SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Marche Notizie - Marchenotizie.info

Arretramento ferrovia Adriatica anche a Senigallia: il Ministero ci pensa davvero

Definito progetto per velocizzazione e miglioramento. OK per Pesaro e Fano, possibile estensione fino a sud di Marzocca

10.536 Letture
Un commento
Arretramento ferrovia Adriatica: ipotesi di tracciato tra Fano e Marzocca di Senigallia

Ferrovia Adriatica: definito il progetto per la velocizzazione e il miglioramento della linea, che ridurrà di un’ora dei tempi di percorrenza nella tratta Bologna-Bari.

Sono stati affidate a RFI la progettazione e la realizzazione degli interventi, per un investimento complessivo di 8,5 miliardi di euro.

Un intervento che tocca anche le Marche e che, oltre a dare il via libera all’arretramento della ferrovia tra Pesaro e Fano, non lascia fuori dalle ipotesi neppure Senigallia.

“E’ stata studiata – si legge nel documento tecnico divulgato dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili – l’ulteriore prosecuzione dell’arretramento tra Pesaro e Fano, in direzione sud, fino a Falconara”.

Per la nuova linea che viene ipotizzata tra Fano e Marzocca di Senigallia, dati i vincoli orografici presenti e la necessità di ottimizzare le spese, si è cercata una soluzione compatibile con gli interventi già avviati, ovvero lo spostamento già in essere a Falconara, prevedendo, dove possibile, un tracciato in affiancamento all’autostrada.

Infatti, superata la zona prevista per la nuova stazione di Fano, il tracciato proseguirebbe per un primo tratto in affiancamento all’A-14, bypassando l’abitato di Senigallia e riallacciandosi sulla linea esistente dopo l’abitato di Marzocca, prima del punto di inizio della ‘variante di Falconara’, già in corso di realizzazione.

“Dato il costo complessivo, – continua la relazioneè stata ipotizzata una suddivisione in fasi dell’intervento, in funzione delle risorse a disposizione. Pertanto, è stata prevista una interconnessione a nord di Marotta, in un tratto tale da minimizzare gli impatti sul territorio.

Sarà approfonditamente valutata, nella successiva fase progettuale, la realizzazione dell’interconnessione a sud di Marotta, tenendo conto della possibile attrazione della nuova stazione, nonché interferenze generate sui territori attraversati, fortemente antropizzati.

In questa fase non è stata prevista l’eventuale rilocazione della stazione di Senigallia.

Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, ha così sintetizzato l’intervento complessivo: “Oggi ho inviato ai Presidenti delle Regioni Abruzzo, Emilia-Romagna, Marche, Molise e Puglia il progetto elaborato da RFI a valle di approfonditi confronti con i loro uffici nel corso dell’ultimo anno. Gli interventi, finanziati in gran parte con la Legge di bilancio 2022, renderanno la linea ferroviaria Adriatica, per troppo tempo trascurata, più moderna, veloce e capace di rispondere adeguatamente alle esigenze di imprese e cittadini. Questo investimento su un’opera fondamentale per l’intero Paese consente all’Italia di avere, caso unico a livello europeo, un secondo corridoio ferroviario di rango primario nell’ambito delle reti europee TEN-T”.

Commenti
Solo un commento
Glauco G. 2022-09-02 09:43:35
Quindi, a conti fatti e se ho capito bene, Senigallia avrebbe il tracciato attuale intatto con la stazione attiva e una doppia linea che costeggerà l'autostrada ma senza stazione...giusto?..quindi...visto che solo noi abbiamo questa cosa (Fano avrebbe una stazione arretrata)..significa che ci togliamo definitivamente dalla dorsale adriatica...corretto? se ho capito bene..sbaglio nel dire che...oggi (in estate) si fermano 5 treni al giorno (x esempio) per portare i turisti...domani si fermeranno 5 treni a settimana per portare i turisti..sbaglio? mi spiego...se il tracciato attuale, da noi, rimarrà invariato e Senigallia avrà 1 sola stazione...significa che, da qualche parte, ci sarà un allacciamento alla rete principale che passa per l'autostrada e che porterà i treni alla stazione di Senigallia passando dall'attuale tracciato...giusto? quindi..i principali treni passeranno costeggiando l'autostrada e non entreranno a Senigallia perchè non avrebbe più senso farlo.....quindi..se vieni da Nord..devi fare scalo a Fano immagino...se vieni da sud..devi fare scalo a Falconara immagino..questo perchè..non ci saranno tanti treni di passaggio nella nostra rete ferroviaria che porta alla stazione...giusto? Immagino anche che..tutti i ttreni merce non passeranno piu dentro Senigallia ma costeggeranno l'autostrada...Chiedo perchè non ho capito..e fino a quando non capirò bene cosa vogliono fare non mi espirmo piu di tanto. ..fosse per me..porterei la stazione via da li e convertirei tutto il tratto ferroviario in pista ciclabile e/o cose più utili..se fai la pista ciclabile..praticamente a costo zero avremo creato da Marzocca a Pesaro la famosa pista ciclabile Adriatica...(ponti ecc tutti fatti a titolo gratuito). Ma è solo una delle tante idee che possono essere realizzate. ovviamente.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura