SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Pronta a scattare a Senigallia la 14° edizione di “Sentinella dell’Acqua”

La manifestazione, tesa a contrastare lo spreco di risorse idriche, si terrà sabato 24 agosto a partire dalle ore 10.00

Acqua

Torna l’appuntamento estivo con la manifestazione “Sentinella dell’acqua” che, giunta alla sua 14ª edizione, si svolgerà presso i Bagni Marta (50 m a destra della Rotonda) dalle 10.00 alle ore 11.30 di sabato 24 agosto 2019.

L’invito a partecipare è rivolto agli studenti delle scuole di Senigallia e ai tanti ragazzi che trascorrono le vacanze sulla nostra spiaggia. L’iniziativa, avviata 18 anni fa dall’Associazione Sena Nova e sostenuta negli anni successivi da diversi partner (Associazione Varese Ecologia, di Varese, Gruppo Fotografico Primo Piano e Associazione Bellanca, di Senigallia), sponsorizzata dal Comune di Senigallia con il Sindaco Maurizio Mangialardi, e dal Comune di Varese con il delegato all’Ambiente Luigi Federiconi, Delegato dal V.Sindaco di Varese, Daniele Zanzi, con la partecipazione della Scuola “Vidoletti” di Varese e il Dirigente Antonio Antonellis, è rivolta a sensibilizzare tutti verso un uso responsabile di questo bene prezioso che è l’acqua.

Basta un modesto impegno, qualche piccola azione quotidiana e un pizzico di attenzione; ad esempio, chiudere i rubinetti delle docce al mare, applicare i frangigetto ai rubinetti di casa, non lasciare il rubinetto aperto mentre ci laviamo i denti, riparare il rubinetti che perdono, non fare scorrere l’acqua mentre ci facciamo la barba, utilizzare il flusso differenziato quando scarichiamo il wc, pulire periodicamente i filtri di lavatrice e lavastoviglie, lasciare in ammollo frutta e verdura e sciacquarle rapidamente con acqua corrente. In fondo, risparmiare l’acqua significa anche risparmiare il costo della bolletta.

“Siamo orgogliosi – dice la Presidente di Sena Nova, prof.ssa Elisa Santelli – di sostenere ancora questo progetto, promuoverlo, rafforzarlo e diffonderlo tra cittadini e turisti perché sia assunto come pratica quotidiana e stile di vita responsabile”. “

“Siamo il terzo paese al mondo – aggiunge il prof. Camillo Nardini –, dopo il Canada e gli Stati Uniti, per il consumo eccessivo di acqua potabile. La media mondiale è di 500 m³ per individuo, gli italiani invece consumano poco meno di 1500 m³. Ecco perché dobbiamo impegnarci tutti a sprecare meno acqua”.

Al termine della manifestazione, che vedrà anche la presenza della locale Capitaneria di Porto, con il I° maresciallo Eugenio My, tutti i partecipanti riceveranno un “Attestato” che potrà valere come Credito Scolastico. Saranno distribuiti alcuni pieghevoli con “Le regole del Mare, dell’Acqua e del Bosco”. Regole utili, che offriamo in anteprima ai tanti lettori di questo giornale.

LE REGOLE DELL’ACQUA

Rispetta le Regole!

  • Chiudi i rubinetti delle docce al mare
  • Applica i “frangigetto” ai rubinetti di casa
  • Non lasciare il rubinetto aperto mentre ci laviamo i denti
  • Ripara il rubinetti che perdono
  • Non fare scorrere l’acqua mentre fai la barba
  • Utilizza il pulsante differenziato quando scarichi il wc
  • Pulisci periodicamente i filtri di lavatrice e lavastoviglie
  • Lascia in ammollo frutta e verdura prima di sciacquarle in acqua corrente
  • Se vai in vacanza, prima chiudi i rubinetti di acqua e gas.
  • Ricorda: risparmiare acqua significa risparmiare il costo della bolletta

 

LE REGOLE DEL MARE
Rispetta le Regole!

  • Non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa
  • Non fare il bagno se non sei in buoni condizioni
  • Dopo una lunga esposizione al sole entra gradualmente in acqua
  • Fa’ passare almeno 3 ore dal pasto, prima di fare il bagno
  • Se non sai nuotare. resta in acque molto basse
  • Non allontanarti oltre la boa galleggiante di sicurezza
  • Non andare al largo su materassini o ciambelle: le correnti o il vento ti portano via!
  • Evita assolutamente di tuffarti dagli scogli
  • Non recare disturbo agli altri bagnanti (schiamazzi, giochi, volume elevato)
  • Non portare animali sulla spiaggia
  • Non puoi campeggiare sulla spiaggia
  • Non puoi accendere falò sulla spiaggia
  • Se ti allontani con una barchetta, indossa sempre una cintura di salvataggio e informa un familiare o un amico sull’ora che intendi rientrare

 

LE REGOLE DEL BOSCO
Rispetta le Regole!

  • Prima di addentrarti fra gli alberi, leggi attentamente le Regole affisse nella cartellonistica.
  • Non entrare mai da solo o porta con te il cellulare.
  • Evita giochi pericolosi. Non correre. Porta con te qualche cerottino o salviettine sterili.
  • Non portare nelle mani coltelli, punteruoli, lame, forbici
  • Non indossareabiti con colori sgargianti (che attirerebbero gli insetti).
  • Usa scarpe appropriate, calze alte, pantaloni lunghi, cappellino e camicia con le maniche lunghe.
  • Meglio nonentrare nel bosco se sei cosparso di profumi, deodoranti e creme: questi odori attirerebbero su di te zanzare e altri insetti.
  • Non parlare a voce alta. Stando in silenzio potrai udire tanti suoni, non solo i canti degli uccelli.
  • Puoi fare un picnic, ma non abbandonare rifiuti: raccogli tutto al termine, senza lasciare nulla in giro.
  • Entra con il tuo cane, ma munito di paletta e sacchetto igienico.
  • È assolutamente vietato accendere fuochi.
  • Puoi piazzare una tenda e dormirci, ma devi prima avvertire i Vigili Urbani.
  • Attenzione a dove metti i piedi: un bosco ha radici sporgenti, buche, zone melmose, animaletti.
  • Non raccoglierefiori.
  • È sconsigliabile entrare dopo l’imbrunire, quando piove, quando nevica.
  • Se un insetto ti punge, non fare gesti scomposti: potresti richiamare altri insetti. Tampona la zona con ammoniaca o acqua fredda o un cubetto di ghiaccio.
  • Se ti ha punto una vespa provvedi a rimuovere il pungiglione (se è rimasto infilzato nella pelle) grattandolo via con l’unghia; non con una pinzetta, perché potresti rompere il pungiglione e l’odore del veleno richiamerebbe altre vespe.
  • In un bosco ci sono anche le zecche; quindi non sederti né sdraiarti a diretto contatto con l’erba, ma stendi sempre un telo. Non entrare fra le sterpaglie con le gambe scoperte.
Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!