SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Nuovo ponte ciclopedonale tra i lungomari di Senigallia, il progetto è ancora allo studio

Se ne era parlato nel 2018, ma è ancora lontana la realizzazione del collegamento in sostituzione dell'attuale passerella

1.086 Letture
commenti
La Senigalliese - Pratiche auto, passaggi, immatricolazioni, bolli - Senigallia
Il canale portuale del fiume Misa a Senigallia

Ponte ciclopedonale di collegamento tra il lungomare di levante e quello di ponente, progetto ambizioso ma di non imminente realizzazione. A dichiararlo il sindaco che risponde a un cittadino tornando su un progetto di cui già si era parlato in passato.

“Come cittadino amante della sua città e che si muove a piedi e in bicicletta per il centro e per i due lungomari – interviene il residenteavevo appreso con piacere l’arrivo imminente del nuovo ponte ciclopedonale (in sostituzione della vecchia passerella girevole) di collegamento fra i due lungomari. Non se n’è più parlato, come mai?.

“La costruzione del nuovo ponte ciclopedonale di collegamento tra il lungomare di Ponente e quello di Levante, in sostituzione dell’attuale passerella, – spiega il sindaco Mangialardiè un progetto ambizioso che è però ancora allo studio e allo stadio puramente progettuale”.

“Ovviamente non abbandoneremo questa ipotesi – chiarisce il primo cittadino – perchè comprendiamo bene come la sua realizzazione possa portare significativi benefici a tutta la mobilità ciclopedonale della città, ma occorre ancora valutarne con attenzione aspetti tecnici, economici e procedimentali“.

Commenti
Ci sono 2 commenti
leofax 2019-06-04 09:26:27
Se non ricordo male, qualche mese fa, il Sindaco, dichiarò, che si era messo in accordo con R.F.I. per alcuni lavori alla Stazione di Senigallia e con il rifacimento del ponte ferroviario sul Misa
Una soluzione inerente all'articolo ce l'avrei. Intanto toglierei il terzo binario come a Riccione (stazione passante). Al suo posto, restringendo la piattaforma tra i binari 2/3, mi troverei con la via Corridoni molto più larga e a doppio senso di circolazione. Sarebbe la via tra piazzale della Libertà e l'hotel Raffaello. (ex passaggio a livello. A quel punto con un bel viadotto sopra il Misa a fianco de ponte ferroviario, arriverei fino alle ex case Italcementi e proseguendo dove era l'ex ciminiera, avrei trovato il modo per collegare i due lungomari con annessa.pista ciclabile.
Il tutto ovviamente a carico delle Ferrovie. Volere è potere.
Poi se qualcuno ha di meglio da proporre si faccia avanti.
Leonardo Maria Conti
Glauco G. 2019-06-04 11:36:25
Buongiorno Leofax. Credo (ma non sono sicuro) che il 3 binario non sia un binario morto oppure puramente tecnico ma un binario utilizzato (non da tanti anni) per far passare meglio i Frecciarossa e Frecciabianca e che serve non piu come parcheggio per i treni merce (sempre per far passare gli altri treni) ma come approdo alla banchina n° 3 di Senigallia...io son venuto a Senigallia (da Ancona) con un treno JAZZ e tutte e due le volte sono sceso dal binario 3 (e non erano presenti treni più veloci da far passare). Quindi, credo che oggi non sia toccabile il binario 3. Ma come detto..non sono ferrato in materia e posso sbagliare..so solo che è molto più utilizzato rispetto qa quando i Ferecciabianca e rossa non erano presenti nella dorsale Adriatica. Il problema noon è trovare l'idea giusta (basta crreare un ponte alla fine..vedi Fano ad esempio). Il problema sono i soldi e credo anche il fatto che ad oggi non si sa piu cosa fare della zona ex sacelit...creare un ponte oggi che rischierà di intralciare la viabilità dell'area...non è il massimo... io credo siano questi i due problemi che bloccano il tutto..quindi mi sa che ci toccherà aspettare molti anni..purtroppo.
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura