SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Energie rinnovabili: ecco perché oggi giocano un ruolo determinante

In Europa superano quelle fossili. Un'arma contro riscaldamento globale. Salute globale dipende anche da energie rinnovabili

Energia rinnovabile, efficienza energetica

La consapevolezza dell’importanza delle energie rinnovabili è ormai inconfutabile, come dimostrano le indicazioni della comunità scientifica internazionale, i programmi green dei principali paesi del mondo e l’opinione pubblica.

Al giorno d’oggi la sostenibilità ambientale è un tema sempre più presente in ogni aspetto della vita quotidiana, dalla mobilità a zero emissioni alla spesa a Km 0, fino all’acquisto di prodotti di aziende certificate dal punto di vista ecologico.

Anche il mondo della finanza è fortemente esposto su questo fronte, infatti come indicano il report di Capgemini World Wealth 2020 e il rapporto 2019 di GSIA sono in crescita gli investimenti ESG, vale a dire quelle operazioni finanziarie che tengono conto di fattori etici legati ai diritti umani, alla trasparenza e alla sostenibilità ambientale.

 

Le energie rinnovabili in Europa superano quelle fossili

La prima buona notizia del 2020 sulle energie rinnovabili arriva da uno studio dell’organizzazione Ember, un think tank inglese che ha analizzato la situazione delle fonti verdi nei 27 paesi della UE.

Secondo l’associazione, nella prima metà dell’anno in corso le risorse energetiche pulite prodotte da energie rinnovabili hanno superato i combustibili fossili, infatti è stato generato il 40% dell’energia elettrica da fonti green, contro il 34% da materie prime tradizionali come il gas e il carbone.

Complessivamente le fonti verdi sono cresciute in Europa nel 2020 dell’11%, troviamo al primo posto l’eolico con il 21%, seguito dal solare (+16% nei primi mesi del 2020), dall’idroelettrico 18%: un risultato che ha permesso di diminuire le emissioni inquinanti di CO2 del 23%.

Ovviamente la pandemia di Covid-19 ha svolto un ruolo fondamentale, infatti a causa del lockdown è stato registrato un calo della domanda energetica europea del 7%, tuttavia è innegabile l’inversione di marcia in corso all’interno della UE.

In particolare sono incoraggianti i dati sull’utilizzo del carbone, una delle fonti più inquinanti in assoluto, in contrazione in tutti i paesi europei tra cui Portogallo (-95% nel 2020 rispetto al 2016), Spagna (-54%), Germania (-32%) e Italia (-25%).

Tra i paesi più virtuosi per quanto riguarda il passaggio alle energie rinnovabili ci sono naturalmente le nazioni del Nord Europa, in grado di vantare primati eccellenti sia nell’utilizzo delle fonti green sia negli incentivi a settori importanti come la mobilità elettrica a zero emissioni.

Sempre secondo lo studio di Ember, infatti, l’eolico e il solare rappresentano le principali fonti in Danimarca, dove arrivano a coprire il 64% del fabbisogno nazionale, in Irlanda, con una quota del 49%, e in Germania, in cui riescono a soddisfare il 42% della domanda energetica.

 

Energie rinnovabili un’arma contro il riscaldamento globale

Le fonti rinnovabili non sono soltanto uno strumento per vivere meglio, riducendo le emissioni inquinanti per beneficiare di una qualità dell’aria migliore. Si tratta, infatti, di una soluzione efficace per contenere i danni provocati dal cambiamento climatico, un processo ormai riconosciuto dalla comunità scientifica internazionale e ricondotto ufficialmente alle attività umane.

Ormai l’approvazione è unanime, come dimostra la ricerca condotta dallo scienziato James Powell pubblicata sulla rivista Bulletin of Science, Technology & Society, con la quale ha analizzato oltre 11 mila studi realizzati nel 2019. Dello stesso avviso è l’ONU, che ha reso noto recentemente un report dettagliato sui cambiamenti climatici, prodotto con il supporto di 104 scienziati provenienti da 30 paesi differenti del mondo.

Il riscaldamento globale è dunque una vera e propria emergenza mondiale, una situazione allarmante che richiede il massimo sforzo dei governi e di ogni cittadino per la diminuzione delle emissioni inquinanti.

Le conseguenze del surriscaldamento sono complesse e irreversibili, come lo scioglimento dei ghiacci, l’aumento della temperatura e dell’acidità degli oceani, l’incremento dei fenomeni atmosferici di forte intensità e l’innalzamento del livello del mare: condizioni che mettono in serio pericolo la sicurezza alimentare di milioni di persone.

 

La salute globale dipende anche dalle energie rinnovabili

Per capire il ruolo determinante delle fonti rinnovabili, con la necessità di valorizzare l’uso di energie alternative come l’eolico, il solare e l’idroelettrico, è importante sottolineare il rapporto tra cambiamenti climatici e salute globale. Secondo due articoli pubblicati sulla rivista scientifica BMJ, l’aumento della temperatura potrebbe causare un incremento dei ricoveri ospedalieri e dei casi di diabete.

Una ricerca proposta sulla rivista EBioMedicine, invece, proverebbe una correlazione tra il riscaldamento globale e la crescita della mortalità per malattie cardiovascolari, respiratorie e cerebrovascolari.

Inoltre, se le previsioni degli scienziati sul riscaldamento globale dovessero rivelarsi esatte, dal 2020 al 2030 ci saranno oltre 100 milioni di persone costrette a emigrare per motivi climatici, in accordo con le stime della Banca Mondiale.

È evidente che la divulgazione degli studi scientifici serva ad aumentare la sensibilità civile e politica sui temi ambientali, per un maggiore impegno nel contenimento del surriscaldamento terrestre e nella riduzione delle emissioni inquinanti.

Secondo l’ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, è indispensabile agire su tre fronti: utilizzare quanto più possibile energie rinnovabili, diminuire i consumi energetici aumentando l’efficienza dei sistemi e progettare tecnologie innovative per la cattura del carbonio e della CO2 nell’atmosfera.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!