SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Optovolante - Ottica a Senigallia

Paradisi: “la stagione turistica di Senigallia è un disastro annunciato”

"La città è vuota, per il Caterraduno soldi sprecati. Ma il sindaco si auto-celebra"

4.352 Letture
commenti
Taglio del nastro per il CaterRaduno 2014

Il sindaco di Senigallia ha perso il comune senso del pudore. In un giornale locale (ormai divenuto la gazzetta del primo cittadino) ha auto-celebrato la stagione turistica che ci stiamo lasciando alle spalle.

Mangialardi ha una bella faccia tosta politica. Questa stagione turistica si può riassumere in una sola parola: “disastro”.  Abbiamo visto (fatta eccezione per i giorni del Summer Jamboree per il quale il sindaco si è assunto, in un delirio di onnipotenza, un merito che non gli appartiene nemmeno in minima parte) una città deserta, abbandonata dai turisti e persino dei pendolari dell’entroterra.

Mai come quest’anno i locali sono stati vuoti, le spiagge disertate (e non solo per il maltempo), le iniziative (poche e inconsistenti) snobbate, il lungomare e il centro storico desolanti. Ma in che città vive Mangialardi? Non ha assistito come tutti i cittadini alla depressione più nera del turismo? Ha miseramente fallito persino il “Caterraduno” (nella foto l’inaugurazione 2014), completamente boicottato dagli ospiti che pur gli anni scorsi avevano raggiunto la città. Nei giorni della manifestazione organizzata da “Caterpillar” (peraltro sempre più ideologizzata), la città era incredibilmente desolata e nella stragrande maggioranza dei casi, gli alberghi erano semivuoti (ho anche personalmente verificato la situazione chiedendo la disponibilità di posti ad oltre 10 hotel).

Eppure, per questa manifestazione che ha attirato turisti tanto quanto una piccola sagra di quartiere, Maurizio Mangialardi ha fatto stanziare 103.400,00 euro. Una follia! Denaro pubblico erogato senza crismi e senza ritorno di sorta (diversamente dal “Summer Jamboree”). Denaro dei cittadini buttato alle ortiche. Questa Amministrazione, priva di fantasia, di iniziative proprie, di idee in grado di richiamare turisti, di capacità politica e organizzativa sta uccidendo la “Spiaggia di Velluto”. Il tutto condito da una sciatteria imbarazzante. Fino ancora ai primi di luglio, in una strada parallela al lungomare (dietro l’Hotel City) erano accumulati i detriti dell’alluvione ai bordi della strada. L’intero lungomare sud è devastato dall’incuria e dall’abbandono (basti vedere il muretto e le piantane rovinate da anni) con una realizzazione, mai ritoccata, che risale alla metà degli anni ottanta. La mala gestione della cosa pubblica ha ormai ucciso l’ultima risorsa cittadina.

La speranza è che sia per loro davvero l’ultima estate.

Commenti
Ci sono 8 commenti
Sebastian
Sebastian 2014-08-21 14:01:55
"In un giornale locale (ormai divenuto la gazzetta del primo cittadino)"...ancora RIDIAMO dopo aver letto in "quel giornale", che il Summer ha portato OLTRE UN MILIONE DI PERSONE...poi immancabilmente SMENTITI dallo stesso organizzatore del Summer che ha parlato di 350mila presenze...e questo sarebbe fare giornalismo???
ilbianconiglio 2014-08-21 15:42:04
Avvocato avvocato, lei mi ricasca sulle vecchie abitudini a dire le cose da una parte.
Quelli del cateraduno non li chiama il comune ma la Rai, e la Rai adesso tira la cinghia come tutti.
Ah se per caso non le sfuggito in quella settimana si e' parlato spesso di Senigallia in una radio nazionale, non mi pare una cosa brutta per una citta' che campa di turisti: oh mi sbaglio?
un povero tra i poveri (di politica) 2014-08-21 15:42:24
"FUORI DAL COMUNE" E' da cinque anni che vado dicendo che avremmo avuto un sindaco fuori dal Comune (ma fuori dal Comune di Senigallia) talmente fuori da non rendersi conto di quello che succede e di quello che è la realtà. Il dire sempre che siamo l'eccellenza e nascondere la realtà delle cose ai propri cittadini non è segno di maturità. Alzare le tasse comunali mentre la crisi ci attanaglia da 5 anni (cosa da devastare qualsiasi economia) l'alluvione ecc. ecc., ma quì va tutto bene perchè altrimenti non sarebbero venuti in ferie neanche quei pochi turisti venuti. La goletta verde che non infierisce su Senigallia, celando i risultati delle analisi campione eseguiti in mare, altrimenti si sarebbe dovuti chiudere gli stabilimenti balneari per mare fortemente inquinato. Forse sarebbe meglio dire la verità ai propri cittadini con senso di responsabilità "PER FARVI VIVERE SERENAMENTE VI ABBIAMO NASCOSTO SEMPRE I PROBLEMI DEL COMUNE DI SENIGALLIA". Siamo alla bancarotta e non possiamo più assicurare i servizii essenziali alla cittadinanza, abbiamo sperperato i soldi dei cittadini ed il Comune ha un buco economico di milioni di Euro e non è per colpa del patto di stabilità. Ma lui è fuori dal Comune e mi chiedo se quel famoso 51% che lo ha eletto nel 2010 ora si trova fuori dal Comune di Senigallia o finge di non capire chi aveva votato. Alle vote penso che Senigallia sia piena di gente FUORI DAL COMUNE, ma talmente fuori fuori fuori, che rimane difficile trovare persone normali con cui parlare delle cose Comuni e che dica la verità.
rottura 2014-08-21 21:22:13
Paradisi ... sempre il solito.
LuigiRebecchini 2014-08-21 22:29:13
Secondo "Quattroruote" la trasmissione ancora più ascoltata dagli automobilisti è proprio Caterpillar. Credo che la promozione della città di Senigallia non abbia trovato, ad oggi, mezzo migliore che Caterpillar e rairadio2. Poi che il palinsesto possa trovare voci diverse e un dibattito più vivace, come avveniva in passato, e non monocorde come succede adesso, è un'altra cosa. Roberto, in questi anni, siamo stati e siamo in sintonia su tantissimo, direi quasi su tutto, ma su caterpillar dissento con il tuo articolo. Ma ne possiamo parlare e credo tu possa convincerti della bontà dell'evento.
Indiana Pips
Indiana Pips 2014-08-21 23:51:25
L'evento è sicuramente buono, Senigallia ci guadagna perchè viene veicolata su tutto il territorio nazionale, però è anche vero che, come dice il Sig. LuigiRebecchini, il dibattito è smaccatamente di parte, e così non va bene...ma tanto dove regna il PD funziona così, e bastano 80 euro per farsi dare il voto, che te ne levino subito dopo 300 non conta ovviamente, perchè a sinistra non sono solo monocorda, ma anche senza materia grigia.
Glauco G. 2014-08-22 11:34:43
Immagino che Paradisi avrà in mente un rilancio della città di Senigallia di primissimo ordine... visto che snobba Radio Rai (una delle radio più ascoltate in Italia) e siccome ha sempre e solo dimostrato di avere idee che “per partito preso” vanno sempre in direzione opposta a quelle del sindaco (e non voglio difendere il sindaco) allora immagino che la sua idea sia quella di acquistare spazi pubblicitari su radio velluto oppure su TV centro marche (con tutto il rispetto per due realtà locali)…. Ottimo direi!!
Poi mi immagino anche che avrà molte idee anche per quanto riguarda gli eventi di sicuro richiamo … magari un tiro alla fune … un guarda e ladri alla rocca… una salsicciata alla rotonda…oppure uno spettacolare nascondino in città …..visto che snobba i due eventi che negli ultimi anni hanno superato ogni evento mai esistito a Senigallia ad esclusione della Fiera negli anni d’oro (forse)… per quanto riguarda gli eventi minori….Pane N. non è un evento che porta 100.000 persone quindi lo togliamo? Complimenti.. ottima cultura del turismo dimostra… variare e avere un pacchetto d’offerta il più completo possibile in teoria è una mossa che funziona sempre.. ma è anche ovvio che per farlo devi offrire eventi diversi fra loro che attirino persone diverse fra loro…... poi a fine anno tiriamo le somme e decidiamo se e quali eventi portano perdite e quindi da togliere e quali no….. ma nemmeno Pane N. credo sia in perdita a conti fatti ….e i conti non si fanno come i bambini delle elementari dicendo quanto spende il comune e fare una stima di quanta gente attira in città a spendere un X di soldi ... i conti si fanno per bene e dentro rientrano tantissime voci sia economiche come ricavi/costi veri e propri e sia sociali come ad esempio anche il passaparola… (un evento attira 4 persone che girano per la città e 2 di loro la trovano bella e 2 no…i 2 che troveranno bella la città parleranno con amici e parenti e magari 1 di loro deciderà di tornare l’anno prossimo con 6 amici ….quindi 7 persone contro i 4 dell’anno prima…ecce cc ecc ) e come si scoprono questi dati? Con sondaggi…. Coinvolgendo il turista e chiedendo al turista cosa piace e cosa non piace…studiando comportamenti ..abitudini e gusti…(coinvolgere di più albergatori e operatori turistici in questo studio di settore) ecco cosa manca a Senigallia.. noi andiamo per tentativi e chiacchieriamo … poi per grazia ricevuta becchiamo due eventi che possono e portano turismo… qualcuno si permette pure di criticarli citando solamente quanto spende il comune....complimenti!!!!
Athacliath79 2014-08-22 13:17:27
Il caterraduno, oltre a portare a Senigallia i fan della trasmissione nei giorni della manifestazione, dà alla città una pubblicità giornaliera per mesi su una delle radio più ascoltate a livello nazionale e nella fascia di punta degli ascolti. Una cosa che le altre città turistiche della costa si sognano... I soldi investiti in questa pubblicità ritornano sul lungo periodo e rendono ben più della cifra spesa, in una misura che non è comparabile coi 10 alberghi che non hanno fatto il pieno in quella settimana. Certo, per avere dei nomi importanti in cartellone, quelli che attirano nell'immediato migliaia di persone, bisogna investire altri soldi, cosa che non è stata possibile quest'anno, per le ragioni che tutti sappiamo. Vogliamo abbandonare il caterraduno? Benissimo, c'è la fila di amministrazioni più lungimiranti che sono pronte a investire in questa pubblicità massiva ed efficace mentre noi torneremo indietro di 20 anni, quando a Senigallia d'estate c'era il vuoto di eventi.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!
Scarica l'app di Senigallia Notizie per AndroidScarica l'app di Senigallia Notizie per iOS





Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura