SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Emergenza Covid a Senigallia, la giunta regionale resta in attesa”

Mangialardi: "Incomprensibile che non si proceda a un efficace tracciamento nelle scuole"

Marche Notizie - Marchenotizie.info
Maurizio Mangialardi

“Prendiamo atto che non è intenzione della giunta regionale farsi carico dell’esponenziale incremento dei contagi che si sta verificando a Senigallia.

La decisione della Regione Marche, infatti, comunicata dall’assessore alla Sanità Saltamartini rispondendo a una mia interrogazione sul tema, è quella di attendere i prossimi giorni prima di valutare eventuali provvedimenti. Una decisione che non esito a definire grave e incomprensibile, considerato che lo stesso Saltamartini, smentendo anche il sindaco Olivetti, non solo non ha contestato i numeri preoccupanti da me presentati, che vedono circa 7 positivi ogni mille abitanti e il 2 per cento della popolazione in quarantena, ma ha indicato chiaramente come l’epicentro del contagio si trovi nelle scuole e comunque laddove si svolgono attività giovanili.

Non si comprende, quindi, il perché la giunta regionale non attivi come da me proposto un capillare monitoraggio tra gli studenti per tracciare i contagi ed eventualmente procedere a chiusure mirate al fine di prevenire provvedimenti più pesanti nel bel mezzo delle festività natalizie. E’ evidente che non sono in grado di intervenire.

Che sia incompetenza o un ostentato disinteresse nei confronti di Senigallia poco importa. Il rischio, purtroppo molto concreto, è che nei prossimi giorni si verifichi un ulteriore aumento dei positivi nella nostra città, con conseguenze negative sulla salute dei cittadini e sulle attività economiche”.

A dirlo è il capogruppo regionale del Partito Democratico, Maurizio Mangialardi, al termine del consiglio regionale che ha discusso anche l’esplosione del numero dei contagi da Covid a Senigallia.

Commenti
Solo un commento
favi umberto 2021-12-08 08:13:06
Le scuole meritano particolare attenzione sia per gli studenti che per i docenti. Risulta ad esempio un docente no vax del liceo Perticar in particolare faceva propaganda contro il vaccino ed ora invece di essere sospeso/a si è messo/a in malattia finge attacchi di panico finge svenimenti ma non è adeguatamente controllato/a. Vogliamo o no sottoporre l'(...omissis...) individuo ad accertamento sanitario e poi procedere con il licenziamento in tronco?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura