SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
RCR Agricoltura - Giardinaggio - Vendita e assistenza - Ostra

“Stigmatizziamo la concessione di spazi pubblici a formazioni neofasciste”

L'Anpi Senigallia interviene su un evento a San Rocco e invita l'amministrazione: "tenete alta la guardia, oggi più che mai"

1.173 Letture
commenti
Auditorium San Rocco di Senigallia

In questi giorni apprendiamo che venerdì 6 dicembre, presso l’auditorium comunale di San Rocco, si terrà un evento promozionale organizzato dalla casa editrice Ferro Gallico.

In questa occasione, politici della destra locale – che tanto aspirano al governo della nostra città democratica e antifascista – siederanno fianco a fianco a noti esponenti di Primato Nazionale, formazione che, come la casa editrice Ferro Gallico, è riconducibile a Casa Pound, organizzazione i cui membri non esitano a definirsi “fascisti del terzo millennio”.

L’ANPI, i democratici e gli antifascisti di Senigallia non possono che stigmatizzare la concessione di spazi pubblici a formazioni di matrice neofascista, spazi appartenenti all’intera collettività democratica di Senigallia, comunità risorta dalla lotta partigiana di Liberazione e dal sacrificio di quanti diedero la vita per quei valori di libertà e giustizia negati e calpestati da quel regime liberticida che taluni cercano di riabilitare e giustificare, sotto gli occhi della locale destra “democratica”, forse cieca, ma molto interessata.
A questo proposito, vogliamo sottolineare che questo spazio pubblico è stato richiesto, gratuitamente, dal consigliere Davide Da Ros per conto del gruppo consigliare di Fratelli d’Italia, il quale è “esentato” dal fornire una dichiarazione di antifascismo per l’utilizzo di locali comunali (poiché si suppone che consiglieri democraticamente eletti si riconoscano pienamente nei valori antifascisti della nostra Costituzione), come invece è richiesto ai cittadini dal regolamento comunale approvato su proposta dell’ANPI di Senigallia.

Sicuri del profondo antifascismo di colui che ha definito i partigiani “persone vigliacche che trucidavano i bambini”, siamo certi che gli esponenti della destra senigalliese che siederanno accanto a neofascisti e nostalgici non esiteranno a richiedere ai relatori dell’evento una chiara presa di posizione contro il fascismo, i suoi crimini e i suoi orrori e che ricorderanno ai camerati presenti che è proprio grazie ai valori democratici difesi dai partigiani se oggi possono godere di queste libertà.

Preoccupati di come i rigurgiti neofascisti siano sempre più numerosi, sottovalutati e tollerati dalle istituzioni democratiche locali e nazionali, l’ANPI chiede all’Amministrazione comunale, alle formazioni politiche antifasciste e a tutte le cittadine e i cittadini che si riconoscono nei valori democratici e antifascisti della Costituzione repubblicana di tenere alta la guardia contro queste manifestazioni organizzate da formazioni nostalgiche di un tempo che non vorremo tornasse mai più.

Commenti
Ci sono 2 commenti
mik76
mik76 2019-12-05 21:45:37
Pregasi leggere attentamente i testi del “ciclo dei vinti” di G. Pansa. Pregasi ricordare sempre Giuseppina Ghersi, Bretto di Sotto ed il triangolo della morte emiliano-romagnolo. Pregasi ricordare la negazione delle foibe titine da parte di qualche vostra sezione. Potrei dilungarmi all’infinito, ma non ho né tempo né voglia, quindi, dopo aver fatto tutto questo, caro “compagno mitra” e “liberatore senza gloria” ti prego di tacere perché, rosso o nero, un assassino è sempre un assassino, un regime è sempre un regime.
favi umberto 2019-12-06 08:36:41
La gente intelligente ignora e non partecipa.....
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!