SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Solidarietà tra la gente del Molise

La Caritas senigalliese nelle zone terremotate.

1.069 Letture
commenti

Dal 09 al 16 luglio 2003 una delegazione della Caritas diocesana di Senigallia, formata dalle tre ragazze del Servizio Civile Femminile Daniela, Francesca e Maria Elisa, e da altri due accompagnatori Emanuela, che ha svolto in passato l’Anno di Volontariato Sociale, e Gianluca anche lui AVS nonché referente del progetto diocesano di prossimità con le terre terremotate; hanno raggiunto i paesi di Petrella Tifernina e Castellino del Biferno che nell’ottobre scorso hanno conosciuto la triste esperienza del terremoto.Questi due paesi, sono gemellati con la regione Marche ed è possibile organizzare campi di lavoro per aiutare ed essere vicini alle popolazioni colpite. La nostra delegazione ha svolto questo campo di lavoro, in accordo con la delegazione regionale delle Marche già presente da tempo sul territorio.Ovviamente l’impulso primario, era quello di partire subito dopo le scosse, ma fare questo se non si è più che organizzati potrebbe provocare più danni che sollievi.Quindi si è preferito spendere del tempo per lo studio della situazione, e partire ora che anche se i riflettori dei media si sono spenti, non è calato affatto il livello di guardia, perché le popolazioni vivono situazioni di difficoltà, già preesistenti al sisma, e che il terremoto ed i suoi danni hanno accentuato.La nostra delegazione in questi giorni non si è risparmiata affatto ed ha lavorato a ritmi serrati.Quello che ha atteso i nostri ragazzi è stato un lavoro di vicinanza, come l’ascolto alle persone, agli anziani ed a tutti coloro che aprivano le loro case, e sono stati veramente tanti, per una parola di conforto, di aiuto o semplicemente per essere ascoltati.Da notare che le difficoltà di chi vive in questa terra sono tante, perché i collegamenti non sono semplici e perché i giovani se ne vogliono andare, mentre gli anziani al contrario vogliono rimanere a tutti i costi nelle loro abitazioni, anche se inagibili e questo non facilità il piano di ricostruzione previsto.A questo proposito le ragazze del SCV sono rimaste sbalordite dalla straordinaria ospitalità di queste persone tanto affettuose quanto sfortunate, che non si sono risparmiate e hanno fatto veramente di tutto per far sentire gli ospiti come se fossero a casa loro. Poi altra importante attività è stata l’animazione del centro estivo per bambini per bambini e ragazzi dalla scuola materna alla scuola media. Bella e significativa questa attività perché anche nelle difficoltà di un evento duro e provante, è importante stare accanto ai ragazzi che con la loro voglia di vivere e divertirsi ti possono insegnare tanto.Soprattutto questi bambini hanno lasciato un segno nel nostro gruppo, perché hanno espresso una carica di entusiasmo contagiosa, e la nostra delegazione che è partita per portare un po’ di allegria si è trovata contagiata dalla vivacità di questi ragazzi, semplici ma profondi, capaci di essere allo stesso tempo veraci ed affettuosi.Una esperienza significativa ed intensa, che ha saputo stimolare le nostre ragazze che si sono messe in discussione sul nostro modo di essere e di vivere, che ha permesso loro di guardare con criticità il nostro modo di intendere la vita.Questo perché profonda è stata la solidarietà vista e toccata con mano, che è presente nella terra di Molise, una solidarietà a volte portata da tanti volontari, che vengono da lontano, ma spesso una solidarietà vissuta da questa gente, tanto buona quanto orgogliosa.Questa è stata una esperienza che è rimasta e rimarrà fissata nelle vite dei nostri volontari in maniera indelebile, e che si appresta a cambiare in qualche modo le loro vite, perché tali momenti toccano il cuore di chi li vive.È ormai da qualche giorno che la nostra diocesi può vantare dei volontari un po’ meno diocesani ed un po’ più molisani, orgogliosi di questo che accade speriamo che siano in tanti a poter cambiare status di cittadino, perché ciò significherebbe essere una terra di persone generose disposte a donare e stare vicine a chi è nel bisogno.

La Voce Misena
Pubblicato Mercoledì 30 luglio, 2003 
alle ore 7:40
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?
Arrabbiato
In disaccordo
Indifferente
Felice
D'accordo

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura