SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Comitato a difesa dell’ospedale: “Premiati i direttori nonostante i tagli”

"Gli obiettivi fissati dall’Asur sono stati quasi tutti di carattere economico e finanziario"

BCC Ostra e Morro d\'Alba - Albanostra - Sussidi alla famiglia

E così che vanno le cose. Poi non lamentatevi! C’è chi viene premiato sempre e comunque e chi (i medici) continua a rimetterci. Grazie a quel 70% che ancora crede nei sindacati che hanno firmato il contratto e grazie agli ignavi (i non iscritti a nessun sindacato).

L’ultima delibera del dirigente Asur, Alessandro Marini, ha premiato i direttori nonostante i tagli. Gli obiettivi fissati dall’Asur sono stati tutti di carattere economico e finanziario (il 90%) mentre un solo indicatore su 8 fa riferimento a criteri di efficienza e appropriatezza.

Non passa giorno che non vi siano critiche sindacali e cittadine sulla ottimizzazione dichiarata dei Pronto di Soccorso dove il malato entra invece in un girone infernale e dove purtroppo tutte le innovazioni annunciate sono acqua fresca, come Torrette.

Per quello di San Benedetto dice una cittadina:“Gentile sig. Ceriscioli, sono una signora ottantenne che, domenica 4 Agosto, ha passato 10 ore al pronto soccorso dell’Ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto del Tronto. Io non le auguro e non lo auguro alla sua mamma di passare una domenica come la mia ,barellata insieme a tanti altri,abbandonata in un corridoio,senza possibilità, nemmeno di protestare perché il personale ,sotto organico di brutto, stava lavorando a tutto regime con numerosissimi codici rossi; UN ENCOMIO A LORO, ma un grande disprezzo per lei che,pur di perseguire i suoi scopi ,certamente non umani,né umanitari, sta smantellando una struttura che era un fiore all’occhiello della Regione,Se non lo sapesse,il comprensorio dell’Ospedale di San Benedetto,raccoglie un bacino di utenza molto più ampio di qualsiasi ospedale dei dintorni ed in estate, in particolare ,ha più utenze al Pronto Soccorso,del Torrette di Ancona! Lei si rende conto che per favorire gli interessi di pochi, compreso il suo,sta mettendo a rischio continuo la vita di centinaia di migliaia di persone? Ma dov’è il suo cuore e soprattutto la sua coscienza? Si ricordi che le sofferenze e le morti di tante persone ricadono tutte su di lei ed i suoi complici! Se ,per lei, non esiste la pietà,l’empatia, la vicinanza umana,potrà essere un uomo potente,non certamente,degno di rispetto! La mia è una richiesta da persona di ottant’anni, di pensare con la testa e con il cuore , non con l’ambizione e il portafoglio! Parola di Scout”.

A Fermo il personale ha fatto una segnalazione alla Procura della Repubblica per i tempi di attesa che dal 2015 ad oggi sono aumentati fino a 7h e 30’ che ha indotto 40 dipendenti a sottoscrivere questa denuncia.
A Senigallia abbiamo raccolto una delle tante segnalazioni: “Mi torna in mente il film degli anni ’70 “La fuga di Logan” dove a 30 anni morivano tutti.Qui fortunatamente non è così… Credo che un Pronto Soccorso di una città come Senigallia dovrebbe essere strutturato meglio. Non ha alcun senso che le persone aspettino ore per essere visitate specialmente oltre una certa età. Mia mamma oggi é scivolata in casa ed è caduta battendo la schiena. Non dovrebbe essere niente di preoccupante ma ad 84 anni vorrebbe stare sicura, anche perché tornando a casa troverebbe mio padre che non sta bene neppure lui. Si cerca di passarci sopra e con il passare del tempo si inizia ad avere fame… Ci si affaccia verso il bar che adesso non viene più aperto. Non so nemmeno se cambierà gestione o non ci sarà più… Siamo costretti a prendere una bottiglia di acqua al distributore automatico. Mezzo litro… Un euro…

Mi sembra che si cerchi di lucrare sulle persone che stanno male. Onestamente la stessa quantità di acqua in altri distributori automatici costa meno della metà. Spero che almeno questi soldi li prenda l’ospedale per sopravvivere dato che qui sembra che non ci siano problemi ma ci sono… Vero amministratori regionali?… e non solo…
Credo che tutti dobbiamo avere il diritto di essere curati ed il nostro stato lo garantisce…o mi sbaglio?”.
L’art.32 della Costituzione lo dice, ma non viene rispettato.

Commenti
Solo un commento
Mario2 2019-08-16 15:06:53
Vergogna! Si organizzano proteste di piazza per tante cazzate ma non per questa che è spaventosa, è ora di farsi sentire veramente!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!