SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Senigallia, blitz dei Carabinieri contro l’abusivismo commerciale

Sanzioni amministrative per circa 20mila euro

1.040 Letture
Un commento
Gommista Bastianelli Senigallia (AN) - Assistenza e vendita pneumatici
Lotta all'abusivismo

Con l’arrivo della stagione estiva sono iniziati i controlli sulle spiagge da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Ancona finalizzati a contrastare l’abusivismo commerciale, la contraffazione e ha garantire il rispetto delle regole degli assegnatati si regolare licenza alla vendita sul litorale.

Sulla base dell’esperienza maturata negli anni scorsi, nell’ambito dell’iniziativa Ministeriale “Spiagge Sicure – estate 2019”, è stata avviata una specifica campagna sugli arenili, nel tratto compreso tra Senigallia e Numana.
I Carabinieri delle Compagnie di Osimo, Ancona e Senigallia già dall’ultimo Week-End hanno setacciato l’intera costa della provincia anconetana che interessa i comuni di Numana (compra la frazione di Marcelli), Sirolo, Ancona (Passetto, Porto novo, Palombina, ecc.), Falconara Marittima (Palombina Vecchia e Rocca Priora) Montemarciano e Senigallia (compresa la frazione di Marzocca).

I mirati servizi di controllo sono finalizzati a prevenire e contrastare l’abusivismo commerciale su area pubblica e a tal fine è previsto l’incremento del controllo del territorio con la presenza di Carabinieri giunti nella provincia per rinforzare i presidi dell’Arma che operano sul litorale. Il compito delle pattuglie, anche in abiti civili, è quello di monitorare il Lungomare, le passeggiate pedonali, controllando soprattutto che, nei singoli luoghi autorizzati dai Comuni si svolga l’attività in maniera regolare verificando, in particolare, la tipologia della merce esposta in vendita, la dimensione dei banchi e, ovviamente, l’assenza di soggetti non autorizzati. Sarà così impedita la vendita abusiva, da parte di venditori ambulanti, di alcolici e bibite ed altre forme di illegalità.

In tale contesto i Carabinieri della Compagnia di Senigallia sul tratto di spiaggia da Lungomare Mameli a Lungomare Dante Alighieri, con alcune pattuglie e militari camuffati da normali bagnanti, hanno setacciato la “spiaggia di velluto” controllando 12 venditori ambulanti stranieri. Tutti sono risultati in regola sul territorio nazionale.

Quattro di loro comunque sono stati sorpresi ad esercitare l’attività di commercio su aree demaniali marittime in forma itinerante senza essere in possesso della prescritta autorizzazione amministrativa e nulla-osta rilasciato dal Comune di Senigallia.

Si tratta di cittadini originari del Bangladesh e del Pakistan residenti a Milano e in provincia di Pesaro-Urbino, che per il periodo estivo si sono trasferiti nella provincia di Ancona. Nel corso del servizio, nei confronti dei predetti venditori abusivi sono state contestate sanzioni amministrative inerenti a violazioni alle norme del commercio su aree pubbliche per complessivi  20mila euro in relazione al T.U. regionale n.27 del 2009. Lotta all'abusivismoInoltre sono stati sottoposti a sequestro amministrativo: 19 noci di cocco, 14 braccialetti; 13 collane; 621 pezzi di bigiotteria; 57 vestiti da donna; 4 borse da mare; 73 cappelli da mare; 635 costumi da bagno; 1254 accessori per capelli. La mercanzia, sulla base dei prezzi praticati sulla spiaggia, avrebbe consentito di realizzare un profitto complessivo intorno ai 13.000 euro. La merce sequestrata sarà consegnata alla depositeria comunale.

Si tratta del primo risultato importante conseguito quest’anno nella lotta all’abusivismo commerciale, ma la presenza sull’arenile sarà quotidiana ed i servizi si svolgeranno nell’abito di un’azione sinergica con le altre Forze di polizia, con la Polizia Locale e la Guardia Costiera.

I controlli proseguiranno durante tutta l’estate soprattutto nei momenti di maggiore criticità, con l’obiettivo di garantire il rispetto delle regole, la tutela del commercio regolare e far trascorrere ai residenti ed ai turisti giornate serene sulle nostre spiagge.

Commenti
Solo un commento
Glauco G. 2019-07-01 12:15:49
Tanto rispetto per i Carabinieri, Poliziotti, ecc ma questi controlli non li ho mai capiti e mai li capirò. A che serve andare su e giu per l'arenile e confiscare merce ed emettere multe anche salate? cosa abbiamo contrastato così? abbiamo contrastato il fenomeno del giorno ma dal giorno dopo si ripartirà punto e a capo... si emettono multe di 20 mila euro ma mai si scrive quante di queste multe poi vengono regolarmente pagate....e la merce? la distruggete ok ma che danno avete fatto al giro illecito? forse poco meno di 1000 euro? il costo di una singola borsa contraffatta sarà di 10 euro..pensa che danno si fa nel confiscarla e distruggerla...ma mettiamo il caso che le multe vengano pagate...che cosa avete combattuto? colpiamo un cristo che sta qui e campa con i pochi soldi che gli lasciano i veri delinquenti e che gli tocca pagare somme elevatedi multe...quindi? cosa combattiamo? lo impoveriamo di più e quindi costringiamo questo uomo a lavorare ancopra di piu in nero per recuperare i soldi persi con la multa...quindi che cosa si combatte? qui è ora di iniziare ad andare a monte delle cose...chi mette in commercio queste cose? chi sfrutta queste persone? è ora di colpire li e non l'ultima ruota del carro .... solo una cosa trovo positiva in questi controlli...per lo meno si controlla lo status che ha uno straniero nel nostro territorio..se è in egola oppur eno..ma per il resto...non serve a nulla per me.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura