SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Segnalata la presenza di coperture in amianto in zona Cesano

Nel mirino quattro immobili caratterizzati da uno stato di conservazione non ottimale

1.000 Letture
commenti
Centro commerciale Il Maestrale - Senigallia - Saldi estate 2019
Coperture in amianto riscontrate a Cesano

Dietro ennesime segnalazioni di cittadini, l’associazione ALA trasmette la consueta denuncia sulla presenza di amianto a Senigallia. Questa volta arriva dalla zona industriale posta dietro il centro commerciale Il Maestrale (zona Cesano), sulla Strada Bruciata Cesano di Senigallia, dove sono collocati 4 immobili per diverse migliaia di metri quadrati di coperture in amianto.

Le strutture sono vicine o in aderenza con altri immobili e quindi il rischio di inalare queste polveri è elevatissimo.

Inoltre, lo stato di conservazione sembra molto precario. Dalle immagini si notano in effetti infiorescenze sulle superfici che, in occasione delle ormai frequenti grandinate, determinano un rischio di distacchi molto elevato.

E per le maestranze che lavorano in questi luoghi? Come non sottolineare che il rischio è elevatissimo perché l’amianto è a vista nei locali?

Anche in questa circostanza, immagino da quanto tempo sia presente questa situazione.

A riguardo chiedo l’intervento delle autorità competenti per un sopralluogo ed una decisione sullo stato di pericolosità.

In attesa di un cenno di riscontro porgo distinti saluti.

Commenti
Ci sono 2 commenti
romolo
romolo 2019-08-19 06:47:07
Nello stesso stabile, fino a qualche anno fa' , da tsnto tempo vi erano ammassati quintali di inerti, vernici , riversate al suolo, plastica, a quintali . In seguito a numerose proteste e segnalazioni sono state rimosse.
Per la copertura quanto tempo dovra' passare ?
bertol 2019-08-19 12:59:08
Purtroppo l'amianto è visto come una scocciatura e per non dargli il giusto peso viene sminuito. Nonostante ci siano, già da qualche tempo, gli incentivi per smaltirlo i titolari degli edifici se ne fregano mettendo a rischio centinaia se non migliaia di vite. Stessa situazione per la zona industriale del Cesano (quella della Saccaria per intenderci), l'edificio dove risiede la Comes (quello vicino alla chiesa del Cesano), ecc.... Ovunque si va è pieno di eternit per non parlare della periferia adiacente. Ringrazio vivamente l'associazione ALA per il lavoro che fa.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura