SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mangialardi su Consiglio Grande sulla gestione Covid e le prospettive dell’ospedale di Senigallia

"Subito investimenti per potenziare il piano occupazionale e l’acquisto di nuove strumentazioni”

1.146 Letture
commenti
Albergo Ristorante Bice Senigallia - Ritiro in rosticceria e consegna a domicilio per asporto
Consiglio Grande sulla gestione Covid e le prospettive dellospedale di Senigallia

 Un momento di approfondimento e analisi sulla gestione dell’emergenza Coronavirus e sulle prospettive del presidio ospedaliero senigalliese, che nei mesi della crisi sanitaria è stato tra quelli classificati Covid positivo e ha contribuito a salvare molte vite umane. Questo l’obiettivo del Consiglio Grande voluto dal sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi e dal presidente del consiglio comunale Dario Romano, che ha visto anche le relazioni del governatore Luca Ceriscioli, del direttore dell’area vasta 2 Alessandro Marini e dell’assessore comunale ai Servizi sociali Carlo Girolametti.

Abbiamo voluto questo Consiglio Grande – ha esordito il sindaco Mangialardi – la cui convocazione era stata peraltro votata all’unanimità dal consiglio comunale, per dare alla nostra comunità un’occasione di confronto e partecipazione al fine di comprendere i risvolti della grave crisi sanitaria dei mesi scorsi. Una crisi che ha colpito molto duramente le Marche e che ha visto il nostro ospedale e il suo personale in prima linea su scala regionale per fronteggiare una situazione senza precedenti”.

È evidente – ha aggiunto Mangialardi – che questa esperienza ci indica chiaramente la strada da seguire in futuro e le modalità con cui va ripensato il nostro modello sanitario, attraverso la crescita dei servizi e della medicina del territorio, che in questa fase abbiamo sperimentato grazie a tanti medici di base e che ha consentito a Senigallia di essere il primo comune ad attivare le Unità Speciali di Continuità Assistenziale per curare i malati a domicilio e circoscrivere il numero dei ricoveri in ospedale. L’obiettivo è evitare che un nuovo innalzamento dei contagi torni a mettere sotto pressione le strutture ospedaliere, pregiudicando o limitando il funzionamento delle prestazioni di ricovero previste. Ovviamente, in questo quadro, come ho già detto in altre occasioni, un ruolo fondamentale potrà a e dovrà averlo l’ospedale di Senigallia, che ha dimostrato di avere tutte le competenze professionali e umane per rispondere alle esigenze della popolazione, nell’emergenza come nella quotidianità. Certo, servirà un piano di rilancio, ma su questo siamo già al lavoro con la Regione Marche per investimenti mirati al potenziamento del piano occupazionale e l’acquisto di nuove strumentazioni. In questo ambito, abbiamo già predisposto tutto per essere pronti a recepire le risorse che certamente arriveranno dal ministero e dall’Unione europea con progetti concreti”.

L’obiettivo di questa giornata – ha sottolineato il governatore Ceriscioli – è riflettere assieme su quella che è stata una vicenda epocale con la volontà di riconoscere il lavoro svolto nei mesi più difficili della pandemia, traendo gli insegnamenti e le linee guida per il futuro, ma anche per chiarire scelte che forse si fatica ancora a comprendere. Tra queste quella dell’utilizzo delle terapie intensive e semi intensive, che ora tutti sembrano volere. In realtà si tratta di attrezzature utilizzabili solo durante il picco pandemico e averle significa trasformare chi ne dispone in ospedali Covid. Fatto che va limitato il più possibile per preservare la possibilità di avere più strutture capaci di rispondere alle altre patologie, che ovviamente non scompaiono durante l’emergenza sanitaria”.

Soddisfatto anche il presidente del consiglio comunale Dario Romano: “Un momento di grande democrazia nonostante le difficoltà. Il confronto e la qualità degli interventi hanno permesso di avere una panoramica completa del quadro attuale e delle azioni da mettere in campo per il futuro. Nonostante le tante criticità e difficoltà, la sanità pubblica è il cardine imprescindibile su cui fondare l’assistenza socio sanitaria dei cittadini marchigiani”.

Commenti
Ci sono 6 commenti
paolopizzi 2020-07-11 23:05:14
Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.... e continua il teatrino
Glauco G. 2020-07-12 10:12:31
Mai un "scusate se abbiamo sbagliato a gestire la sanità..promesttiamo di migliorare"..tante parole..tanto fumo ma mai un accenno al pentimento di una gestione scellerata che ha portato a depotenziare draassticamente la sanità locale.... questo a me fa rabbia..tanta rabbia..parlano come se il problema osse stato creato da qualche alieno sceso sulla tera e ora sparito..siete voi che ci avete portato a questo punto..chiedete scusa quando iniziate un "comizio/dibattito"...chiedete scusa e poi dicetici come volete riparare al vostro danno...non che avete preso visione della strada da percorrere..tutti sapevamo già da anni che strada dovevate percorrere ma voi avete deciso di prendere altre strade...voi e solo voi avete voluto questo..ora tornate indietro, chiedete susa e fate quello che TUTTI noi vi diciamo di fare da anni....e la prossima volta..state a sentire noi che ci capiamo molto di più di voi (visto come sono andate le cose)...non serve un tiolo medico per fare un politico e pensare di essere competente nella sanità locale..serve altro...avete dimostrato in 3 di non saper fare..ciedete scusa e ora fate quello che sempre vi abbiamo detto di fare... e non vi azzardate a prendere meriti se farete tornare alla normalità (oppure anche solo migliorare di poco) la nostra sanità perchè la nuova strade che volete percorrere è nuova per voi tre non per tuti noi che tentiamo di farvela percorrere da anni..chiaro?
henry
henry 2020-07-12 11:15:03
....finito il militare si cantava questa canzone
....a casa si va, e non si torna più
....ma vista l'alta incapacità di quelli a destra
....questi se fanno altri 5 anni
....meno male che io abito altrove
....per chi resta, so "uccelli per diabetici"
....politici di destra, non provate vergogna per la vostra incapacità ?
arcimboldo 2020-07-12 18:48:48
Se la cantano e se la suonano!!! In compenso "le suonano" alla popolazione privandola della sanità locale che per curarsi si deve sbattere in giro per il mondo!!! Non faranno nulla per Senigallia è già scritto da tempo il destino del nostro nosocomio!!!
conte1 2020-07-12 20:18:13
Concordo con Glauco, è solo ed esclusivamente colpa di questa amministrazione ingrata se la sanità locale è arrivata al collasso. Se questi sono i cervelli che ci amministrano e decidono allora preferisco che se né vadano fuori il prima possibile, PER SEMPRE. BASTA AVERE I VOSTRI SEDERI SEDUTI SU QUELLE POLTRONE. CI AVETE STANCATO.
octagon 2020-07-15 07:50:04
Mentono spudoratamente sapendo di mentire, purtroppo andrà su Volpini anche se in misura molto più risicata viste le liste, ma poi raggruppate avranno di nuovo la maggioranza, a dx sonnecchiano e sbraitano di come fanno male le cose a sx, seguono la stessa linea del grande capron... ops capitano. a sx si sbrodolano dei successi fatta sulla pelle degli operatori sanitari, anche qui ci sta bene il detto: bello fare i fenocchi con il c@@@@ degli altri. Un disegno ben preciso perpretato da maestri d'arte fina, demolire pian piano e intanto stendere un velo pietoso sia sulle procedure penali in corso sia per lasciare spazio in regione ai soliti burattinai.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!




Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura