SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, bando pubblico con polemica

Escluso un giovane anche se con le competenze per il ruolo: laurea fondamentale anche nel turismo?

3.742 Letture
commenti

Evento a SenigalliaEscluso da un concorso pubblico perchè non laureatoanche se in possesso delle competenze richieste viste le esperienze lavorative precedenti. E’ quanto lamenta un giovane senigalliese a proposito del bando emesso dal Comune di Senigallia che aveva avviato tempo fa una "Procedura comparativa per la costituzione di un rapporto di lavoro a tempo determinato di Esperto in Accoglienza e Promozione Turistica – Codice 4/11".

Nel bando, con cui si cercava una figura per l’organizzazione e la promozione della stagione turistica, scaduto il 10 marzo 2011, si faceva esplicita menzione alla laurea come requisito fondamentale: laurea in ambito giuridico, economico, scienze politiche e sociologiche,  turistico e comunicazione, lingue straniere. Ma è proprio questo uno dei punti principali che ha fatto riflettere Lorenzo Fiorentini: "Com’è possibile che chi ha avuto esperienza pluriennale nel settore venga escluso solo perchè non ha la laurea? Che competenze può avere un laureato in giurisprudenza senza precedenti nel turismo?"

Il bando però aveva anche degli altri punti "deboli" secondo quanto sostiene il 31enne di Marina di Montemarciano: non sembra esserci una prova oggettiva per la selezione, nessun test, esame, prova scritta; le domande presentate dai candidati dovranno infatti essere giudicate da una commissione che prenderà in considerazione "il curriculum vitae con l’indicazione delle esperienze di studio, professionali, formative maturate nonché ogni altro elemento ritenuto utile a rappresentare capacità, attitudini ed esperienza professionale acquisite, in relazione al posto da ricoprire ed eventuale documentazione".

concorsoA ciò seguirà la formazione di una "rosa" di candidati che sarà presentata al Sindaco perchè valuti, con eventuale colloquio motivazionale, l’aderenza dei singoli all’incarico, che potrebbe comunque non essere conferito.

"Tutto sembra avere un alone di incertezza – continua Fiorentini – perchè non sembra esserci un metodo oggettivo per l’assegnazione dell’incarico. Per di più da questo concorso sono stati esclusi molti, giovani e meno giovani, che pur senza titolo universitario abbiano comunque rivestito ruoli nel settori turistico anche per svariati anni e che quindi potrebbero ricoprire quel ruolo di «Esperto in Accoglienza e Promozione Turistica». E anche tra i laureati ci sarebbero problemi: perchè il laureato in legge è ammesso e quello in filosofia no?"

Tutto ciò poi sembra stonare con tutti quei corsi scolastici nel settore turistico e alberghiero – come il Panzini – che sfornano diplomati a questo punto senza più chanches: "mi sembra un’offesa verso l’Istituto e verso tutte quelle persone che collaborano perchè Senigallia sia una città ospitale" sono le parole amareggiate con cui conclude.


di Carlo Leone

Carlo Leone
Pubblicato Giovedì 10 marzo, 2011 
alle ore 19:21
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ci sono 3 commenti
Anonimo2011-03-11 05:28:35
C'hai ragione, Lorenzo!
giampiero 2011-03-11 17:35:10
c'è laurea e laurea
per un medico, un ingegnere, un architetto, ecc. la laurea è senza dubbio importante ma deve essere specifica e magari corredata da ulteriore specifica specializzazione, ma quando viene richiesta una laurea purchessia sembra più utile, accanto ad un titolo di studio comunque necessario, l'esito di un serio e approfondito colloquio (oltre all'esito delle prove d'esame).
mob 2011-03-12 09:55:45
Per Giampiero
Secondo me è da distinguere tra caso e caso: non vorrei mai farmi operare da un medico che non abbia conseguito la laurea e fatto pure altri corsi specifici.
Nel caso dell'esperto di turismo anche il titolare di un ristorante senza altre qualifiche potrebbe assolvere il ruolo, credo, perchè se porta avanti un'attività potrebbe essere ingrado di programmare eventi per portare avanti attività come la sua che vivono di turismo.
Detta questa ovvietà, a questo punto non rimane che guarda velocemente cosa potrebbe fare un laureato in economia: saprebbe disquisire di marketing mentre ti organizza un festival? bene! ma poi servirà un parere legale che lo affianchi.
Viceversa, se assumessimo un laureato in legge che non sa nulla di processi economici, chi ci troveremmo ad affiancargli?
Allora la questione si risolve tralasciando l'aspetto dei titoli, ama cercando una persona esperta sul campo, titoli o non titoli.
Tra l'altro si parla di organizzazione per il turismo e di far vivere la città.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura