SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Tubi in cemento amianto non trasferiti in discarica

Ala: "In via delle Viole una situazione che va avanti da settimane"

Centro commerciale Il Maestrale - Senigallia - Coupon Parchi della Riviera
Tubi in cemento amianto non trasferiti in discarica

Proseguono con continuità le segnalazioni di persone che si rivolgono all’associazione ALA per evidenziare la presenza di amianto.

Presenza, in alcune circostanze, impossibile da non notare, come nel caso di via della Viole a Senigallia. Un caso già segnalato in data 18 luglio e che, a distanza di tre settimane è addirittura peggiorato !

Vengo ai fatti.

Nell’ultima settimana del mese di giugno, in via delle Viole nel quartiere Saline, mi sono stati segnalati dei tubi in cemento amianto messi in sicurezza in prossimità dei giardini, vicino la cabina elettrica.

Sin qui tutto abbastanza normale. Purtroppo però, trascorsi circa 20 giorni, tutto è rimasto tale. A questo punto, in data 18 luglio, ho effettuato una segnalazione (attraverso la posta elettronica) agli organi preposti, spiegando che sarebbe opportuno portarli al più presto presso l’apposita discarica speciale, secondo quanto previsto dalle norme di legge sull’amianto.

D’altra parte, come da fotografia e come da cartello esposto, si tratta di materiali da costruzione contenenti amianto.

Ancora una volta siamo in zona centrale di Senigallia, nel quartiere Saline, ed ancora una volta emerge una brutta cartolina all’occhio di tutti.

A distanza di ulteriore tre settimane da quella segnalazione, i tubi in cemento amianto sono addirittura aumentati a causa di un altro guasto. Ora sono SEI (6) e sembrano essere pronti per essere portati in discarica.

Mi chiedo. Ma come è possibile??? dal momento che l’apposita legge Inail (D.Lgs 81/2008) spiega che “i tubi in cemento amianto, causa rotture, dovranno essere caricati su mezzi idonei di trasporto, possibilmente in giornata o al raggiungimento di un primo carico utile, ed avviato quanto prima in discarica per rifiuti pericolosi.”

Come sempre mi rivolgo agli organi preposti per i dovuti sopralluoghi ed i provvedimenti da adottare a riguardo.

Anche e soprattutto perché la situazione attuale, determinata dalla lavorazione nella sede stradale ed i tubi lasciato in “custodia” rappresentano veramente un bruttissimo spettacolo.

Sono molto amareggiato per questa ennesima situazione di pericolo amianto a Senigallia, ma l’associazione lotta all’amianto non si demoralizza e prosegue la propria battaglia, sempre e comunque a fianco dei cittadini, affinché si faccia il massimo per la tutela della loro salute.

Carlo Montanari
Presidente Ala

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura