SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova

“Ma con che faccia ti presenti?”

Alcune riflessioni da Massimo Bellucci: "Chi ha tagliato/declassato 13 ospedali nelle Marche?"

1.821 Letture
commenti
Tagli alla sanità

“Ma che faccia hai? Ma come ti presenti?” E’ un meme di un allenatore di serie A che gira sui social.

Non so perché mi sta venendo in mente… Eppure non c’entra nulla con ciò che sto per scrivere…
La salute del corpo e il benessere della mente. La possibilità di avere cure di qualità gratuite (o quasi). Quanto sono importanti?

Leggo gli innumerevoli comunicati stampa di esponenti delle opposizioni in regione (Marche) e in Parlamento sulla sanità dove affermano che il servizio sanitario funziona male, che è allo stremo, e che quando torneranno loro al governo metteranno il servizio sanitario al primo posto.

I numeri sono noiosi, ma hanno il pregio di essere oggettivi: nel 2012 l’allora ministro Balduzzi (sostenuto dalle maggiori forze politiche in Italia, compreso il Partito Democratico) dichiara che la sommatoria di varie manovre finanziarie sottrarrà al servizio sanitario nazionale circa 25 miliardi, cifra corretta dalle regioni in 30 miliardi.

Prima c’erano stati i tagli lineari di Tremonti e dopo ancora altri tagli.
Nel 2015 la conferenza stato regioni raggiunge un accordo per tagli al sistema sanitario di complessivi 2.352 milioni.

Chi governava la regione Marche allora? E chi era al governo nazionale?
Se mi concentro forse la memoria mi assiste.
Ma è proprio sulla mancanza di memoria che fanno leva i politici di opposizione, di fronte all’evidente disastro dell’attuale maggioranza (regionale e nazionale) in tema di servizi sanitari.

Sono credibili le promesse dei sostenitori di chi, quando era al governo regionale (esprimendo la maggioranza la maggioranza in consiglio, il presidente della regione e il presidente della commissione sanità) ha tagliato/declassato 13 ospedali nelle Marche?

Massimo BellucciVedo banchetti in giro, con manifesti davanti, ma non leggo la parola che aspetto da tempo, l’unica sensata: “scusate”. Per tutte le sofferenze aggiuntive (oltre a quelle naturali) arrecate ai malati, agli anziani, ai loro familiari con politiche sanitarie scellerate: scusate. Invece niente.

E mi torna in mente (chissà perché) quel meme: ma che faccia hai? Ma come ti presenti?

da Massimo Bellucci

Commenti
Ci sono 2 commenti
frulla_48
frulla_48 2024-03-13 06:43:44
non c'è l'hanno la faccia. tant'è che ai banchetti ci stanno 5 minuti per poi lasciare posto ai fedelissimi che purtroppo ancora sono dolo dei tifosi che non distinguono più l'olio dall'acqua
octagon 2024-03-13 17:25:06
la mancanza di memoria c'è l'hanno tutti i partiti, vedi la gioggia le stro@@@te che spara, dimentica che balduzzi è stato messo lì per colpa della dx dopo che il nano ci ha mandato in bancarotta.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno