SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia: successo per l’inaugurazione del XVIII Festival Organistico

Prossimo appuntamento giovedì 18 luglio alle ore 21.15 alla Chiesa del Portone

Fabbri Infissi Senigallia - Dierre - Bonus fiscale 50% infissi, porte e cancelli
L'organo della chiesa del Portone di Senigallia

È stata inaugurata con un grande successo la XVIII edizione del Festival Organistico Internazionale Città di Senigallia, giovedì 11 luglio.

Una chiesa gremita per il primo appuntamento della stagione 2019, che si è aperta con il saluto di Lorenzo Uccellini, figlio dello scomparso dott. Leopoldo Uccellini, ideatore e fautore del Festival.

La parola è poi passata al Sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, che ha sottolineato come “Il Festival Organistico Internazionale sia un testimonianza di come le iniziative portate avanti con continuità e competenza facciano apprezzare il bello a una città intera e a tutto il territorio da ormai 18 anni”.

Don Paolo Gasperini, parroco della Chiesa del Portone, nel dare il via all’esibizione ha infine sottolineato come la musica sia un’arte che apre a “quel respiro più ampio cui anela la nostra dimensione interiore.

La serata La musica nascosta di Leonardo Da Vinci, dedicata al grande genio fiorentino nell’anniversario dei 500 anni dalla morte, ha poi affascinato il pubblico presente per la sinergia che si è instaurata tra il maestro organista Simone Vebber e la storica dell’arte Benedetta Montevecchi.

Un percorso tra musica e arte che ha evidenziato il legame di Leonardo con gli artisti del suo tempo, ricordando la sua capacità di suonatore di lira e la sua passione per la musica, considerata “sorella minore dell’arte”. Una grande esibizione quella del maestro Vebber, che lasciandosi ispirare dalle opere del grande Leonardo e dalle caratteristiche dell’organo Pinchi Opus 422, ha offerto al pubblico presente una serie di improvvisazioni intense e suggestive.
Un debutto che conferma il prestigio e la qualità del Festival Organistico Internazionale, che prosegue giovedì 18 luglio prossimo, sempre alla Chiesa del Portone, con il Trio Palladio, composto da Michele Antonello all’oboe, Steno Boesso al fagotto ed Enrico Zanovello all’organo.

Insoliti divertimenti musicali” è il titolo della serata che si svilupperà su un percorso che dal Rinascimento arriverà fino a Verdi, per una serata all’insegna dell’originalità e dell’eterogeneità.
Appuntamento alle ore 21.15 alla Chiesa del Portone.

 

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!