SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Si è tenuta a Senigallia la 67ª Assemblea nazionale dei Dalmati

Donato il "fazzoletto" simbolo onorifico del Libero Comune e della Comunità di Zara al Presidente del Consiglio Massimo Bello

Netservice - Realizzazione e promozione siti web
Assemblea nazionale dei Dalmati

Sabato 25 e domenica 26 settembre si è tenuta a Senigallia, nella cornice del Teatro La Fenice, la 67 ª Assemblea nazionale dei Dalmati, a cui il Comune di Senigallia ha dato il patrocinio. Due giorni di incontri con i massimi vertici del Consiglio del Libero Comune di Zara in esilio.

Tra gli appuntamenti in programma, anche la consegna al giudice Carlo Nordio e al giornalista del Corriere della Sera Dino Messina, presenti a Senigallia per l’occasione, del “Premio Niccolò Tommaseo”, istituito oltre vent’anni fa dall’Associazione.

Assemblea nazionale dei DalmatiMassimo Bello, Presidente del Consiglio di Senigallia e Vice Presidente Vicario dell’AICCRE Marche (Associazione italiana dei Consigli dei Comuni e delle Regioni d’Europea), ha portato all’Assemblea nazionale dei Dalmati il suo saluto e quello dell’istituzione Consiglio, nonché del Sindaco Olivetti, che per la quindicesima volta hanno scelto la nostra Città come luogo ideale per svolgere la riunione congressuale del loro sodalizio.

“E’ stato un onore partecipare a questo evento nazionale e portare a tutti Voi il saluto delle nostre istituzioni”, ha esordito il Presidente Bello, nel suo intervento. “La vostra storia e quella delle terre d’Istria, di Fiume e della Dalmazia – ha aggiunto – sono state taciute per tanto tempo, assieme alle grandi sofferenze patite da coloro che allora avevano scelto la patria italiana. Oggi, con la legge del Giorno del Ricordo, il Parlamento italiano ha voluto sancire e rappresentare una ricorrenza importante e ricca di molteplici significati, rammentando a tutti non soltanto la vicenda delle foibe e dell’esodo, ma anche riequilibrando, dal punto di vista storico e civile, il lungo periodo di oblio calato sulla storia degli Italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia.”

Franco Luxardo, sindaco uscente del libero Comune di Zara in esilio, ha donato al Presidente Bello il “fazzoletto” simbolo onorifico del Libero Comune e della Comunità di Zara. “Fazzoletto che – come ha ricordato all’Assemblea dei Dalmati il Presidente del Consiglio di Senigallia – mi fu donato, per la prima volta, nell’anno 2000, sempre a Senigallia, da Ottavio Missoni, allora sindaco del Libero Comune di Zara in esilio, a testimonianza e per la condivisione della storia e del dolore degli esuli.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno

Annuncio immobiliare: cercasi appartamento in affitto a Senigallia