SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Mangialardi a muso duro contro un esponente di Fratelli d’Italia

"Quando il sole della cultura è basso anche i nani possono sembrare dei giganti"

Marche Notizie - Marchenotizie.info
Maurizio Mangialardi

Mangialardi a muso duro contro un esponente di Fratelli d’Italia. Il primo cittadino di Senigallia ha risposto pubblicamente attraverso i social ad un esponente di Fdi. Nonostante non sia mai citato il nome è evidente che il riferimento sia a Massimo Bello, reo secondo Mangialardi di aver insultato tramite Facebook la Resistenza e i partigiani senigalliesi, accusandoli di vigliaccheria e di ogni sorta di nefandezza allo scopo di attaccare il consigliere del Partito democratico Simeone Sardella.

Si sa, quando il sole della cultura è basso anche i nani possono sembrare dei giganti – afferma il primo cittadino – È probabilmente questo il motivo che permette a certi personaggi di scambiare i propri vaniloqui per argute riflessioni, senza che neppure si rendano conto di quanto possano essere penose e farneticanti le loro parole.

Capita così che un noto esponente di Fratelli d’Italia, celebre più che altro per la sua ingloriosa parentesi amministrativa in un Comune del nostro territorio, al solo scopo di attaccare il consigliere del Partito democratico Simeone Sardella si permetta impunemente di insultare tramite Facebook la Resistenza e i partigiani senigalliesi, accusandoli di vigliaccheria e di ogni sorta di nefandezza.

Accuse che di certo denotano nel personaggio in questione un totale sprezzo del ridicolo, ma soprattutto un cinismo senza eguali che ignora le sofferenze, i lutti e le infamie subite proprio dalle popolazioni del nostro territorio durante la seconda guerra mondiale, tra cui i drammatici eccidi di Arcevia e di Monte Sant’Angelo, costati la vita a decine di partigiani e civili. Tragedie che videro sempre a fianco dei nazisti, nella solita e più che adeguata veste di servi schiocchi e crudeli, i fascisti delle nostre zone. Gli stessi che per qualcuno, evidentemente, rappresentano ancora oggi un richiamo ideale, etico e politico.

Sarebbe invece bene che questi nostalgici da operetta, pseudo storici “da bar stadio” e lettori seriali di calunniatori, iniziassero ad andare oltre la loro ristretta visione da Minculpop, ad abbandonare le loro ossessioni nei confronti dei partigiani cattivi e comunisti, a provare a conoscere anziché propagandare idiozie conclamate.

Facessero lo sforzo di essere seri, avessero il buon gusto di non citare le faziose e strampalate ricostruzioni di Giorgio Pisanò e Giampaolo Pansa, rifiutate in blocco da tutta la comunità scientifica, di destra, di centro e di sinistra. Provassero (ma costa fatica) a studiare il dibattito storiografico più recente, peraltro meno ideologizzato rispetto al passato.

Magari riuscirebbero finalmente a scoprire che tra quei partigiani che si ostinano a definire vigliacchi ci furono non solo i tanto odiati comunisti, ma anche e soprattutto grandi uomini che si rifiutarono di servire Hitler, militari fedeli al giuramento prestato al proprio Paese, antifascisti di tutte le culture politiche – socialisti, cattolici, repubblicani, liberali – costretti a trascorrere i migliori anni della propria vita all’estero, lontano dai propri, al confino, in carcere o in clandestinità, solo per essersi opposti alla dittatura di Mussolini e alla dottrina mortifera del fascismo.

Magari capirebbero anche perché, molto correttamente, l’ultimo consiglio comunale ha respinto la mozione con cui il gruppo consiliare di Fratelli d’Italia avrebbe voluto intrinsecamente equiparare il profilo limpido e democratico di Enrico Berlinguer a quello di Giorgio Almirante, proponendo per entrambi la dedica di una via.

Concludo dicendo che in genere non sono abituato a dare a tali soggetti così tanta importanza da rispondergli pubblicamente, ma in questo caso ho ritenuto di dover fare un’eccezione per il profondo sentimento di riconoscenza che provo nei confronti di chi riscattò a costo della propria vita la dignità dell’Italia dalla vergogna del fascismo e per il sincero affetto che mi lega da sempre all’Anpi e, in particolare, alla bella figura di Nibbio Greganti”.

Commenti
Ci sono 11 commenti
un povero tra i poveri (di politica) 2019-11-06 16:21:33
"questa lettera non è farina del tuo sacco"
Glauco G. 2019-11-06 17:29:28
Sig. Sindaco, premetto fin da subito che nella mia vita ho sempre "patteggiato" per la dx ...premetto anche che ho sempre dichiarato che sicuramente avrei preso parte a un qualsiasi gruppo di liberazione nazionale (partigiani, cattolci, ecc) e quindi avrei lottato per far cadere il regime (pur essendo di dx e rimanedno di dx)...premesso che ora non voto più da moltissimi anni ma per un discorso di politica attuale più che altro...premesso che mi sono stancato di questa dx e sx che perennemente deve darsi contro con parolette da bar....premesso che sono uno di queli che pensa che non esiste più il fascismo e non esiste più il comunismo ma ammette che ancora esistono sciocchini (per non dire cose offensive) che vivono nel ricordo di una parte oppure dell'altra....premesso che non trovo e non troverò nessun rischio che l'Italia sprofondi nel fascismo oppure che sia la nuova Unione Sovietica (ridicolo anche solo pensarlo per me).... premesso tutto.... è un dato di fatto che la sinistra si è sempre dichiarata come unica corrente politica che ha preso parte alla resistenza e salvato l'Italia...ben poche persone sanno che i "comunisti" non rappresentavano nemmeno la percentuale elevata di adesione che tutti oggi pensano...oggi trovo divertente che per prendere posizione e difesa di un vostro "compagno" (ovviamente scherzo sul termine compagno) dovete specificare questa cosa... sarebbe bello..davvero bello spiegare la vera SECONDA guerra mondiale e gli orrori commessii dall'uomo sia di destra con i suoi milioni di morti e sia di sinistra con i suoi milioni di morti..sarebbe davvero belllo insegnare a tutti i ragazzi cosa sia successo prima, durante e dopo la guerra...sogno una Italia dove veramente le varie istituzioni e in primis la scuola si impegnino a spiegare gli orrori della destra e della sinistra...a spiegare che prima durante e subito dopo la guerra sono stati commessi orrori da UOMINI edi ogni razza e di ogni partito...spiegare che erano tanti..troppi gli assassini e che poi è arrivata la libertà che finalmente ha messo pace a tutto....ecco cosa penso..ecco cosa desidero. Rispetto per chi ha lottato per la libertà e solo per la libertà .... rispetto per chi combatteva con e per la bandiera dell’ITALIA Verde bianca e rossa ...unici colori che avrei accettato dentro quella maledetta guerra. Spero ora di essere rispettato anche io con il mio pensiero..visto che sono andato contro tutti i partiti praticamente.
fra77 2019-11-06 21:26:28
Condivido ciò che ha scritto il sindaco senza se e senza ma.
vecchio freak 2019-11-06 22:42:28
Potrebbe anche non esserlo... Ma l'autore delle altre (...omissis...) è invece certo
octagon 2019-11-07 06:17:34
Non fa nulla se è stata scritta da altri, non posso che condividere il pensiero del Sindaco, “Caro il mio poeta. La poesia non è di chi la fa. È di chi gli serve” Cit. il postino con Massimo Troisi
favi umberto 2019-11-07 08:15:11
Ciao povero tra i poveri. Vuoi spiegare perchè pensi che il sindaco non sia in grado di scrivere una lettera cosi? Spiegati meglio sarebbe interessante leggerti...
Mario2 2019-11-07 10:18:41
Le parole di Glauco G sono le uniche sensate in questa pagina.
Manca solo una cosa da dire e cioè che questi presunti paladini della libertà (da divano) che tanto elogiano le lotte per la difesa del Paese, sono i primi che oggi vogliono svenderlo e regalarlo a chiunque arrivi, gente invasata senza alcuna coerenza ancora legata ad eventi storici raccontati alla comodo.
Fortunatamente sono 4 gatti
vecchio freak 2019-11-07 19:12:45
Nella frenesia di pareggiare tutto...di dire quelli o questi sono tutti uguali..qualcuno dimentica la storia del nostro
Qui c'è stata una dittatura fascista, non comunista.
La resistenza è stata fatta da cattolici, comunisti, repubblicani,socialisti.
Di fascisti a fare la resistenza non ce n'era manco uno.
Quindi chi in qualche modo inneggia al ventennio o a quell'esperienza non deve avere cittadinanza nella nostra repubblica.
Quindi smettiamola con questo benaltrismo.
I fascisti erano fascisti e basta e tutto ciò che è successo dopo la guerra non è niente in confronto a vent'anni di dittatura
Glauco G. 2019-11-08 14:49:03
7 ottobre 1943 - 2.500 Carbainieri portati al campo di concetramento, torturati e uccisi nelle camere a Gas perchè giudicati vicini (senon affiliati) alla resistenza... 600.000 mila (riprto il numero 600.000) la stima dei militari portati nei campi di concentramento accusati della stessa sorte...tutti militari...tutti uomini che erano al servizio di Mussolini..tutti che prima erano votati alla patria...tutti notoriamente di dx (credo ..visto che erano ligi al dovere militare)...ma tutti (oppure auasi tutti non lo so)..che in parte oppure totalmente riballeti al Duce... Un certo Salvo D'Acquisto alla fine, con il suo gesto si ribello dal regime....un certo Comandate di Senigallia (e chioedo scusa alla famiglia e al comandante stesso perchè non mi ricordo il nome) fece un gesto di ribellione contro i Sloveni ed Ebrei imprigionati nel ghetto di Senigallia...la conosce per lo meno la storia di Senigallia? provo a sciverla in 2 righe...a Senigallia erano imprigionati Sloveni ed Ebrei e quando arrivarnao i Tedeschi chiedendo la lista di tutti i prigionieri perchè dovevano essere dpoertati quasi sicuramente per essere ccisi (siamo verso la fine della guerra) il comandate dei carabinieri riuscì a dare una lista di tutti quelli che già sapeva scappati dal ghetto....i tedeschi andarano a prendere tutti gli uomini della lista ma non trovarono nessuno..e così' facendo ha permesso la fuga generale di tutti gli altri... per fortuna è scappato anche lui perchè i tedeschi lo volevano morot...ma queste non sono lotte contro il fascimo..e di sicuro il carabiniere non era statio fascista....Io non posso nemmeno accuasare il Sig. vecchio freak di non conoscere tutto perchè è normale in Italia non sapere tutto...come detto...spero che un giorno si possa stuudaire la guerra per ogni suo aspetto...senza squallidi colori politici e senza il pregiudizio politico che inneggia sempre e solo all'odio (sia di dx xhe di sx) e alla verità parziale (chi è di un frote mimnimizza gli orrori chi è dell'altro fronte esclude gli orrori fatti dai sui compagni).... dentro anche i nazisti Tedeschi erano presenti uomini che hanno tentato (pure con attentati) ad uccidere Hitler...in quel periodo esistevano BESTIE di dx e sx e uomini che morivano per la libertà...io sono uno che ama gli ultimi ed è consapevole che non avevano colore oppure razza perchè erano UOMINI di ogni ragione sociale politica e religiosa...poi vi di sx pensatela come volete e voi di dx minimizzate quanto volete..io la penso così.
Glauco G. 2019-11-08 14:53:20
non so se è andato l'ultimo mio commento....i fasciti hanno fatto milioni di morti...i comunisti in altre piazze hanno ucciso milioni di morti..quando vi deciderete (voi di dx e sx) che erano tutti assassini e non una parte assassini altri angioletti? per me..e solo per me...erano solo tutti assassini...dite e fate quello che volete..il mio pensiero rimarrà che il comunismo come il fascimo/nmazismo....negli anni buoi della guerra e anche poco dopo..ha sterminato tanta troppa gente.
Glauco G. 2019-11-13 14:06:12
Ho visto solo ora che mancava una parte dei miei commenti... Carlo Croce...militare facente parte del gruppo Bersaglieri (immagino comunisti duri i Bersaglieri)...eppure... è stato un militare e partigiano italiano, fondatore di una delle primissime formazioni della Resistenza italiana, fu catturato dalle SS il 24 luglio 1944. Deceduto all'ospedale di Bergamo in seguito alla ferite riportate durante i durissimi interrogatori ai quali venne sottoposto, fu insignito della Medaglia d'oro al valor militare alla memoria. Ne vogliamo trovare altri? oppure uno solo uono è un termine detto da chi in Italia non sa come sono andati i fatti? Non perchè incompetente...non perchè stolto...non perchè ama dire solo il contrario di tutto e appoggiare una bandiera invece che l'altra.....ma solo perchè mal informato...perchè in Italia si studia con una matita in una mano e (spesso) con una bandiera di un colore nell'altra....perchè nelle guerre il santo è chi vince e mai chi perde....il male assoluto sta solo nell'oppressore e non esiste male in chi sconfigge il dittatore..con questa scusa oggi si chiudono gli occhi sulle BESTIE e non si pensa che si vorrebbe dire tutto per far si che ogni forma di male sia sconfitta e rirocrdata (perchè anche chi era di dx e si ribellava ha merito di essere ringraziato dentro la'ula di una scuola)....e quando uno come me esprime questi concetti..beh allora si fa prima ad etichettarlo come fascista (magari) e affermare le solite cose di partito "Quindi smettiamola con questo benaltrismo" e affermare che siamo noi a non meritare la cittadinanza Italiana...accusando pure di essere cacciati...noi che chiediamo solo di mettere alla luce le bestie che hanno agito durante quella maledetta guerra...noi che vogliamo puntare il dito su chi ha agito da assassini e non da paladini di una Italia nera oppure rossa....noi che vediamo liberatori e assassini e non pariti.....io non patteggio più da tanti anni per nessun partito...non patteggerò più per un partito..quello che vorrei è che non dobbiamo andare all'estero per scoprire cosa sia veramente successo in Italia ma studiarlo qui in casa.....la verità dove si metta a nudo tutti gli orrori fatti dall'essere uomano...tuti gli orrori fatti da chi lottava per la patria (così diceva) e chi lottava per liberarla (così diceva)...chi mi chiude l'occhio destro oppure il sinistro...beh con me non troverà mai accordi ne avrò grandi considerazioni umane..per me erano Bestie gli uni e Bestie gli altri...e poi, come già detto...esistevano gli altri..quelli che lottavano per la libertà e che volevano la giustizia (operando con giustizia).
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura