SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Panificio Starnadori Senigallia - Pane artigianale produzione propria

All’Opera Pia Mastai Ferretti un Giardino Sensoriale per aiutare ammalati di Alzheimer

Vinto un bando che darà un nuovo strumento anche alle famiglie nel faticoso lavoro di assistenza di loro cari colpiti da malattia

casa di riposo Opera Pia Mastai Ferretti

La Fondazione Mastai Ferretti è risultata vincitrice di un bando emesso dalla Fondazione Cariverona avente per oggetto la sperimentazione di nuove metodologie di approccio nei confronti di persone colpite da demenze e Alzheimer attraverso esperienze manuali e sollecitazioni psicologiche che utilizzano, fra i possibili strumenti, il giardino sensoriale e l’orto.

La Mastai Ferretti è stata fra le prime realtà marchigiane che, in collaborazione con i servizi sociali del comune di Senigallia ed il Distretto ASUR, ha aperto nel 2003 il Centro diurno Alzheimer “il Granaio”, sempre utilizzato nei suoi 20 posti e con dei risultati di eccellenza, riconosciuti da tutti.

Proprio questo servizio ha spinto la Fondazione a partecipare al bando e siamo risultati vincitori. Questo grazie ad un partenariato altamente qualificato: Facoltà di Medicina (Clinica di Neuroriabilitazione), Facoltà di Ingegneria di Ancona (Dipartimento ingegneria informatica, telecomunicazioni e misure elettroniche), Distretto ASUR di Senigallia e Divisione di Neurologia, Ambito territoriale N. 8 e Cooperativa Polo9, che gestisce il Centro diurno.

Il bando prevede un percorso scientifico-tecnologico con il coinvolgimento di medici specializzati, ingegneri, psicologi, fisioterapisti, medici di base, infermieri e operatori sociosanitari.

Il valore del bando è di 270 mila euro per le attività di formazione, sperimentazioni, osservazione dei comportamenti, raccolta ed elaborazione dati, divulgazione delle conoscenze acquisite attraverso il percorso osservazionale.

Il progetto è denominato: “Anziani abili 3.0 – percorsi riabilitativi sociosanitari e tecnologici per anziani vulnerabili”.

Fra i vari strumenti c’è il Giardino Sensoriale, realtà che alcuni Centri hanno già e che la Fondazione coglie questa opportunità per realizzare, grazie al bando Cariverona.

Siamo nella fase di definizione del percorso formativo e delle attività sperimentali. Per questo abbiamo chiesto al comune di Senigallia l’autorizzazione alla trasformazione del giardino di viale Leopardi in giardino sensoriale e orto sperimentale per anziani, adeguato alle loro abilità.

Questo significherà rimozione dell’attuale impianto del giardino con abbattimento di alberi pericolanti e sostituzione di nuove specie di alberi e piante adeguate e che non siano di pericolo per l’incolumità degli Ospiti, oltre alla realizzazione di uno spazio con aiuole sopraelevate per far lavorare gli anziani con le coltivazioni orticole.

Il giardino in certi orari della giornata e della settimana sarà aperto alla città e famiglie che hanno ospiti colpiti da questa malattia possono passare del tempo ad osservare e impegnarsi manualmente.

Il giardino sarà pronto e funzionante a primavera 2020.

Questi giorni vedremo quindi grande movimento nel giardino di viale Leopardi ma il tutto per un nuovo servizio alla città nei confronti dei nostri anziani che sempre più vengono colpiti da demenze e Alzheimer.

da Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!