SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

“Questioni varie ad oggi ancora dimenticate”

Lettera aperta da un cittadino, Glauco Brozzesi al sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi

1.171 Letture
commenti
Maurizio Mangialardi

Visto che fino ad oggi, nulla è stato da Lei fatto malgrado le Sue varie giustificazioni addotte, le rammento, anche se non servirebbe, che chi riveste una pubblica funzione se viene sollecitato da qualunque cittadino contribuente, non suddito, si dovrebbe domandare se attivarsi anche per le cose semplici, alle volte, non disdicevoli, che forse non danno notorietà, ma che possono essere prova di buona volontà specialmente se sono utili alla collettività ed un poco di modestia non guasterebbe affatto.

Tutto ciò non è solo il mio punto di vista perchè c’è una elevata quantità di concittadini che condividono ciò che io ho menzionato.

I) In merito all’indisciplina dei ciclisti, sarebbe cosa giusta, non contestare le infrazioni e sanzionarle, ma fare, almeno, opera di persuasione da parte di chi di dovere (Polizia municipale) per sollecitare un comportamento più educato e civile degli stessi e non ripeta che ciò riguarda la scuola e la famiglia che hanno altri compiti ben più importanti e che spesso non riescono nemmeno in quelli per infiniti motivi. Inoltre, se gira per le vie cittadine, si accorgerà che la maggior parte dei ciclisti che non rispettano le norme di comportamento sono persone adulte ed anziane.

II) Per ciò che riguarda i venditori ed i parcheggiatori abusivi, sarebbe già ora passata che s’intervenisse più drasticamente e non solo con delle sanzioni pecuniarie che nessuno si sognerà mai di onorare e servono solamente a suonare la grancassa sui giornali locali senza alcun risultato pratico. ( Le faccio sapere, inoltre che anch’io ho subito dei danni con sfrigi sul cofano dell’auto, forse per ritorsione).

III) Non riesco a comprendere perchè, sia Lei che l’assessore al commercio, se c’è, tolleri, in spiaggia, la vendita ambulante di cocco, senza il rispetto di alcuna norma igienico/sanitaria e commerciale, mentre un esercente con regolare licenza di attività e nel rispetto delle sue incombenze amministrative e fiscali, alle volte,solamente perchè non indossa, semplicemente, indumenti adeguati, viene pesantemente sanzionato dalla vigilanza sanitaria.

IV) Non ha ancora provveduto a segnalare con cartelli fissi e/o mobili la periodica pulizia delle strade cittadine che, inoltre, si effettua in orari spesso inconcepibili in mezzo al traffico e quasi solo al centro della strada con le auto parcheggiate a destra e sinistra e con i soffioni usati per spostare la sporcizia sotto le auto che la sollevano da terra con il polverone che si genera a discapito dei cittadini e dell’igiene ambientale; Le avevo già fatto notare che in moltissime città e paesi limitrofi si è già da tempo provveduto a segnalare con cartelli verticali i giorni di divieto di sosta per detta operazione.

V) Ultima delle tante cose che andrebbero rammentate è quella da me ribaditeLe più volte ed inutilmente, perchè a distanza di anni non ha ancora reso visibile la segnalazione del passaggio pedonale davanti alla casa di riposo “Opera Pia M.F.” di cui i molti ospiti anche disabili dovrebbero essere, a maggior ragione, tutelati nella loro incolumità esterna anche dall’amministrazione comunale e penso che un poco di vernice abbia un costo assai limitato e sia utile ai cittadini che l’hanno anche votato e che non sono di serie “B”. Alla luce di ciò, Le chiedo che come ha già provveduto in via Cellini, sarebbe utile farlo in via Cavallotti. Penso di prevenirLa non accettando la scusante che in via Cellini c’è una scuola, perchè negli orari di entrata ed uscita degli studenti ci sono sempre e giustamente presenti degli agenti della polizia urbana, perciò L’inviterei a dire il perchè di ciò che non è stato fatto in via Cavallotti. Quando andrà, a luglio, come tutti gli anni a presenziare, invitato, la festa degli anziani e dei nonni, spero che potrà dire di aver provveduto al rifacimento del passaggio pedonale anche per la loro sicurezza.

Se tutto ciò che Le ho ribadito sono miei errori o fantasie, mi corregga, sono sempre pronto a suggerimenti migliorativi e critiche, ma sono anche un pratico e non ho alcuna altra ambizione, se non evidenziare le discrepanze che noto e non ho alcuna arroganza ed ambizione politica come tanti altri.

Spero vivamente che prima della decadenza del Suo mandato, provveda a fare almeno qualcosa di ciò che ho, per l’ennesima volta, evidenziato.

Con me sono anche tanti altri che condividono l’aspettativa e sperano nel Suo intervento.

In attesa, La saluto.

F/to
Glauco Brozzesi

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!