SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Governo Nazionale, “si apre fase nuova”

L'analisi del sindaco di Senigallia Mangialardi

Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova
Maurizio Mangialardi

Matteo Salvini ci ha provato, ma gli è andata male: il tentativo di capitalizzare il consenso raggiunto alle elezioni europee, fregandosene degli interessi del Paese e aprendo una crisi al buio convinto che il Movimento 5 Stelle non avrebbe mai preso contatto con gli odiati nemici del Partito Democratico per trovare un accordo in grado di evitare elezioni anticipate, si è trasformato in un clamoroso boomerang che ha messo a nudo tutta l’inconsistenza del leader leghista.

Infatti, non solo Partito Democratico e Movimento 5 Stelle sono riusciti sottoscrivere un sostanziale accordo aprendo nuova fase (tutta da scrivere e non priva di incognite), ma lo hanno fatto ripristinando come terreno comune di confronto la politica, quella con la P maiuscola, in luogo del più becero populismo qualunquista.

Una vera e propria sconfitta per i casti e puri che da anni lucrano sull’antipolitica, alimentando il proprio consenso parlando esclusivamente alla pancia dell’elettorato, demonizzando gli avversari, picconando irresponsabilmente la credibilità delle istituzioni democratiche e scommettendo sul progressivo imbarbarimento del clima politico.

Ciò cui abbiamo assistito nelle ultime settimane dimostra che l’odio non paga, che la perenne campagna elettorale condotta rigorosamente contro – contro l’Europa, contro i migranti, contro il centrosinistra, contro qualsiasi cosa non rientri nell’angusto recinto di uno sciocco pseudo sovranismo – è destinata a fallire.

Oggi, di fronte allo sfaldamento dell’alleanza giallo-verde e al possibile avvio di un nuovo percorso che torna a porre al centro il Parlamento, questo sì, come prevede la Costituzione, espressione della sovranità popolare, c’è la possibilità di rimettere in moto un’Italia umiliata, depressa, derisa e isolata da 14 mesi di totale buio politico.

Certo, è naturale nutrire dubbi sui nostri nuovi interlocutori. Penso, tuttavia, che il Partito Democratico abbia dato prova di grande senso delle istituzioni mettendosi a disposizione per dare una soluzione positiva alla crisi di governo, evitando di cedere a sentimenti di rivincita che avrebbero danneggiato gli italiani. Ovviamente sappiano che la sfida è difficile, che c’è molto da fare, e che bisogna farlo in fretta e bene, affinché il Paese non scivoli definitivamente verso il baratro economico, sociale e istituzionale.

Di sicuro, però, il Partito Democratico un risultato importante lo ha già ottenuto. Forse subito non se ne accorgeranno in molti, anzi ci sarà sicuramente chi non sarà d’accordo. Eppure credo che aver recuperato una forza politica come il Movimento 5 Stelle all’interno dello schema della democrazia parlamentare e avergli offerto l’opportunità di abbandonare senza rimpianti la stagione dei “Vaffa day” e dell’ambiguo “uno vale uno”, sia stato un grande servizio al Paese.

Il fatto che il Movimento 5 Stelle oggi non veda più il Partito Democratico come il nemico numero uno e che i suoi militanti ed elettori non siano più i denigrati come “pidioti”, scegliendo la via del dialogo nell’interesse del Paese, non può che far bene alla democrazia italiana, perché permette di consolidare gli assetti istituzionali e i valori costituzionali. Non è assolutamente cosa di poco conto se si considera che fino a qualche giorno fa l’ex ministro dell’Interno invocava il popolo a consegnargli pieni poteri.

Maurizio Mangialardi
Sindaco di Senigallia

Commenti
Ci sono 6 commenti
giulio
giulio 2019-08-29 15:31:42
Mangialardi dovrebbe stare attento a cantare vittoria. La Lega, mi pare, è primo partito a Senigallia (Europee 2019). Proprio sotto il suo (sfortunato?) mandato. Non era accaduto mai prima d'ora.
Mario2 2019-08-29 20:58:26
Non credo si possa parlare di Democrazia quando un governo viene messo al potere in questo modo, con questa mossa alle prossime elezioni la Lega prende il 60%, sempre che ci facciano votare.
un povero tra i poveri (di politica) 2019-08-30 01:15:50
"La vede solo e sempre dal suo lato"
Dove eravate 14 mesi fa? avevate rifiutato l'accordo perchè non credevate ancora di aver perso così tanti voti e non riuscivate neanche a ragionare perchè rintronati dalla sberla presa . Ora, dopo mesi per riprendersi, vi è stata lanciata la ciambella di salvataggio dal M5S (che avete raccolto al volo) costretti per crearvi una nuova visibilità e credibilità in nome del senso di responsabilità per il paese. Se non acceterete tutto quello che il M5S vi detterà fallirete ancora di più. Se farete lo stesso gioco della lega lasciando il tavolo del governo quando meglio vi farà comodo farete la stessa fine. La gente normale capirà che sia voi del PD che quelli della Lega avrete fatto lo stesso gioco per portar discredito al M5S per fargli perdere voti alle prossime elezioni perchè rischiavano di governare da soli se attuassero solo parte di quello che hanno in mente. Stai sereno.
centr100
centr100 2019-08-30 07:21:50
Stai sereno.
boscaioloeremita
boscaioloeremita 2019-08-30 07:26:33
Veramente si tratta di un grossolano imbroglio in spregio alla volontà della maggioranza degli italiani.Imbroglio attuato dai 5 stelle per la paura delle elezioni che avrebbero fatto tornare disoccupati piu della metà dei loro parlamentari . In quanto al PD, senza la politica clientelare del sottogoverno ( vedi Umbria e regioni confinanti....) che lo ha sempre caratterizzato, si sarebbe estinto come i dinosauri. L'alleanza con i 5 stelle non è dovuta alla improvvisa scoperta di nobili finalità ideologiche o politiche in comune ma alla necessità di ritardare per quanto possibile irreparabili danni elettorali, anche a costo di contraddire il rispetto della volontà popolare.da sempre declamata.
francesco. 2019-08-30 13:51:42
Sto vomitando......
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!