SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Da Adamo - Osteria e Locanda a Senigallia (AN) - Ristorante: pasta, pane, dolci fatti in casa

Senigallia, inaugurata la rassegna espositiva “C’era una volta la fotografia”

Le mostre sono visitabili da mercoledì a venerdì, dalle 15 alle 19, e il sabato e la domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19

Inaugurata la rassegna espositiva “C’era una volta la fotografia”

Inaugurata la rassegna espositiva “C’era una volta la fotografia”. L’evento, curato da Serge Plantureux con la collaborazione di Francesca Bonetti, prevede due mostre che saranno visitabili fino al prossimo 2 giugno.

La prima, intitolata “Cavalli Ferroni Giacomelli. Scatti inediti dagli archivi di Senigallia”, è allestita a Palazzo del Duca e raccoglie una serie di inediti dei tre grandi maestri della Scuola del Misa provenienti da collezioni private. Si tratta di scatti mai visti prima e selezionati per l’occasione dallo stesso Plantureux.

La seconda mostra invece, “Piccoli tesori dell’800. Marubbi, Naretti, Callotipi, Dagherrotipi e variazioni”, è uno straordinario racconto per immagini di popoli e terre lontane, ed è allestita a Palazzetto Baviera con fotografie storiche risalenti al periodo compreso tra la metà dell’Ottocento e i primi del Novecento, tra cui le serie albanesi di Pietro Marubbi e quelle coloniali di Luigi Naretti. Inoltre, l’esposizione è completata da preziosi dagguerotipi, callotipi e modelli del conte Minutoli, oltre che da stampe europee di fine Ottocento.

Forti dei recenti successi fatti registrare dalle mostre dedicate a Robert Doisneau, Aleksandr Rodčenko e Coşkun Aşar – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – inauguriamo la nuova stagione espositiva con un evento destinato a lasciare il segno e a rafforzare il brand di Senigallia Città della Fotografia. Di fatto si tratta dell’anteprima della Biennale che andremo a sviluppare nei prossimi mesi e che coniuga due prestigiose mostre: una che parla di noi, del nostro territorio e dei nostri maestri della fotografia, mentre l’altra guarda alla storia mondiale di quest’arte e ai suoi albori. Il mio ringraziamento va a Serge Plantureux, che ha curato l’evento, e ovviamente alla Regione Marche e alla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, che continuano a sostenere concretamente e con grande entusiasmo la programmazione culturale della nostra Amministrazione”.

Le mostre sono visitabili da mercoledì a venerdì, dalle ore 15 alle ore 19, e il sabato e la domenica, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura