SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Servono pareri esperti per progetti come quello di Cesano di Senigallia”

La Lega: "il Comune si rivolga a qualche qualificato dipartimento universitario"

Ge.Co Batterie - Senigallia - Batterie bici elettriche, bici, scooter - Controllo gratis
Progetto impianto gestione rifiuti a Cesano di Senigallia - distribuzione odori

La vicenda del progetto presentato il 27 dicembre 2018 alla Provincia di Ancona dalla Eco Demolizioni srl, una ditta privata di Rimini, per la realizzazione a Senigallia di un nuovo impianto per la lavorazione di rifiuti urbani e speciali non pericolosi nelle vicinanze del quartiere del Cesano ha creato a settembre un giustificato allarme presso la popolazione residente nelle vicinanze del sito proposto dalla Eco Demolizioni.


I residenti si sono opposti vivacemente alla ipotesi di sviluppo di questo progetto temendo giustamente che le lavorazioni previste avrebbero prodotto sia polveri molto dannose per la salute dei residenti che un inevitabile deprezzamento del valore degli immobili residenziali realizzati pochi anni orsono.

Non è poi da sottovalutare i danni rilevanti che le polveri prodotte dall’impianto proposto avrebbero causato alle aziende agricole vicine. Tutti i tipi di attività agricole e zootecniche sarebbero state danneggiate e in maniera particolare eventuali attività agricole biologiche certificate.

Questa vicenda ha suscitato un grande imbarazzo all’Amministrazione comunale che si è dichiarata inconsapevole della esistenza del progetto dell’azienda riminese e che, con una procedura che la Lega ha definito pubblicamente fortemente irrituale, ha chiesto alla Eco Impianti di ritirare il progetto presentato in Provincia.

Questi fatti hanno evidenziato anche una notevole impreparazione tecnica del Comune per quanto riguarda le politiche per il trattamento dei rifiuti solidi di diverso tipo.

I rifiuti solidi rappresentano un problema reale che un’Amministrazione comunale come Senigallia deve essere in grado di affrontare. Non dimentichiamo che Senigallia fa parte dell’Unione dei sette Comuni delle
Terre della Marca Senone che oggi ha più di 71.000 abitanti stabili su un’area di 398 kmq.

Senigallia è la sede di questa Unione dei Comuni e sarebbe logico pensare che l’Amministrazione comunale di Senigallia si sia impegnata da tempo per costruire una adeguata politica per la gestione dei rifiuti solidi.

Questo sembra che sia non sia avvenuto. Qualcuno ha forse pensato che tutto si sarebbe potuto risolvere con una semplicistica Variante puntuale al Piano Regolatore Generale Comunale. La Lega ricorda che un problema complesso come quello dei rifiuti solidi deve essere affrontato con molta lungimiranza utilizzando adeguate competenze tecnico-scientifiche interdisciplinari che sappiano individuare sia le più idonee tipologie degli impianti per i diversi trattamenti dei rifiuti che i metodi migliori per arrivare ad una scelta ben ponderata, e partecipata, dei siti su cui localizzare gli impianti.

Si tratta di problemi complessi che di solito non possono essere affrontati con le competenze presenti all’interno di una Amministrazione comunale, e la vicenda Eco Demolizioni lo hanno confermato con chiarezza.
Sarebbe auspicabile dunque che l’Amministrazione comunale decidesse di utilizzare le competenze di qualche qualificato Dipartimento universitario al fine di mettere a punto strumenti seri per costruire e gestire una politica per il trattamento dei rifiuti solidi all’interno ad esempio dell’Unione dei sette Comuni.

Si tratta di investire risorse di una certa consistenza al fine di tutelare la salute dei cittadini e di ottenere uno sviluppo sostenibile sotto il profilo ambientale. Purtroppo sembra che l’attuale Amministrazione comunale di Senigallia non voglia investire su un tema che dovrebbe invece essere considerato assolutamente prioritario.

Commenti
Solo un commento
mik76
mik76 2019-10-01 14:09:42
ottima idea così facendo si darà un incarico ad una struttura universitaria (a spese della cittadinanza) per farsi avvallare un'idea progettuale che già l'amministrazione ha in testa da chissà quanto tempo. Ma la Lega non si era detta contraria a qualsiasi tipo di impianto? hanno già cambiato idea?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!