SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Marche, più cemento e meno campagne: persi altri 137 ettari (quasi 192 campi di calcio)

"Il danno maggiore è il conseguente aumento del rischio di dissesto idrogeologico"

La Senigalliese - Pratiche auto, passaggi, immatricolazioni, bolli - Senigallia
Campagna, agriturismo

Sempre più cemento nelle Marche con il 40% delle urbanizzazioni, concentrati negli ultimi sei anni in contesti agricoli e naturali. È quanto stimato dall’Ispra nel suo ultimo report sul consumo di suolo in Italia.

Conta che vede, tra 2017 e 2018, la perdita di altri 137 ettari di territorio naturale marchigiano. Si costruisce soprattutto nella fascia collinare. Anche in quanto a cementificazione la costa marchigiana figura al secondo posto nella poco ambita classifica nazionale, dietro la Liguria. In pratica, spiegano da Coldiretti Marche, si è persa in un anno una superficie pari a quasi 192 campi di calcio. Peggio di Umbria e Toscana, a voler considerare solo il Centro Italia.

Continua a leggere e commenta su Marchenotizie.info
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!