SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Luca Bonvini - Officina impianti GPL e metano - Senigallia

Senigallia alla conferenza sul futuro dell’Unione Europea

"La nostra città ha da sempre una tradizione europeista e tale deve rimanere"

Consiglio Comunale di Senigallia del 28 marzo 2022

La mattina di mercoledì 30 marzo si è svolta on line la Conferenza sul futuro dell’Unione europea dal titolo “Il futuro è tuo. Incontriamoci nelle Marche per parlare del futuro dell’Europa”, a cui hanno partecipato i rappresentanti delle Università marchigiane, della Regione Marche, dell’Ufficio di Rappresentanza in Italia del Parlamento europeo, del Consiglio dei Ministri, della Commissione europea, della SVEM e degli Uffici regionali Europe Direct, a cui il Comune di Senigallia ha preso parte con il Presidente del Consiglio Comunale, Massimo Bello, nella veste anche di Vice Presidente vicario dell’AICCRE Marche e di membro del Consiglio nazionale della Federazione italiana del Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa.

L’incontro è stato disegnato per permettere alla cittadinanza marchigiana e, soprattutto ai giovani della regione, di partecipare attivamente ai lavori e alla piattaforma della Conferenza sul futuro dell’Europa voluta un anno fa dal Parlamento europeo, dal Consiglio europeo e dalla Commissione europea per invitare i cittadini europei ad esprimersi sul futuro delle istituzioni comunitarie, attraverso una serie di confronti in tutti gli Stati membri. Il Parlamento europeo, il Consiglio europeo e la Commissione europea si sono assunti, quindi, l’impegno di ascoltare la voce dei cittadini europei e di dare seguito, nell’ambito delle rispettive competenze e alla fine di questo percorso di ascolto, alle raccomandazioni scaturite dalla Conferenza.

Senigallia non ha fatto mancare il proprio contributo al dibattito sul futuro dell’UE. “La nostra città ha da sempre una tradizione europeista e tale deve rimanere”, ha detto il Presidente Bello.

“Nella seduta di lunedì scorso – ha aggiunto Massimo Bello – il Consiglio ha approvato, con un voto unanime di tutti i gruppi politici presenti in Aula, una mozione, con cui impegna le istituzioni locali, a cominciare proprio dallo stesso Consiglio, a promuovere obiettivi e iniziative per sollecitare l’Unione europea a trasformare in riforme coerenti le richieste inserite in questa piattaforma programmatica e per un’Europa più solidale, più democratica e più federale, rispettando la volontà espressa dagli oltre cinquecento mila cittadini, che compongono gli Stati membri.”

Il 13 ottobre 2001 Senigallia è stata la prima città marchigiana a ufficializzare l’adesione alla Conferenza sul futuro dell’Europa e ad organizzare i lavori della prima Conferenza regionale pubblica per rafforzare la democrazia europea e per rendere protagonisti i cittadini di questa grande e unica opportunità. L’incontro di Senigallia è stato anche l’occasione per ascoltare nell’aula consiliare il messaggio augurale dell’allora Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, recentemente scomparso, che aveva parlato di “rilancio delle istituzioni europee e della necessità di avere una Europa più coesa, unita e forte.”

“L’unione europea – ha concluso il Presidente Bello – è tuttora uno straordinario progetto di integrazione regionale, che si è sviluppato con successo per oltre settant’anni grazie ai padri fondatori, tra cui Altiero Spinelli, che ne hanno disegnato le linee fondamentali. Oggi, però, c’è l’esigenza di un cambio di rotta, che trasformi le debolezze dei Trattati attuali in una sorta di rinascita costituzionale, attraverso una loro modifica.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura