SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Unione Civici Marche: “Si riprenda in mano il progetto per stadio Bianchelli e palasport”

"Svista amministrativa: nessun ostacolo dalla Soprintendenza. Si preservino i monumenti e lo spirito dello sport"

1.054 Letture
commenti
Restaurato il gruppo scultoreo situato all’ingresso dello stadio comunale Bianchelli di Senigallia. Foto di M.Mariselli

Non è vero che la Soprintendenza ha bocciato il progetto Conad con annessa ristrutturazione dello Stadio Bianchelli e ricostruzione del palazzetto dello sport del Boario (opere essenziali per lo sport e i giovani senigalliesi).

Riteniamo una vistosa “svista” amministrativa tale errata interpretazione del parere fornito dalla “Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio delle Marche” (parere peraltro espresso nell’ambito dell’avvio del procedimento di verifica dell’interesse culturale dello stadio Bianchelli).

Nessun diniego alla realizzazione del progetto ma soprattutto nessun elemento ostativo emerge nella relazione dell’ente. L’unico elemento che emerge (peraltro del tutto condivisibile) è la difesa del solo ingresso monumentale e la preservazione dello spazio antistante lo stadio. Nessun accenno alle mura (peraltro compromesse da interventi successivi alla realizzazione in epoca fascista della struttura come tutto il resto dello stadio) e nessun accenno a qualsiasi altra opera muraria.

Ciò che la Soprintendenza vuole (giustamente) tutelare sono le statue e l’ingresso monumentale con il suo apparato decorativo. Tale posizione espressa dalla Soprintendenza è perfettamente compatibile con la realizzazione del progetto che potrebbe permettere, finalmente, a Senigallia di dotarsi (senza un solo euro speso dai cittadini) di uno stadio funzionale e di un decoroso palazzetto dello sport utilizzabile anche per il turismo sportivo.

Si riprenda in mano il progetto, si istituisca una conferenza di servizi, si tuteli, allo stesso modo, la struttura architettonica (maestosa e identitaria) dell’ingresso dello stadio e lo sport per i giovani. Perché è bene ricordare che la monumentalità di quella struttura non era fine a se stessa: era pensata per garantire ai giovani spazi ideali, evocativi e funzionali, dove praticare lo sport. Preservare un “bene” culturale è preservare anche lo spirito e la cultura che quel “bene” ha rappresentato.

Roberto Paradisi
Maurizio Mugianesi
Portavoce Unione Civici Marche

Commenti
Ci sono 6 commenti
favi umberto 2022-04-15 07:49:51
Finalmente un intervento puntuale volto a stimolare questa amministrazione inerte ee dannosa per il suo immobilismo
Glauco G. 2022-04-15 09:35:32
Io ho sempre espresso 1 sola criticità al progetto....spero...sepero fortemente..che il palazzetto sia utilizzato solo ed esclusivamente per allenamenti ed eventi minori che non devono portare molto pubblico..in caso di un "calcio" potenzialmente tornato al livello di una volta (con pubblico sempre piu presente)....la domenica..vorrei evitare di rischiare due eventi a 3 metri di distanza...troppa confusione in una zona della città troppo "stretta" per avere due strutture attive nel mondo dello sport dilettantistico/agonistico...non so se mi sono spiegato bene ma eviterei domeniche dove (magari) il conad terrà aperto..la vigor giocherà una partita importante e dentro il palazzetto un evento sportivo di richiamo...sai che casino? la mia impotesi è remota (se non quasi impossibile) ma in un progetto bisogna valutare ogni aspetto positivo e negativo...altrimenti poi rishci di cotruire prima e trovarti impreparato poi. Per il resto..a me piace come progetto e mi piacerebbe fosse rafforzato il tetto/parete del conad così da permettere (magari in futuro) la creazione di una curca ....stile curva stadio Teramo creata in appoggio al Trony (se ben ricordo).
fra77 2022-04-15 12:06:17
@Glauco G. Concordo con quello che dice,ma le criticità semmai vengano fuori faranno parte di una futura e migliore organizzazione onde evitare disagi.
Quello che è certo è che l'amministrazione non si può permettere di perdere qualsiasi opera di soggetti privati che porta riqualificazione ad un'area che necessita moltissimo.
Quindi si dovrebbero svegliare e riprendere in mano la situazione,anche perché il comune non ha soldi per riqualificare la zona.
Ergo meglio un supermercato ed uno stadio ammodernato e altre opere,che una zona degradata.
Glauco G. 2022-04-15 13:55:46
@fra77 concorco concordo..sono favorevolissimo al progetto....ho solo espresso il mio parere sul palazzetto...il palazzetto ci deve essere ma deve essere usato per sport minori la domenica (giovanili, volley di categorie basse, ecc)...insomma..tutte quelle attività che portano poco pubblico....ma poi..parlo solo della domenica e in concomitanza con la vigor..quindi ...parliamo di 2 o 3 volte al mese e nulla più...solo la domenica. Per il resto..favorevolissimo al progetto.
Io 2022-04-17 20:57:26
Intervento inutile di addensamento edilizio, con un "centro" commerciale che crea congestione e basta.
Sarebbe sufficiente reperire fondi ed avere associazioni sportive forti e stabili, per reperirli, sistemare la palestra danneggiata dal sisma o comunque dichiarata inagibile.
Purtroppo la moda che i privati fanno progetti ed il pubblico se li deve far andare bene è sempre un'arma a doppio taglio.
Saluti
Glauco G. 2022-04-19 09:26:17
@Io infatti è proprio quello che temo pure io....troppe "cose/attività" in pochissimo spazio....è solo questo il mio dubbio...e se ti trovi ad affrontare ...calcio.... palazzetto e centro commerciale tutto in una volta?...parcheggi..persone..tifosi avversari...dove li metti? come li gestisci? ricordo il casino in un vigor jesina in serie D (se non erro)...e un evento di minore entità in un vigor jesina del 26 settembre 21 (in eccellenza)..ecc ecc ...nel primo caso...polizia ovunque e rissa finale (con agenti polizia pure all'ospedale)..nel secondo caso solo danni allo stadio e nulla più (non so se a Jesi oppure qui da noi)...se in mezzo ci metti le famiglie cha vanno al centro commerciale? famiglie al palazzetto? come le gestisci? ripeto..sarà un evento possibile al 2% ma...queste cose vanno calcolate...va programmato fin da subito un "protocollo" per gestire ogni evento avverso..e da li capire le risorse che servono e lo spreco di denaro che andremo a buttare su queste cose...solo dopo aver calcolato TUTTO ..potrai dire si oppure no alla costruzione. Io la penso così. Noi non siamo immune a certi fenoemni ..chi pensa il contrario è uno sciocco (per nondire altro). Infine...metterei subito in chiaro che è la società che "crea" il disordine che pagherà danni e pagherà il personale pubblico utilizzato....compresa la pulizia della zona...non noi cittadini ma la società che crea casino (al 99% mi riferisco al calcio)...io la penso così
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno