SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Come ottenere il mutuo senza busta paga

Figura del garante e documenti che attestano capacità reddituale

mutui, tassi, prestiti, finanziamenti, casa

Negli ultimi mesi in Italia c’è stata una certa apertura da parte delle banche nel favorire l’accesso al credito finalizzato all’acquisto della casa. Una presa di coscienza, dovuta alle trasformazioni dell’attuale società ed in particolare del mondo del lavoro.

Infatti, i giovani, raramente possono contare su occupazioni caratterizzate da contratto a tempo indeterminato, bensì devono confrontarsi con lavori atipici e precari. Tutto questo ha permesso la comparsa, sul mercato creditizio, di mutui accessibili anche senza busta paga.

La possibilità di accedere al mutuo senza disporre della busta paga

In passato, per poter accedere ad un mutuo per l’acquisto della casa, era necessario presentare delle garanzie finanziare ben precise, a dimostrazione della capacità reddituale del richiedente, nel poter rispettare il pagamento delle previste rate mensili del piano di ammortamento. In parole povere, si deve presentare, all’istituto di credito, la busta paga nel caso di lavoratore dipendente, oppure il cedolino della pensione in caso di pensionato. Oggi tutto questo non sempre è possibile ed è per questo che le banche mettono a disposizione dei propri clienti alcune vie alternative. In pratica, dopo aver individuato l’immobile di interesse, magari dando un’occhiata sui portali di agenzie online come nel caso di Tecnocasa.it, ci si reca presso la propria banca di fiducia per discutere dell’accesso ad un mutuo senza busta paga per presentare una congrua proposta d’acquisto. La mancanza di busta paga oppure del cedolino della pensione, mette il deliberante nelle condizioni di dover valutare un prodotto potenzialmente più pericoloso. Tuttavia, ci sono delle interessanti alternative da prendere in considerazione.

Presentare alla banca documenti che attestano la capacità reddituale

Prima di specificare le opzioni, vi ricordiamo come anche i portali delle agenzie immobiliari come nel caso di Tecnocasa.it offrono ai clienti una funzionale consulenza per accedere al mutuo e tanti altri servizi. Detto questo, si può ottenere il mutuo in assenza di busta paga e quindi di un contratto a tempo indeterminato, dimostrando al mutuante di disporre della capacità reddituale per far fronte alle rate previste dal piano di ammortamento. Nello specifico, sarà necessario presentare le ultime due dichiarazioni dei redditi (modello Unico) ed in aggiunta l’estratto conto bancario. Il deliberante del mutuo, potrà, quindi, avere a disposizione dati concreti che permetteranno di valutare se o meno il richiedente potrà tener fede ai propri impegni. Verrà effettuato un calcolo ben preciso nel quale si terrà conto del reddito mensile netto e, in quale misura, potrà essere impegnato per il pagamento delle rate previste.

Mutuo senza busta paga: la figura del garante

Una ulteriore via alternativa al mutuo con busta paga, è rappresentata dall’eventualità di prevedere un cointestatario del mutuo, o magari un garante. In pratica, si dovrà indicare alla Banca, una persona di fiducia che entrerebbe in gioco in caso di insolvenza da parte del titolare del mutuo. Un ruolo molto delicato che, evidentemente, richiede un certo legame (padre, fratello, mamma, etc.). Ovviamente, affinché la banca possa dare il via libero al mutuo, è assolutamente necessario che il garante disponga di un reddito solido e corposo. In pratica il garante, dovrà essere in possesso di un contratto di lavoro a tempo indeterminato oppure sia titolare di una prestazione previdenziale. Nel secondo caso, è bene ricordare come vi sia un vincolo temporale imprescindibile stabilito dall’età anagrafica: per la banca la copertura ha senso fino al compimento dell’80esimo anno di età. Infine, vi ricordiamo, come oggi le banche non prendono più in considerazione garanzie sotto forma di immobili ed altre proprietà, in quanto hanno in pancia già un numero inverosimili di case, appartamenti, ville e quant’altro.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!