SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“La Provincia ha archiviato ufficialmente il fascicolo sull’impianto per rifiuti a Cesano”

Esultano Bello e Da Ros da FdI: "Vittoria insieme a cittadini, Comitato, M5S. Ma è solo il primo round"

1.487 Letture
commenti
Frantoio Lugliaroli - Senigallia - Prodotti tipici e per la cosmesi
Massimo Bello e Davide Da Ros

“Mercoledì scorso, 2 ottobre, la Provincia di Ancona ha chiuso definitivamente il procedimento amministrativo relativo all’impianto per la gestione di rifiuti urbani e speciali che la Eco Demolizioni srl avrebbe voluto realizzare a Cesano di Senigallia.

Onore, quindi, a quei cittadini di Cesano, al loro Comitato, ‘Facciamo Eco’, e al loro legale, Avv. Corrado Canafoglia, che si sono battuti da subito per impedirlo, e a quei partiti, Fratelli d’Italia ed i 5 Stelle, che sono stati coerentemente a fianco della comunità, fin dall’inizio, in una battaglia, che ha interessato tutta la città.”

A parlare è il Consigliere dell’Unione Massimo Bello, Responsabile provinciale del Dipartimento ‘Enti Locali’ del partito di Giorgia Meloni e Consigliere di Ostra Vetere, che evidenzia come “questo primo round sia stato, senza alcun dubbio, vinto, ma – dice Belloaltri se ne dovranno affrontare, sempre in tema di rifiuti e di gestione del loro smaltimento.”

“Come erroneamente altri credono strumentalmente – aggiunge – nessuno è aprioristicamente contro gli ‘impianti’. Noi abbiamo evidenziato soltanto come quella tipologia di impianto non sia affatto funzionale, necessaria e utile alla nostra città e, a differenza di altri, noi abbiamo quell’esperienza amministrativa e quella cultura di governo e di opposizione, concrete ed indiscutibili, per affermarlo. La gestione del ciclo dei rifiuti, anche in relazione alle ultime Direttive UE e al redigendo piano d’ambito provinciale, non ancora approvato, va trattata in modo del tutto diversa rispetto a quanti credano basti un ‘passaggio’ in commissione consiliare ed a sterili schermaglie politiche di contrapposizione. La partita generale, quindi, è ancora aperta e non riguarda più e solo la frazione di Cesano o la città di Senigallia, ma anche tutto il comprensorio vallivo e provinciale, se non addirittura regionale. La nostra città, tutto il comprensorio vallivo, ma anche il territorio regionale, non possono diventare supinamente, come ha dimostrato il recente accordo Lazio-Marche, la ‘pattumiera’ d’Italia”.

“Nella seduta del Consiglio comunale di giovedì scorso, la maggioranza PD e sinistra estrema, assieme e d’accordo ad Unione civica, Forza Italia e Senigallia Bene Comune, hanno approvato una mozione, del tutto pleonastica e strumentale, presentata da quest’ultimi, che ha rinviato di nuovo alla commissione consiliare competentescrive Fratelli d’Italiaun’ulteriore discussione ed inutile su eventuali e possibili altri siti, o a Senigallia o in un Comune dell’Unione, su cui allocare e sistemare un eventuale impianto per la gestione di rifiuti urbani e speciali non pericolosi e pericolosi, come si evince dal testo ufficiale del documento deliberato. Unici a votare contro questo atto, di incomprensibile valenza politica e di interesse cittadino, i Consiglieri di Fratelli d’Italia e del M5Stelle.”

“Sempre nella stessa seduta – aggiunge l’esponente regionale e provinciale del partito di Giorgia Meloni – le mozioni presentate da Fratelli d’Italia, che riportavano integralmente anche la posizione dei cittadini e del Comitato, sono state bocciate, senza alcuna ragionevole, condivisibile e fondata motivazione, nonostante fossero non solo tecnicamente valide, ma anche politicamente ed istituzionalmente chiare.”

“La mozione di Unione civica, Forza Italia e Senigallia Bene Comune, diametralmente opposta a quella di Fratelli d’Italia e all’indirizzo del Comitato dei cittadini, è stata approvata a larga maggioranza e con larghe intese, riaprendo di fatto i termini – gli fa eco il Consigliere Davide Da Ros di Fratelli d’Italia – su una tipologia di impianto non necessaria e non vantaggiosa per la nostra città”.

“Ad oggi, non abbiamo un puntuale ‘piano d’ambito’ sui rifiuti – afferma ancora il Consigliere Belloe che interessi, quindi, tutta la provincia di Ancona. L’unico atto ufficiale, di cui possiamo dare conferma e notizia, è senz’altro il Piano regionale e delle linee-guida, che risalgono al 2017, da cui, tra l’altro, si evince chiaramente come il capitolo ‘rifiuti ed impianti’ nella nostra Provincia non sia affatto chiuso con l’archiviazione della pratica della Eco Demolizioni srl, ma aperto a nuove e probabili istanze.”

“Questo è il momento di non abbassare la guardia. Questa è l’ora – conclude il Capogruppo di FdI al Consiglio comunale di Senigallia, Davide Da Rosdi rafforzare la determinazione e la coesione tra i cittadini e quelle forze politiche e civiche, che hanno a cuore, davvero, il bene pubblico e che non amano camminare su posizioni equivoche, come spesso accade in questa città. Fratelli d’Italia non accetta lezioni da nessuno, tanto meno da chi, da una parte, afferma di essere opposizione, e poi, dall’altra, da tempo, strizza l’occhio alla maggioranza e al PD.”

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!