SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
SenigalliaNotizie.it - Vetrina Aziende

Campanile: “Bandiera Blu serve a Senigallia”

"Sarebbe imperdonabile non averla. Anche Amministrazione di centrodestra continui su strada tracciata da centrosinistra"

Gennaro Campanile

Senigallia è bella, ha ottime spiagge libere ed attrezzate, acqua marina pulita e non inquinata, sicurezza diffusa, porto accessibile e dotato delle infrastrutture necessarie, una organizzazione complessiva adeguata e moderna.

Se a dirlo fossero i Senigalliesi o i turisti innamorati della nostra città avrebbero poco valore e la critica minima che potrebbe essere rivolta sarebbe di sfacciata partigianeria. Ma se a dirlo è un Ente no-profit internazionale (Foundation for Environmental Education – FEE) istituito nel 1987 (anno europeo per l’ambiente) basandosi su rilevazioni tecniche affidate ad enti pubblici specifici (ARPA regionale) allora la cosa cambia ed occorre rallegrarsene.

Il riconoscimento non implica la bellezza in quanto tale ma un insieme di caratteristiche divise in quattro aree: educazione ambientale ed informazione, qualità delle acque, gestione ambientale, servizi e sicurezza. Questo per quanto riguarda le spiagge mentre come approdo turistico si aggiungono la responsabilità sociale d’impresa e la partecipazione sociale/comunitaria.

Le Bandiere Blu, su cui le Amministrazioni di centrosinistra hanno puntato da oltre venti anni, sono dunque il riconoscimento della bontà di un “sistema” cittadino di vita e di sviluppo sostenibile, che coinvolge i soggetti economici del territorio, i cittadini e l’Amministrazione nello sforzo comune di rendere Senigallia una meta turistica desiderabile e nello stesso una città da vivere anche per i Senigalliesi.

I detrattori potranno sempre dire che la Bandiera Blu va richiesta (come se fosse disdicevole chiedere un riconoscimento che spetta) e che ce l’hanno in tanti. Non è vero. In Italia sono state assegnate solo 198 Bandiere Blu nel 2020, nelle Marche tutte le principali località costiere l’hanno ottenuta e sarebbe imperdonabile che Senigallia non fosse presente. Ecco perché anche l’Amministrazione di centrodestra deve far proprio l’impegno di continuare su questa strada perché la qualità della vita e dell’ambiente dovrebbero essere un patrimonio di tutti.

Gennaro Campanile
Consigliere Comunale AmoSenigallia

Commenti
Solo un commento
Glauco G. 2021-05-10 11:10:27
Infatti io scelgo le mete solo se hanno la bandiera blu. Essenziale averla altrimenti Senigallia sarebbe deserta in estate. Grazie alla bandiera che siamo ancora al vertice del turismo regionale. e pensare che l'80% (se non di più) delle persone che fanno caso all abandiera (e sono poche) non sanno nemmeno i parametri di asegnazione..tutti credono che serve un mare tipo Sardegna per averla..pensa quanto utile è avere la bandiera...un prestigio assoluto.....averla è carino ok...ma se ci verà tolta..io non piangerò ne sarò disperato...non avrò paura di un esodo turistico che spopoli Senigallia...se uno viene a Senigallia per un abandiera..per me può stare a casa..qui ci devi venire per quello che offriamo e per quello che siamo..non per una bandierina. Concentratevi su come migliorare l'attrattiva turistica (eventi, ecc) non sulla bandierina...dai su!!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura