SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
La Senigalliese - Pratiche auto, passaggi, immatricolazioni, bolli - Senigallia

“Ed eccole di nuovo qui, le ruspe, sulla spiaggia di ponente di Senigallia!”

Nasce un nuovo Comitato: contestata la scelta di dare il via libera al Senigallia Beach Cross

1.812 Letture
commenti
La riviera nord (lungomare Mameli) di Senigallia, spiaggia di ponente

“Liberiamo la spiaggia libera di Ponente!”
E sono ancor qua. Eh già!


Eccole di nuovo le ruspe che smuovono, ribaltano, rimescolano, distruggono quel tratto di spiaggia che dopo gli “eventi” estivi tornava a ricomporsi, a ricompattarsi, a rivivere.

Ma poco conta la tutela dell’ambiente, il rispetto dell’habitat naturale del fratino; poco conta il pericolo di inquinamento di fronte al bisogno di pochi di divertirsi.

Centinaia e centinaia di metri quadrati di spiaggia deturpati per una pista di motocross (“Senigallia Beach cross” 18 gennaio 2020-2 febbraio 2020): oli e gas di scarico dei motori che andranno a mescolarsi con la sabbia e a dissolversi nell’aria.

Chiunque voglia fare una passeggiata al mare venga sul lungomare Mameli a respirare la brezza marina durante lo svolgimento delle gare e degli allenamenti del motocross e allora, solo allora, esprima il suo parere.

Ma il nostro “disappunto“, oltre che verso gli organizzatori, si rivolge alla Amministrazione Comunale che si professa rispettosa dell’uomo e del territorio e poi autorizza questo genere di manifestazioni.
Perché?

Chiediamo che in futuro vengano fatte scelte diverse e più responsabili; scelte compatibili con l’ambiente e le persone che ci vivono.
Chiediamo anche a chi la pensa come noi si sostenerci, di aiutarci a far conoscere questo problema; vogliamo provare a sensibilizzare i nostri concittadini perché crediamo veramente che la spiaggia libera sia un bene comune che non può essere sfruttato e monopolizzato per l’interesse di pochi.

Contatti: comitatospiaggiaponente@gmail.com

Da

Comitato per la Salvaguardia della Spiaggia di Ponente

 

Commenti
Ci sono 6 commenti
BlackCat
BlackCat 2020-01-14 14:54:34
Leggo commenti di ogni tipo su Facebook: talebani del consumismo VS talebani ambientalisti. Odiatori da ambo le parti si scontrano come due moto in corsa in un frontale che lascia poco o nessuno spazio alla ragionevolezza e alla convivenza civile. Personalmente non sono contrario all'evento anche se bisogna ammettere che non è ad impatto ZERO. L'importante è garantire sicurezza, pulizia, il minimo impatto ambientale, sorveglianza e eventuali multe ai trasgressori (oggetti lasciati in spiaggia, cicche, bulloni, oli esausti ecc...). Chiaro che tutto questo cozza con una eventuale propensione ambientalista che di fatto, se non elettoralmente e quindi paraculamente decantata, non appartiene a questa giunta comunale. Non per niente mi fanno ridere assai nelle loro acrobazie eco-sostenibili.
Mario2 2020-01-14 17:16:58
Ho avuto modo di vedere i lavori da vicino scattando anche diverse foto, la spiaggia è stata devastata completamente, mucchi di materiale e passaggi di ruspe proprio davanti ai cartelloni "un anno con il fratino". Una cosa indecente priva di qualsiasi sensibilità.
giulio
giulio 2020-01-14 18:04:02
Follia devastatrice, a spese del contribuente. Per cosa. poi?
octagon 2020-01-15 06:57:12
Assolutamente contrario a questa manifestazione, c'è la fossa del diavolo per queste manifestazioni.
danif 2020-01-15 08:59:47
Smog, rumore e spiaggia devastata per una attività che potrebbe essere tranquillamente svolta altrove. Come al solito, per il piacere di pochi, si crea un grosso disagio e fastidio a molti, ma questa ormai sembra una abitudine consolidata a Senigallia. Ennesima dimostrazione della scarsissima attenzione della amministrazione di Senigallia per l'ambiente, per gli ecosistemi costieri, per il patrimonio ambientale e più in generale per le zone più periferiche della città, una amministrazione attenta solo a fatue "luci" natalizie ed al consenso social che riscuotono. Complimenti.
Glauco G. 2020-01-15 11:14:08
Non sono mai stato contro a questo evento ma devo dire che piano piano sto cambiando il pensiero che avevo di questa manifestazione....io non sono mai contrario quando in città si organizzano eventi e ho sempre detto che quella zona è perfetta per molti eventi estivi (che portano anche molte persone)... concordo che è inquinante ma quasi tutti gli eventi lo sono purtroppo... quindi non è tanto questo il problema per me ma il fatto che l’evento sta raggiungendo (secondo me) la sua parabola ascendente di successo e da qui traggo le mie conclusioni....vedo una evento fuori contesto..non credo sia così utile e suggestivo fare una gara di motrocross in riva al mare in inverno quando abbiamo una bella pista in collina...preferirei organizzare una gara seria dentro la nostra pista che un evento promozionale (più che altro) in riva al mare.... non vedo un crescente afflusso di pubblico...è talmente di nicchia questo sport (come molti altri purtroppo) che non credo porti valore alla città (dico di affluenza di pubblico e attrattiva)... ok portrà 4 fanesi e 5 anconetani ma non credo sia un vero valore aggiunto...porterà più visibilità al mondo del motocors ma la piazza (Senigallia) è piccola e se non porti attrattiva non porti pubblico ne tantomeno visibilità...qui non si parla di ospitare Cairoli e quindi crerare un evento molto più “pubblicizzato”...qui si parla di un gruppo di sportivi che girano in moto ma che potrebbero farlo meglio in pista....insomma...non vedo in fin dei conti uno spettacolo utile alla città e nemmeno al movimento..in questo caso... credo che i vantagi non riescano a coprire i fastidi ...per questo (oggi) penso pure io che vada spostato in pista oppure soppresso...l’impegno e l’idea rimane ma purtroppo non vedo nulla di più.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura