SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Aggressione sul treno vicino a Marzocca di Senigallia, denunciati i sospetti autori

La Polfer identifica 6 giovani, tutti del posto e uno dei quali minorenne: l'accusa è oltraggio e resistenza a p.u.

2.151 Letture
commenti
Polfer, Polizia Ferroviaria

Identificati e denunciati 6 giovani, tutti residenti nell’anconetano e già con precedenti penali per reati contro la persona e il patrimonio, sospettati di essere gli autori dell’aggressione a un controllore avvenuta in uno scompartimento di un treno regionale.


Uno di loro è minorenne, gli altri sono poco più che ventenni: la denuncia è scattata per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale.

Tutto è accaduto la sera del 14 settembre a bordo del treno regionale Ancona-Rimini, utilizzato da molti giovani diretti nelle varie località della riviera adriatica.

Quel giorno una decina di giovani, saliti sul treno alla stazione di Falconara Marittima, vicino a quella di Marzocca di Senigallia avrebbero aggredito un controllore, colpevole di averli invitati ad avere un comportamento più decoroso e rispettoso verso gli altri utenti.

L’uomo sarebbe stato spintonato e pesantemente insultato alla presenza di altri viaggiatori, impauriti da ciò che stavano vedendo: al controllore sarebbe stata lanciata pure birra.

Le indagini, condotte dalla Polizia Ferroviaria, hanno consentito in poche settimane di identificare buona parte del gruppo: per uno dei componenti c’è pure l’aggravante di essersi coperto il volto durante l’aggressione.

Commenti
Ci sono 2 commenti
romolo
romolo 2019-10-30 08:43:43
Qualche giorno in gattabuia ?
Altrimenti lo rifaranno di nuovo, visto che non possono subirne le conseguenze.
Certi comportamenti vanno stoppati ,altrimenti per la nostra società sarà la fine.
Glauco G. 2019-10-30 11:23:36
Purtroppo non faranno nulla di nulla (di gattabuia) e non avranno nessun procediamento di nessun tipo (max una multina). Se provi a toccarli durante l'aggressione rischi il linciaggio mediatico e penale (tocca un minorenne e sei distrutto dalle denunce dei genitori e dal giornalismo che enfatizza anche uno schiaffo).... non abbiamo più nessuna misura per contrastare questi fenomeni...i ragazzi non temono più la legge e le pubbliche funzioni (polizia, ecc) perchè sanno che non avranno mai nulla da perdere (se non in futuro con la penale a carico che li bloccherà sulla vita lavorativa..ma avranno tempo per piangere e lamentarsi che erano piccoli e ingenui)....ora ci tocca stare fermi e subire...purtroppo questa è la legge Italiana..una legge che ama tutelare più chi infrange le regole e non chi le rispetta oppure vuole difendere chi aggredito....i deboli per l'ItaIia sono i prepotenti e vanno tutelati...purtroppo....tocca sperare che certa gente se la semetta di tutelare i prepotenti (giustificandoli come deboli) e viri sui veri deboli (in questo caso il controllore)...ma ancora siamo lontani da questa cosa e purtroppo ci tocca tacere e beccarsi spintoni e birra in faccia....unica consolazione PERSONALE.....per lo meno ho la certezza che i loro genitori siano un fallimento in fatto di educazione ...è una mia piccola consolazione... un mio pensiero su chi non sa crescere i figli.... genitori pessimi figli pessimi... queste sono le persone da mettere alla gogna....forse (e ripeto forse) solco così torneremo ad avere una vita sociale dove i ragazzi che portano rispetto saranno sempre di più rispetto a quelli che delinquono per il gusto di vivere come deliquenti.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!