SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa

Micio impallinato a Cesano: lettera aperta al Sindaco di Senigallia

"Mi auguro che, da parte delle autorità competenti, sia fatta piena luce su quanto accaduto"

2.682 Letture
commenti
Car Multiservice Senigallia - Gomme a prezzi shock - Promo Peugeot
Il micio Platone

Gentile signor sindaco,
mi permetto di scriverLe la presente conoscendo la Sua grande sensibilità verso il mondo animale, dimostrata in più occasioni, non ultima quella legata alla Sua partecipazione alla presentazione del calendario legato al progetto “A…mici e dintorni” che la sottoscritta, e le due colleghe, le professoresse Anna e Lucia Russo, abbiamo condotto, con il coinvolgimento di alcune classi della scuola dove insegniamo, l’ I.I.S.S “A. Panzini”, durante quest’anno scolastico.

In quella circostanza, Lei, egregio signor Sindaco, oltre ad apprezzare l’iniziativa, ne ha sottolineato l’importanza proprio per i grandi valori su cui essa si è fondata: l’amore e il rispetto per la vita , sostrato fondamentale dell’insegnamento da impartire alle nuove generazioni per alimentare in esse senso civico e crescita responsabile.
In quella circostanza, anche per la presenza di illustri ospiti, abbiamo parlato, illustrando a questo proposito il lavoro didattico affrontato nelle nostre classi, di situazioni incresciose che possono purtroppo verificarsi nei confronti dei nostri amici a quattro zampe. A maggior ragione mi preme segnalare un fatto gravissimo accaduto in una colonia felina ufficialmente riconosciuta dal Comune di Senigallia che, in quanto tale, come previsto dalla legge, è posta sotto la Sua tutela: all’inizio del corrente mese, mi accorgo che uno dei gatti della stessa, chiamato da noi animaliste Platone, presentava una profonda lacerazione alla coda. Dopo aver avvisato la responsabile della colonia, signora Annamaria Mengani, e aver prestato il dovuto soccorso al felino ferito, abbiamo saputo dal veterinario che l’ ha preso in cura e che ha redatto il referto relativo alle condizioni della bestiola, che il gatto è stato anche impallinato.
Vorrei sottolineare, signor Sindaco, che la colonia in questione è sita a Cesano, area della COMES, pertanto in una zona fortemente antropizzata, e che la colonia è confinante con la Chiesa e le strutture ricreative della stessa, frequentate soprattutto da famiglie con bambini.
Come Lei sa, i gatti sono animali fortemente territoriali ed abitudinari e , quindi, è impensabile che il micio ferito si sia allontanato chissà quanto dal suo spazio consueto e tutto fa presupporre che il ferimento possa essere avvenuto nei dintorni della stessa zona.
Oltre a sottolineare la gravità dell’episodio (per il quale sarà presentata dalle volontarie adeguata segnalazione alle autorità competenti) per la salute dell’animale, è ovvio che quanto è accaduto pone in serio pericolo anche la salute e l’incolumità di chi frequenta abitualmente la zona in questione o abita nei pressi.
Mi auguro che, da parte delle autorità competenti, sia fatta piena luce su quanto accaduto e che Lei, signor Sindaco, in quanto “umano” (uso questo termine e non quello di “padrone” perché nessuno può possedere la vita di un altro essere) anche del malcapitato felino , oltre ad essere compartecipe di tutte le iniziative che possano fare chiarezza su ciò, possa attivarsi sempre più nella tutela e nel rispetto degli animali e che, nel caso specifico, affianchi gli animalisti anche nella campagna di sensibilizzazione per adottare questo micio dolcissimo, ma sfortunato, “colpevole” solo, per alcuni scellerati, di esistere, di essere semplicemente un gatto e, forse, di varcare qualche giardino, commettendo lui chissà quale reato o causare chissà quale danno.
Credo che tutti dovremmo farci portatori del pensiero di Ghandi e rifarci al suo grande insegnamento, quello per cui ““La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”. Questo aforisma dovrebbe essere il fondamento della nostra vita e del nostro relazionarci con gli altri. Sono sicura che Lei opererà per dare un senso concreto a queste parole”.

Mirella Verde

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!