SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Tuttosenigallia.it

Basket, Senigallia: intervista a Sergio Maddaloni, ex della sfida contro Padova

60019.it incontra l'esterno della Goldengas, per parlare del match contro la sua ex squadra

3.849 Letture
commenti

Sergio MaddaloniAd inizio stagione, Maddaloni non aveva ancora una squadra. Poi, la Pallacanestro Senigallia, squadra della città in cui è cresciuto, lo ha tesserato e per lui è stata una grande annata. Maddaloni è un giocatore versatile: esterno con punti nelle mani, forte in difesa e con un’ottima visione di gioco che gli consente di essere utilizzato, all’occorrenza, anche come playmaker.

A 60019.it, il numero 6 biancorosso – ex della sfida contro Padova – ha parlato di come la squadra, e lui personalmente, stanno vivendo questa importante semifinale playoff.

E gara 1 è andata. Netta la supremazia Goldengas. Padova, senza Cagnin e con Marini e Volpato decisamente sottotono, non vi ha impensieriti troppo. Giovedì gara 2 a Padova, un campo sicuramente ostico sul quale l’Albignasego farà di tutto per portare la serie a gara 3.
Personalmente, da ex, come stai vivendo questa serie?

Devo dire che un po’ di tensione in più del solito c’è , soprattutto adesso che andrò a giocare nel palazzetto in cui ho passato gli ultimi 2 anni e dove conosco praticamente tutti; credo sia una cosa positiva, in fondo è per avere un certo tipo di emozioni che si gioca.

Il lavoro svolto in allenamento per prevenire gli attacchi di Volpato e Marini sembra aver dato i suoi frutti in gara 1. Il primo ha realizzato 8 punti con un 3 su 8 dal campo, il secondo anch’egli 8 punti con un disastroso 2 su 11 al tiro (0 su 7 da tre).
Di nuovo una gran difesa a sancire il successo Goldengas.

Si, siamo riusciti a mettere in pratica le strategie che il coach ci ha fatto provare in settimana.

La difesa è la chiave per vincere le partite nei playoff e per battere avversari come Padova è molto importante cercare di limitare le loro prime opzioni offensive, anche se sappiamo benissimo che in casa le loro percentuali potranno salire notevolmente.

Per quanto riguarda la manovra offensiva ho notato una sola pecca domenica. Quando Padova è passata a zona nel terzo e quarto periodo per rallentare il vostro ritmo, avete faticato un po’. Prima le triple sono entrate, poi l’Albignasego ha cominciato ad uscire forte sugli esterni costringendovi a tiri scomodi e all’errore. Probabilmente, la stanchezza e la foga del gioco hanno fatto sì che anziché andare in penetrazione o sfruttare il post, abbiate continuato a cercare soluzioni dalla lunga distanza per troppo tempo, consentendo agli ospiti di tornare dal -22 al -10.

Poi le cose sono andate per il meglio e la vittoria è arrivata.
Da giocatore che ha passato gli ultimi 2 anni a Padova, come credi interpreteranno i tuoi ex compagni, dal punto di vista tattico, questa delicatissima gara 2?

Si, di questo ne abbiamo parlato a fine partita e conoscendo lo staff tecnico di Padova mi aspetto che giovedì la zona sia riproposta anche per più tempo, l’importante è non farsi prendere dalla frenesia di volerla aprire subito con tiri da fuori e avere più pazienza ; non ci deve preoccupare più del dovuto.

Per chiudere: mi ricordo quando lo scorso settembre ti incontrai, a Senigallia, in biblioteca e ti chiesi dove avresti giocato la stagione 2009/10. Tu, piuttosto rammaricato, mi risposi che non avevi ancora una squadra, che avresti iniziato ad allenarti con la Goldengas, ma la possibilità di essere tesserato era alquanto remota. Alla fine non solo sei stato tesserato, ma hai giocato da vero protagonista contribuendo ai successi biancorossi e ora, la A dilettanti è il vostro traguardo.
Meglio di così non poteva andarti!

Direi di si, innanzi tutto mi fa piacere il fatto che tu testimoni che ogni tanto sono presente in biblioteca , e poi devo dire che quest’anno è stato davvero speciale perché giocare a casa è tutta un’altra emozione . Traguardi non ce ne siamo mai posti ed è proprio grazie a questa spensieratezza unita al lavoro duro in palestra che siamo arrivati a competere con le corazzate di questo campionato. Quindi AVANTI COSì E FORZA GOLDENGAS!

di Andrea Marcellini

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura