SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Foto Notizia: inaugurato il nuovo parcheggio della stazione

Realizzati 51 nuovi stalli di sosta

1.870 Letture
commenti
Albergo Bice - Nuova sala convegni - Hotel e ristorante - Senigallia
Nuovo parcheggio della stazione Parcheggio

E’ stato inaugurato nel tardo pomeriggio del 21 giugno il nuovo parcheggio della stazione. Si tratta di uno spazio di circa 1700 metri quadrati sono stati realizzati 51 stalli di sosta.

Un intervento che ha permesso di ampliare l’offerta di posti auto in prossimità del centro storico a vantaggio delle attività economiche, ma anche dei tanti visitatori che stanno già affluendo a Senigallia per i grandi eventi estivi.

La riqualificazione ha riguardato anche il verde urbano: al posto dei vecchi alberi malati è stata realizzata una fascia verde della larghezza di 2,50 metri di separazione tra viale Bonopera e il parcheggio.

Commenti
Ci sono 8 commenti
octagon 2019-06-22 10:15:01
Perdonate la mia ignoranza, ma dal titolo si cita: Realizzati 51 nuovi stalli di sosta. Ebbene, guardando delle immagini satellitari, prima vi erano oltre 40 posti auto più altri posti a fianco del palazzo (dove c'è la banca sotto), non contiamo quelli sulla statale perchè pericolosi, erano una cinquantina allora con l'ingombro dei pini, non mi tornano i conti, perchè i posti auto non sono aumentati?
octagon 2019-06-22 10:16:10
https://goo.gl/maps/c3MZYrafkeEETRYg7
centr100
centr100 2019-06-22 13:03:57
@octagon, hai messo in evidenza una cosa vera, e ovvia.
Non abbiamo guadagnato posti auto, anzi abbiamo rimesso quei pochi che erano gratuiti, e ci abbiamo rimesso un'area verde.
Ma ci sono personaggi, tipo @fra77 (lo cito perché c'é una discussione in corso su un altro articolo) , che sono contenti.
La matematica non dovrebbe essere mai "un'opinione politica", ma finché ci saranno questi incantatori di serpenti e dietro questi sbattitori di piatti a fargli il tifo, la stupidità sarà sempre premiata.
fra77 2019-06-22 19:01:42
@centr100. Aegomenta le risposte e finiscila di fare il bambino capriccioso. Nell'altro articolo ho detto che finalmente si è rivalutata quella zona da latrina a cielo aperto (altro che area verde) a comodo parcheggio da usufruire. Se a te non sta bene a me non me ne può fregare di meno,ma siccome etichetti le persone che plaudono ad un progetto come persone che devono spazzare la sede del PD,mi spiace ma sei solo un petulante arrogante senza minima ombra di obiettività. Aggiungo che più volte ho criticato il sindaco (che non ho votato) con la storia dei parcheggiatori abusivi,poi della norma che fa permanere attrezzature balneari in spiaggia,poi sulla storia dei pannolini lavabili,poi sulle non risposte tempo fa della pulizia del fiume. Se poi il sindaco (che non ho votato) fa una cosa,due,o tre che mi piacciono a me sta bene e commento positivamente. Quindi datti una calmata e se vuoi commentare fallo ma tenendo in piedi l'oggetto di discussione invece di blaterare con chiacchiere da circolo.
bimi 2019-06-22 23:51:50
Quelli abbattuti adesso sarebbero “alberi malati”... solo pochi giorni fa il sindaco li aveva definiti “pericolosi”. Almeno quando si giustificano scelte insensate bisognerebbe mettersi d’accordo, lo sanno tutti che la pineta stava benissimo ed era un angolo caratteristico, benché abbandonato da anni all’incuria totale. Ma come in altri casi in questa città, invece di sistemare e manutenere si è preferito abbattere e demolire e poi asfaltare e cementare. Bene...
centr100
centr100 2019-06-23 12:29:39
@fra77
Sta pur tranquillo, sono sul pezzo e ci rimango. A tal fine, prendo il tuo messaggio e ne taglio la metà, ovvero quella composta da puerili giudizi sulla mia persona, che non riesci a smettere di dare (io ho smesso subito almeno, vediamo se tu ci riesci).
Andiamo al tuo messaggio: per "area verde" si intende ciò che quell'area era, da circa 100 anni. Negare che quella fosse un'area verde, é negare un fatto. Perché tu lo faccia, questo lo sai tu.
Una lattina a cielo aperto? Non la definirei così, ma comunque ti do ragione: si trattava di un'area degradata.
Pertanto, andava ripristinata come area verde (giardinetti, un piccolo parco, o cose del genere), mantenendo la destinazione che urbanisticamente quell'area aveva da circa 100 anni.
I parcheggi? Quelli che c'erano prima, ci sono ora. Anzi, ora sono tutti a pagamento, prima almeno erano liberi.
Quindi: hai rimesso un'area verde, e non hai guadagnato praticamente nulla, in termini di posti auto. Anzi, ci hai rimesso quei pochi parcheggi liberi, vicino al centro.
Ora, letto il mio messaggio, quello di nomi, quello di octagon, e ti assicuro che non ci conosciamo tra di noi, potresti perfavore recepirne i concetti che vogliamo trasmettere, che sono oggettivi, e spiegarci per favore dove avremmo torto?
Grazie
fra77 2019-06-24 10:53:24
@centr100. Smesso subito tu di dare giudizi? Sbattitori di piatti a fargli il tifo lo hai detto tu,oltre ad altri giudizi nei commenti precedenti. Cmq ho sbagliato a cadere in provocazioni anziché sorvolare. Lasciamo stare e veniamo all'oggetto di discussione. Il mio commento positivo all'opera ed alla sua riqualificazione rimane inalterato. Ma nel mio commento non ho mai menzionato il numero di stalli ne altri punti discussi da altri commentatori,ma solo un plauso al progetto. Quindi non devo dare ne torto o ragione a nessuno per un plauso al progetto a titolo personale. Area verde; Per me le aree verdi devono essere custodite e non essere lasciate all'abbandono ed è per questo che per me quella di area verde non aveva più nulla,complice per questo anche il nostro comune come tutti i comuni d'Italia grazie alle scellerate politiche di uno che togliendo l'ICI ha tolto servizi come questo. Riguardo ai parcheggi ora son fruibili prima invece no,ora son a pagamento prima no. In tantissime stazioni ferroviarie si usa questo metodo piaccia oppure no. Ora però vengo anche a questioni elencate dagli altri. Il commento di @Octagon è condivisibile,ma questo parcheggio è fruibile anche da utenti disabili,cosa impossibile prima,poi ci sono posti riservati per auto delle FS,e ci sono posti auto riservati a residenti che non hanno box nell'edificio della banca. Ora non so come è stato conteggiato il tutto ed a che modo. Se poi son di meno di stalli,ma più fruibili,ben venga. Tra l'altro questo parcheggio è progettato per diventare in seguito sopraelevato e forse anche questo giustifica la riduzione dei posti. Ricordo che i parcheggi che erano presenti nella banchina stradale dove sostavano le auto prima di questo progetto violavano il codice della strada ed i suoi commi. Li auto non ci potevano stare anche perché pericolosi e non fruibili in sicurezza. Riguardo al commento di @bimi,ricordo che c'è stata una perizia tecnica riguardo allo stato della pineta,che menzionava il rischio di caduta e le malattie delle alberature. Il problema sta altrove,ovvero nell'opposizione politica locale,che invece di urlare,doveva impugnare delibere,fare un'altra perizia tecnica che confermava o meno quella fatta fare dal comune. Di idee ognuno di noi ne ha diverse,ma su queste tematiche servono i fatti. Ed il fatto è che quella pinetina per sicurezza non ci doveva più stare (perizia tecnica) a meno che non c'era un'altra perizia che diceva il contrario. Ma questo non lo sapremo mai perché non si sono veramente opposti chi non voleva l'abbattimento di questi alberi.
centr100
centr100 2019-06-26 15:14:37
@fra77 Ti devo il rispetto di una risposta, soprattutto dopo averti definito in maniera frettolosa. Il problema fra77 è che... dalla tua risposta, io capisco che tu, non sai molte cose, o comunque sei male informato.
Vado dove posso quindi, ad informarti meglio:

1) Sull'area Verde - definizione
Un'area Verde non è definita tale "per te", ma è una realtà oggettiva: un'area dedicata, appunto, al verde. Essa viene identificata sul piano regolatore, che viene redatto nel rispetto delle realtà urbanisticamente preesistenti. Ogni variante, soprattutto nel centro storico o in prossimità di esso, deve essere fortemente motivata. La variante che identificò la pinetina come parcheggio, fu da subito oggetto di polemiche (ma di questo ti parlerò dopo). Quindi, in soldoni: un'area verde può essere mantenuta bene, o mantenuta male, ma sempre di area verde si tratta, non perde la sua definizione urbanistica. Così come se parli di un'auto comprata ieri o di una comprata 20anni fa, stai comunque sempre parlando di automobili.

2) Mancano i soldi per l'ICI tolta
Oggi l'ICI si chiama IMU, non è stata tolta, e infatti la gente continua a pagarla. Se non la paga, vuol dire che il comune non è bravo a recuperarla, visto che i controlli spettano a quest'ultimo. Le nostre aliquote, non solo Imu, sono le più alte possibili.
Secondo me bisogna vedere come il comune spende i soldi che recupera, per chi li spende, e come li spende, e se ci sono danni erariali. Forse non è un caso, che alcuni membri di questa giunta e di quella passata, sono oggetto di attività di indagine da parte della magistratura come abbiamo letto sui giornali. Chi vivrà vedrà.

3) Sulla fruibilità
Non capisco molto bene perché sostieni che i parcheggi di prima non erano fruibili, mentre ora lo sarebbero. Sono gli stessi identici parcheggi, solo disposti in maniera diversa, all'interno di un'area che è stata disboscata. Inoltre, non mi risulta esista alcun progetto di sopraelevazione del parcheggio: quella è una possibilità che da il piano regolatore, esattamente come da anni stanno sulla carta altre cose tipo la metro di superficie, che molto difficilmente verranno mai realizzate.

4) Sul codice della strada e i parcheggi lungo la statale
Non sono un vigile, ma se permetti ho i miei seri dubbi che i parcheggi di prima violassero il codice della strada, sai? Dopotutto c'era una segnaletica orizzontale, che disponeva chiaramente che quelli fossero posti auto.
Una realtà deve necessariamente prevalere sull'altra. Quand'è così, credo che osservare dati oggettivi, rappresenti la cosa più logica da fare: quindi, come definiresti le centinaia di posti auto disegnati ai lati della strada statale (anche a pagamento) che troviamo a Marina di Montemarciano, o a Falconara Marittima, a Palombina, e ad Ancona (e mi fermo, in questo viaggio immaginario)? Sono tutti illegali? E se non lo sono, perchè proprio quei pochi della pinetina, lo erano? Delle due l'una: entrambe le realtà non possono coesistere, e dubito fortemente che quando si disegnano posti auto lungo la statale, chi vi posteggia stia violando il codice della strada.

5) Lo stato di salute delle essenze arboree, e la sicurezza per la cittadinanza:
Su questo punto, mi dispiace ma non sei informato bene, e questo perché hai seguito "a pecora" ciò che l'amministrazione ha raccontato, senza verificare da solo.
Ti cito parte della relazione tecnica che tu stesso citi e che chiaramente non hai mai letto, ma che puoi trovare facilmente con una ricerca internet.
"(...) 5 di 48 soggetti presentano criticità particolarmente elevate, pertanto tre andrebbero rimossi, mentre la maggior parte delle piante andrebbe sottoposta ad interventi di potatura”.
Si parla quindi di interventi di potatura, e delle 5 che necessitano attenzione, solo 3 (e davvero solo quelle 3) andavano abbattute, e, semmai, sostituite. E invece, ne abbiamo abbattute ben 68 (siamo andati oltre le 48 analizzate, a quanto pare...).
Negli atti il Comune dice che l’abbattimento degli alberi è inevitabile “in quanto non esistono soluzioni tecniche alternative”: questo quindi, non corrisponde al vero, soprattutto perchè la stessa amministrazione cita la relazione a più riprese, ma la relazione non dice questo.

6) Sull'opposizione politica locale
L'opposizione è stata così tempestiva (in due giorni raccolte più di 1500 firme) che l'amministrazione comunale vedendo il malcontento, ha anticipato senza alcun preavviso e in gran segreto, la data di abbattimento della pineta. Non c'era più nulla quindi, per cui combattere. Cittadini beffati e umiliati, contro ogni rispetto. L'opposizione è stata fatta in maniera leale e trasparente, seguendo i tempi tecnici che sono previsti in questi casi. Chi non si è comportato nella medesima maniera, è stato qualcun altro, sollevando dubbi procedurali non da poco, che immagino siano stati verificati, nonché facendo calare un alone di sospetto, sul perché quella pineta dovesse essere rimossa in così tanta fretta e furia. La slealtà verso la cittadinanza, che era sensibilmente coinvolta dall'ennesimo disboscamento del verde nel centro storico, comunque, è stata palese. Quel che è certo, è che i VERDI a Senigallia, sono inesistenti, e dovrebbero nascondere la testa sotto la sabbia alla prossime elezioni.

7) Considerazioni
Chiudo con una mia considerazione su una tua affermazione. Non si può, fra77, all'interno di un dibattito politico, fissare la regola del "io faccio quello che mi pare, se non ti sta bene fammi pure ricorso", quando già la normativa parla chiaro, ma si sa benissimo che un tribunale per esprimersi ci mette anche 10 anni, e a quel punto il problema, così come il mandato di chi ha deciso questa tattica, sarà morto e sepolto, e mai nulla pagherà.
Questo modo di agire è una prepotenza, e nel caso del disboscamento della pineta, è stato palese.
Il parcheggio a tutt'oggi sembra inutilizzato, e questo è un segnale forte esattamente come lo è piazza Garibaldi: le due cose hanno in comune che sono state fatte in due punti, in cui non servono a niente, e non come il sindaco oggi sul giornale dice "è la dimostrazione che i parcheggi non ci servono". Nessuno parcheggerà lì, finché ci saranno i parcheggi dietro l'Hotel Marche liberi, per andare in stazione. E il parcheggio lì non serve a molto, perchè parcheggiare lì a pagamento é una stupidaggine, esattamente come stupido sarà il parcheggio di via cellini, distante da tutto, a meno che non venga direttamente collegato con l'ospedale. Ma ne dubito. Toglietevi dalla testa i paragoni tra Senigallia e città tipo Bologna che non stanno in piedi, poiché Senigallia, non é Bologna. E si vede. Pure tanto.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!