SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
SenigalliaNotizie.it - Iscriviti al canale Whatsapp

Prada a Senigallia, duro attacco da Paradisi all’Amministrazione di Senigallia: “Inadeguati”

Il vice sindaco Pizzi ribatte subito: "Polemiche a prescindere"

4.307 Letture
commenti
Ciare

Tuona attraverso il proprio profilo Facebook Roberto Paradisi, esponente di Unione Civici Marche, direttore sportivo della US Pallavolo Senigallia ed ex consigliere comunale, che sulla questione dell’investimento immobiliare e produttivo di Prada nell’ex stabilimento Ciare di Senigallia interviene attaccando duramente l’Amministrazione che è espressione della coalizione di centrodestra che egli stesso sosteneva in campagna elettorale.

Negli edifici di strada di Fontenuovo, infatti, c’era l’idea della Fondazione Maria Grazia Balducci Rossi, proprietaria dal 2020 dell’area ora rilevata da Prada, di sviluppare un campus multidisciplinare per i giovani del territorio, che avrebbe, tra le altre cose, dato anche spazio ad attività sportive e sociali, alle quali avrebbero contribuito anche le società sportive del territorio, tra cui figura pure la US.

Un progetto che ora tramonterebbe definitivamente, principalmente perchè la sua realizzazione imporrebbe costi difficilmente sostenibili e tempi molto lunghi, stando a quanto dichiarato da Tommaso Rossi, presidente della Fondazione. Anche da queste ragioni nascerebbe quindi la decisione di cedere l’immobile e destinarlo a un progetto commerciale e non sociale, certo, ma che porta con sè anche rilevanti risvolti occupazionali.

Questo è quanto pubblicato dall’avvocato Paradisi su Faceboook, dispensando aspre critiche ad assessori ed amministratori pubblici: “Premessa doverosa: un privato, con il proprio patrimonio e i propri immobili, fa quello che vuole. Non siamo in Unione Sovietica. Tale diritto è sacro e inviolabile. Detto ciò, esisteva una proposta di un privato, con tanto di progettazione di massima, per realizzare in un capannone un grande centro polivalente sportivo per giovani, con aree dedicate allo sport agonistico e amatoriale, aree dedicate alla lettura e allo studio, alla socializzazione, al ristoro. Una grande idea sociale che passava per l’unica medicina odierna di certo malessere giovanile: lo sport e il mondo sano che lo circonda.

In una realtà cittadina priva di impianti sportivi seri e con carenza cronica di spazi dedicati e con un assessore allo sport che lavora da 3 anni per affossare lo sport, quel progetto era una manna dal cielo. Poi improvvisamente la notizia che quel progetto (ambizioso e sul quale vi era la convergenza, al momento linitata a propositi, delle società sportive più attive della città) si è volatilizzato perché arriva la sartoria di Prada. Tutto lecito. Un privato non può essere chiamato per forza a fare il mecenate (ma quanto ne avrebbe bisogno la nostra città!).

Ma leggere commenti entusiasti di certi assessori e amministratori che non riescono a vedere al di là della prospettiva del proprio naso, è disarmante. Inidonei, incompetenti politicamente, inadeguati. Rispettare le scelte private è sacrosanto. Festeggiare il tramonto del progetto sociale più ambizioso degli ultimi 30 anni è roba da chiodi.”

Non si è fatta attendere, sempre veicolata attraverso il proprio profilo Facebook, la risposta del vice sindaco di Senigallia, Riccardo Pizzi: “A fronte di chi persiste a polemizzare a prescindere, condivido le parole di Giovanni Bomprezzi. Lo ha scritto condividendo quanto dichiarato al Corriere Adriatico dal direttore generale della Fondazione Caritas Senigallia, il quale spiegava come, a fronte di un sogno definito irrealizzabile, ovvero quello del progetto sociale che era diventato troppo costoso, si sia fatto bene a destinare lo spazio in abbandono a chi potrà offrire una possibilità di occupazione e sviluppo sul territorio.

Fondazione Caritas Senigallia era direttamente coinvolta nella progettazione del campus multidisciplinare che la Fondazione Maria Grazia Balducci Rossi e il suo presidente Tommaso Rossi avevano intenzione di creare nello stabilimento ex Ciare di strada di Fontenuovo.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura