SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pallacanestro Senigallia, “prima gli uomini, poi i giocatori”

Il diesse Umberto Badioli spiega le linee guide nella costruzione della Goldengas 2020-2021

590 Letture
commenti
Centro Sperimentale Artistico delle Marche - Corsi di Teatro a Senigallia
Umberto Badioli

Al settimo anno alla Goldengas, Umberto Badioli è ormai di casa a Senigallia.


Col coach pesarese, alla terza stagione consecutiva da direttore sportivo, dopo aver guidato però l’allora Barzetti in ben quattro indimenticabili stagioni da allenatore (2000-2004, 3 promozioni dalla C2 alla B1), nel corso della presentazione del settore giovanile avvenuta nei giorni scorsi abbiamo fatto il punto sulle prospettive del club di via Capanna, atteso dal diciannovesimo campionato consecutivo in serie B.

Badioli, quali linee hanno guidato la costruzione del roster?
“Nello scegliere i giocatori abbiamo guardato prima il lato umano, poi quello tecnico. Ripartiamo da 3 elementi che tutti conosciamo, Pierantoni (pivot), Gurini (ala) e Giacomini (play): saranno ancora i nostri punti cardine”.
Claudio MoroniE poi?
“I due lunghi Pozzetti e Cicconi Massi si sono ampiamente guadagnati la conferma, lo scorso anno sono stati fondamentali. Poi ci sono i nuovi”.
La nuova guardia, Peroni, che giocatore è?
“Giocava a Nardò, ma è del milanese. Ha 26 anni, è nel pieno della maturità. Si tratta di un esterno fisico, con grande attitudine e mentalità difensiva ed abituato a giocare per la squadra: riteniamo che possa darci quel maggiore atletismo che ci serve”.
Da Pesaro gli under classe 2000 Giunta (play) e Centis (ala).
“Abbiamo voluto ringiovanire un po’ la squadra, puntando su due promesse: hanno 20 anni, ma già una buona esperienza in serie C Gold, dove hanno fatto bene. Possono darci entusiasmo ed energia”.
Matteo ManzoniC’è poi l’altro under, il pivot Moretti, riconfermato però dalla scorsa stagione.
“Per lui lo scorso anno è stato il primo in serie B, quest’anno ha una importante possibilità per crescere e darci più minuti. Coach Paolini è abituato ad allenare giovani: tutti i nostri under, anche i tre promossi dal settore giovanile (Giuliani, play, Terenzi, guardia e Costantini, ala), potranno trarne giovamento”.
A proposito di giovani, l’accordo con la Vuelle Pesaro è stato confermato e la Goldengas sarà per il terzo anno società satellite.
“Sì ed è importante l’arrivo di Walter Magnifico a Pesaro: sarà il nostro interlocutore e la collaborazione potrà assumere anche altre forme, ad esempio ci potrebbe essere un allenamento della Vuelle al PalaPanzini”.
Infine, a completare il roster, il ritorno di Serrani. Come mai questa scelta?
“È un ragazzo del posto che ha fatto le giovanili da noi. È ancora molto giovane (pur non essendo più under, 23 anni): negli ultimi anni ha acquisito una mentalità da cestista, giocando in giro per l’Italia (C Gold e C Silver tra Piemonte, Calabria e Sicilia). È abituato a giocare da 4, gli chiederemo di fare il 2-3: è la nostra scommessa”.

Nelle foto, dall’alto al basso, il diesse Umberto Badioli, il presidente Claudio Moroni e il diesse delle giovanili Matteo Manzoni

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!