SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Pittura edile Goffi - Trattamenti e soluzioni involucro edilizio - S. Maria Nuova

Il “Paguro” raccontato dalle riprese di Andrea Leghissa, sub e videoamatore di Senigallia

Il filmato che esplora il relitto di una piattaforma di perforazione al largo di Ravenna è stato premiato al concorso My Shot 2018

2.123 Letture
commenti
Andrea Leghissa

“Mi chiamo Andrea Leghissa ho 38 anni e sono originario di Senigallia (AN)…”

Inizia così un articolo intolato “Il Paguro”, apparso martedì 19 marzo su Scubaportal.it, portale web dedicato al mondo della subacquea, delle immersioni e del diving.

Il titolo non c’entra nulla, però, con il simpatico crostaceo noto per vivere nelle conchiglie vuote che adibisce a propria “casa”. Il Paguro in questione fu, infatti, una piattaforma di perforazione appartenuta all’Agip, che affondò a causa di un’esplosione il 29 settembre 1965, a 11 miglia dalla costa di Ravenna.

Andrea Leghissa ne parla perchè proprio all’esplorazione sottomarina del Paguro è dedicato un suo emozionante video, realizzato montando le immagini girate durante varie immersioni a oltre 10 metri di profondità, all’interno di quello che il sub e videoamatore di Senigallia definisce “un intricato labirinto, in gran parte inaccessibile al visitatore subacqueo”.

La qualità delle riprese e del video non è sfuggita agli esperti del settore, tanto da valere ad Andrea Leghissa il primo premio nel concorso My Shot 2018, nella categoria Amatori

Video – Piattaforma di perforazione Paguro, affondata per un incidente il 29 settembre 1965.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura