SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Il concerto annullato e la discussa paternità dei fondi PNRR: il sindaco Olivetti dice la sua

Intervista al sindaco di Senigallia, Massimo Olivetti -VIDEO

2.911 Letture
commenti
La Risacca - Ristorante a Senigallia - Pesce, pizza forno a legna, aperitivi
Intervista al sindaco Massimo Olivetti

Centro delle recenti polemiche che hanno diviso pareri di cittadini e consiglieri comunali della città di Senigallia, c’è l’ormai annullato concerto di Giuseppe Povia.

Il cantante è stato dapprima contestato per alcune sue dichiarazione riguardanti i green pass, poi ha deciso di cancellare la data del concerto prevista per Senigallia così motivandola “L’ho annullato quando il Comune mi ha chiesto di firmare un foglio in cui richiedevo io stesso il “suolo pubblico” dandomi la responsabilità di tutte le misure di sicurezza”.

Per legge, a chi spetta dunque farsi carico del piano di sicurezza nel momento in cui viene organizzato un evento ?

Senigallia Notizie ha voluto porre questa domanda al sindaco di Senigallia, Massimo Oivetti, citato più volte all’interno delle polemiche, il quale ha chiarito che “Qualunque evento venga fatto ha bisogno di un piano sicurezza e se è organizzato dal Comune o in collaborazione con esso, sarà compito dell’Amministrazione occuparsene. Se invece, come nel caso del concerto di Povia, l’evento viene organizzato da un privato spetta a lui organizzarlo.”

Non solo concerti al centro delle diatribe degli ultimi mesi, ma ampiamente contestati sono stati anche i recenti 7 milioni e mezzo di finanziamento ottenuti dal Comune di Senigallia dal PNRR.

L’opposizione rivendica la paternità di questi fondi, ma il Sindaco Olivetti controbatte difendendo i meriti dell’operato della sua Giunta “Una minoranza che polemizza  sui fondi ottenuti dal PNRR, rivendicandone la paternità, non fa altro che autocondannarsi dimostrando di non essere stato capace di metterli in piedi.”

La risposta del sindaco Olivetti arriva anche per le accuse rilasciate dalla consigliera PD Chantal Bomprezzi” La Bompezzi sa di non aver detto la verità. I 7 milioni e mezzo nascono da un accordo preso con la Regione Marche che ci ha permesso di rientrare in un finanziamento, riservato alle città metropolitane, grazie alla sinergia con il Comune di Falconara.E’ una costruzione che abbiamo intercettato noi, poteva essere fatta dalle precedenti Amministrazione, ma non è andata così.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS

Partecipa a Una Foto al Giorno





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura