SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Car Multiservice Senigallia - Agosto 2019 - Offerte Peugeot - Nuova Peugeot 208 GT line

In spiaggia 28enne rompe sedie e vetri. Rubati telefoni in discoteca, denunciato 30enne

Interventi della Polizia. Serata tranquilla in centro per il Summer Jamboree. Segnalazioni dal lungomare per musica alta

2.389 Letture
commenti
Polizia, volante, 113

Serata tranquilla quella di sabato 10 agosto a Senigallia nelle zone interessate dal Summer Jamboree, per cui si prevedeva il maggiore afflusso di pubblico nelle vie del centro storico: la Polizia è stata impegnata solamente nell’allontanamento di alcune persone di origine rom che chiedevano elemosina.

Dal lungomare sono arrivate in Commissariato, da parte di residenti e turisti, diverse segnalazioni per la musica. Si lamentava l’alto volume della musica, specialmente sul lungomare Marconi, dove erano in corso diverse feste, che hanno comportato anche il concentramento di migliaia di persone in strada, rendendo difficile anche il transito pedonale.

In uno di questi locali, un 28 enne di origine kosovara, K.T. le sue iniziali, in stato di alterazione, ha tentato di entrare ma è stato respinto. L’uomo ha quindi provato ad entrare passando dalla spiaggia, dove però ha cominciato a danneggiare sedie e rompere dei vetri a forza di pugni, provocandosi lacerazioni alle mani.

E’ nata poi una colluttazione con il personale addetto alla sicurezza del locale e sono stati contattati la sala operativa del Commissariato di Senigallia ed il 118, che hanno condotto l’uomo in ospedale. Gli agenti di Polizia hanno sentito gli interessati per ricostruire l’episodio.

Nel corso della nottata, in un locale da ballo al Cesano di Senigallia, i poliziotti sono intervenuti poiché era stata segnalata la presenza di un uomo che si aggirava in modo sospetto tra la gente. Gli agenti, giunti nella discoteca, hanno individuavano la persona in questione, che è risultato essere un senegalese di circa 30anni, richiedente asilo, mostratosi agli agenti piuttosto nervoso.

Controllato dai poliziotti, al trentenne sono stati trovati due telefonini dei quali non ha saputo giustificare il possesso, oltre ad una somma pari a circa 500 euro, che considerato che l’uomo non svolge alcun lavoro, gli agenti non escludono possa provenire da attività di spaccio.

Il giovane ha quindi tentato di divincolarsi dagli agenti, i quali, una volta condotto in commissariato il fermato, hanno proceduto a denunciarlo per ricettazione, sequestrando telefoni e denaro, e per resistenza a Pubblico Ufficiale.

È stata rintracciata nella mattinata di domenica 11 la proprietaria di uno dei telefoni rubati all’interno del locale: la donna ha sporto denuncia.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!