SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Alla libreria iobook di Senigallia presentazione di “La scrittura che uccide”

L'evento è in programma per domenica 18 agosto alle 21.30

Libreria Iobook Liberilibri - Le Marche tra le righe - Senigallia
Presentazione del libro "La scrittura che uccide"

Nuovo appuntamento, domenica 18 agosto alle 21.30 alla libreria iobook di Senigallia in via Cavour 32, con ‘ Le Marche tra le righe’: sarà presentato il libro ‘La scrittura che uccide‘ di Carboneria letteraria edito da Homo scrivens.

Una bella scrittura, una brutta scrittura, una scrittura sdolcinata, una scrittura sgrammaticata. . . Molti aggettivi per un insieme di parole che chiamiamo scrittura. Ma di scrittura si può anche morire. Spesso diciamo che le parole possono offendere, fare male, ma chi può pensare che le parole possano uccidere per davvero? Parole scritte su un vaso antico, o nel libro che ogni editore sogna di trovare, i segni di un tatuaggio, un messaggio in bottiglia, un’insegna al neon, i moduli della burocrazia. . . Qui scoprirete che perfino una lettera a babbo natale può non essere innocente come si crede. E niente sarà più come prima, per voi che amate le parole.

Alla presentazione del libro parteciperanno alcuni componenenti del collettivo Carboneria letteraria : Antonio Maddamma, Giuseppe D’Emilio, Biancastella Lodi, Alessandro Cartoni e una delle due curatrici della raccolta, Ramona Corrado.

Nata nel 2003 per iniziativa di Paolo Agaraff, la Carboneria Letteraria è un laboratorio creativo di autori che si collocano tra il mondo del gioco e quello letterario; alcuni carbonari sono più attivi sul primo fronte, altri decisamente schierati nell’altro, ma tutti risultano accomunati dallo spirito ludico con cui affrontano la splendida fatica dello scrivere. In altre parole, possiamo definire la Carboneria una congrega virtuale fondata sulla teoria sociologica dell’Ozio Creativo, finalizzato in particolare alla scrittura, che ha come scopo principale quello di divertirsi insieme.

Molti carbonari vivono nelle Marche, ma altri sono distribuiti su tutto il territorio nazionale e si ritrovano su Internet. Quando capita, tuttavia, non disdegnano di incontrarsi nell’ambito di consessi enogastronomici, al termine dei quali si sentono sempre più coesi e sempre meno razionali.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!