o anche singoli cittadini.

Se l’idea portante è quella di sostenere il recupero dei vecchi computer, facendo acquisire competenze ai ragazzi che vorranno dedicarsi al loro recupero, oltre a questa azione, che nella nostra città verrà supportata anche dal nascente centro di riuso del Comune di Senigallia, si svilupperanno azioni parallele come ad esempio un corso Linux, che si propone di condividere la filosofia del software libero. Tale corso ha registrato in fase di iscrizione un grande successo, segno di un interesse per la conoscenza che in questo caso è anche condivisione. Non a caso la filosofia del software libero è proprio quella della partecipazione e della condivisione.

Le altre azioni del progetto saranno dedicate alla conoscenza delle nuove sfide, sia sul software libero che sulle nuove tecnologie, sui social network e sulle opportunità e sui rischi della rete. Si tratta di incontri pensati per contribuire alla riduzione del digital divide, che non si dissolve solo con il fatto che il 90% dei ragazzi possieda un computer, uno smartphone o un accesso a internet. Anche tutto ciò è infatti legato, in maggiore o minor misura, alla condizione economica e professionale: non si rivela quindi uguale per tutti, privilegiando infatti le classi sociali più abbienti e la popolazione più scolarizzata.

Gli incontri, che riguarderanno i ragazzi e le loro famiglie per condividere insieme stili di vita sostenibili, si propongono pertanto di analizzare i fenomeni come i social network, le opportunità lavorative derivanti dall’utilizzo della rete, l’impatto
sull’istruzione e sulla formazione, i rischi derivanti dalle dipendenze, le buone prassi come il progetto nuova vita, la necessità di avere open source e open data nelle pubbliche amministrazioni.

Di seguito un sintetico elenco delle materie su cui verteranno gli appuntamenti proposti: i social network; rischi e opportunità delle rete internet; Linux e l’open source; il progetto nuova vita; il lavoro on line; il personal branding.

Sul blog del Centro di Aggregazione (//cagbubamara.wordpress.com), che propone anche numerosi altri corsi dedicati a ragazzi dagli 11 ai 29 anni, è possibile trovare tutte le informazioni e seguire le azioni del progetto.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura