SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Fratelli d’Italia replica a Mangialardi sulla scissione di Matteo Renzi

“Renzi vi tiene in pugno e sta completando la distruzione della sinistra italiana ma a voi del Pd interessano le poltrone e l'inciucio piuttosto che confrontarvi in libere elezioni"

RCR Agricoltura - Giardinaggio - Vendita e assistenza - Ostra
Fratelli d'Italia replica a Mangialardi

Le dichiarazioni del Sindaco Mangialardi sulla scissione renziana non ci interessano. Anche perché questo governo Conte-Monti-bis rappresenta un atto di tradimento nei confronti della volontà popolare, che non avrebbe voluto un Esecutivo di sinistra a guida PD-M5S, dato pure il cambiamento del quadro politico nazionale dopo il voto europeo e le tante elezioni comunali e regionali, che hanno complessivamente e radicalmente modificato l’assetto e le percentuali dei partiti.

Probabilmente, le sue parole interessano a quella parte del Partito Democratico, che è più sinistra della sinistra estrema, che adesso, con la fuoriuscita di Matteo Renzi e della sua folta pattuglia di parlamentari, di iscritti e simpatizzanti, ha manifestato la sua deriva a sinistra.

A parlare sono Massimo Bello, Responsabile regionale e provinciale del Dipartimento ‘Enti locali e Unione europea’ di Fratelli d’Italia, Davide Da Ros, Portavoce comunale FdI, e Marcello Liverani, membro dell’Assemblea nazionale FdI, a proposito dell’intervento del Sindaco Mangialardi, apparso sulla stampa, che accusa la Destra di oggi di essere la peggiore degli ultimi settant’anni.

C’è un passaggio sgradevole ed ingeneroso, infatti, che va redarguito – affermano gli esponenti del partito di Giorgia Meloni – e che soprattutto va rispedito al mittente.

Della scissione di Matteo Renzi – affermano Bello, Da Ros e Liverani – non ci importa nulla. Altrettanto del danno irreparabile a questo Governo delle poltrone e dell’inciucio. Altrettanto, ancora, del danno a questo centrosinistra o sinistra-sinistra, ovvero al PD, al M5S e a LEU. Ciò che riteniamo, invece, del tutto fuori luogo è l’allusione alla Destra italiana, definita da Mangialardi la peggiore della storia repubblicana. La verità, caro Mangialardi, è che La Destra ti fa paura perché c’è, perché cresce, perché vince. Con idee, progetti, valori. A differenza di una sinistra, la tua, che sta traccheggiando e disintegrandosi, nonostante il ‘rigurgito’ di questi giorni e la formazione del nuovo Governo Conte-Monti-bis“.

Ci sorprende, però, che il Sindaco PD Mangialardi – dicono ancora Massimo Bello, Da Ros e Marcello Liverani – sia così preoccupato delle sorti del suo partito, del governo Monti-Conte-bis e della sinistra italiana tutta invece che delle sorti della nostra Nazione. Laddove è proprio di questo che dovrebbe preoccuparsi: del futuro della nostra Patria, che da qualche giorno, grazie al ‘patto delle poltrone’ e alla paura di andare al voto, è in mano a un ‘governo fantoccio’ teleguidato da Francia e Germania, a cui il Premier Conte, i Ministri PD-M5S e tutta la sinistra si sono chinati, facendo dell’italia una Nazione serva di chi non alcun interesse a farla crescere. Mangialardi dovrebbe riflettere, casomai, sui danni che il suo partito e la sinistra di questo Paese hanno fatto almeno negli ultimi vent’anni e di come il PD di Bibbiano e la sinistra comunista siano stati e sono in Italia – insieme ai 5Stelle di Grillo, che rappresentano il più grande bluff della politica italiana – il male più grande da curare e da estirpare. Ciò perché la nostra Patria torni a splendere ancora“.

Commenti
Ci sono 2 commenti
mik76
mik76 2019-09-19 20:51:56
E fu così che il partito di Giorgia Meloni, attualmente in carica al parlamento, al Comune di Roma come consigliera, all’europarlamento, in politica dal 1998, parlò di attaccamento alla poltrona da parte degli altri........VAAAAA BENE!!!!!
vecchio freak 2019-09-21 10:14:20
Bla.. Bla.. Bla...
Ci parlate voi di Bibbiano? Cioè, ne sapete qualcosa o date fiato alla bocca?
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!