SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Acquisti case per l’estate, che differenza a Senigallia tra mare e periferia

Indagine nazionale tra le principali mete italiane: la più costosa è Forte dei Marmi

3.268 Letture
Un commento
Albergo Ristorante Bice Senigallia - Tra cuore e tradizione
Versilia
Quanto costano le case nelle principali e più frequentate località balneari italiane?

E come cambiano i prezzi tra un acquisto fronte mare e uno più periferico? Con le vacanze estive ormai alle porte, Immobiliare.it Insights, la proptech company del gruppo di Immobiliare.it, il portale immobiliare leader in Italia, specializzata in analisi di mercato e data intelligence, ha esaminato i prezzi degli immobili in alcune delle più rinomate mete marine del Bel Paese e ha messo a confronto il budget necessario per comprare entro i 5 minuti a piedi dalla spiaggia con quello richiesto oltre questo raggio.
 
Tra le destinazioni esaminate, Forte dei Marmi è di gran lunga la più onerosa, indifferentemente che si acquisti vicino o lontano dal mare. Per assicurarsi un’abitazione a distanza di passeggiata dalla spiaggia nella prestigiosa località toscana servono infatti, mediamente, oltre 10.000 euro/mq, cifra che si abbassa a 8.681 euro/mq se si superano i 5 minuti a piedi.
 
Sul secondo gradino del podio si trova Sorrento, dove il budget richiesto per comprare in prossimità dei lidi ammonta, in media, a 7.988 euro/mq, mentre si scende fino a poco oltre i 7.400 euro/mq se si punta su case più lontane dal mare.
Prezzi elevati anche in una gettonata meta ligure, Alassio, che in questa speciale classifica si posiziona al terzo posto.
 
Nello specifico, bisogna sborsare oltre 6.200 euro/mq se si vuole effettuare un acquisto entro i 5 minuti a piedi dal mare, mentre si sfiorano i 4.400 euro/mq per case la cui collocazione supera queste tempistiche.
 
Anche a Senigallia la differenza tra i due prezzi è rilevante: chi desidera acquistare fronte mare deve mettere a budget mediamente quasi 3.400 euro/mq, il 51,3% in più di chi invece sceglie di abitare più in periferia, 2.241 euro/mq.
 
Il gap di spesa rimane alto – superiore al 40% – anche a
Riccione (44% circa), Alassio (42,5%) e Anzio (40,3%).
 
Le località analizzate dall’indagine sono: Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Gallipoli, Forte dei Marmi, Rimini, Riccione, Alassio, Cervia, San Michele al Tagliamento, Sorrento, Viareggio, Senigallia, Palinuro, Alghero, Sabaudia, Anzio.
 
Commenti
Solo un commento
giulianagianni1 2024-06-25 22:04:04
beh considerando che ad Alassio le case nuove sono una rarità , se quei prezzi si riferiscono all usato centenario ristrutturato ,è evidente che i liguri sono dei ladroni, in particolare dei milanesi.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura