SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Netservice - Web design, costruzione siti internet

Il terzo concerto del Festival organistico internazionale ‘Città di Senigallia’

Giovedì 22 luglio ad esibirsi sarà l'organista Christian Tarabbia in uno spettacolo dal titolo 'L'arte della trascrizione'

Christian Tarabba

Si torna alla ‘casa madre’ per la terza proposta del Festival organistico internazionale ‘Città di Senigallia’ – FOI. Giovedì 22 luglio p.v., alle ore 21.15, nella Chiesa di S. Maria della Neve (Portone) sarà l’organista Christian Tarabbia ad animare un concerto dal titolo ‘L’arte della trascrizione’.

Il programma prevede musiche di Scheidemann, Lully, Bach, Vivaldi. Di queste alcune sono state trascritte dallo stesso organista e verranno eseguite in prima assoluta a Senigallia (come la trascrizione per organo della sonata di Vivaldi sulla ‘Follia’, originale per quattro clavicembali).

La trascrizione è stata una prassi molto usata nella storia della musica, soprattutto da Johann Sebastian Bach quando ad esempio trascrive i concerti italiani: questa attività non è né occasionale né collaterale, ma al contrario uno degli aspetti più caratteristici nei quali si manifesta la sua sete inesauribile di assimilare ogni aspetto dell’arte e della scienza musicale. L’organo, più di ogni altro strumento, è capace di riassumere e donare l’ordito dell’intera orchestra, grazie alle diverse sonorità rese possibili dall’uso dei registri. E ciò rende la trascrizione ancora più suggestiva.

Tarabbia, classe 1981, ha studiato organo e composizione organistica diplomandosi presso il Conservatorio Cantelli di Novara, specializzandosi in seguito presso l’Accademia Internazionale della Musica Antica. Ha frequentato numerosi masterclass di perfezionamento, tenuti da docenti di fama internazionale. Collabora con vari ensemble corali e strumentali come solista e continuista. Dal 2002 è organista titolare del prestigioso organo ‘Dell’Orto Lanzini’ presso la Collegiata di Santa Maria in Arona. Nel 2005 ha fondato l’associazione culturale ‘Sonata Organi’, di cui è presidente. È direttore artistico del Festival organistico internazionale di Arona e della rassegna volta a valorizzare gli organi storici ‘Itinerari organistici sul territorio della provincia di Novara’.

Appena tre giorni fa, la raffinatezza del concerto “Vergine, o armonia libera”, nella tappa a Corinaldo del Festival, ha alternato composizioni barocche e contemporanee, a testimonianza di una devozione ancora capace di ispirare note permeate di profonda spiritualità. Luigi Ricco, organista e Marta Fumagalli, mezzo soprano, hanno profondamente colpito il pubblico con il suggestivo percorso musicale, a servizio di una spiritualità antica e sempre nuova, nel nome della Vergine.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura