SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
Valmisa.com

“Fabriano, Jesi, Senigallia: ospedale unico con 3 unità operative complesse”

Incontro tra i sindaci di Area Vasta 2 e Ceriscioli per discutere delle problematiche della sanità locale

1.375 Letture
commenti
Sindaci di area vasta 2 con Ceriscioli

“Vogliamo un’organizzazione dialogante, che valorizzi le peculiarità di ciascuna realtà ospedaliera, dove si scambiano le opportunità e non solo i problemi. Questa amministrazione ha scelto sin da subito di puntare sulla qualità dei servizi offerti”.

Lo ha affermato il presidente della Regione Luca Ceriscioli al termine di un incontro sui temi della sanità al quale hanno preso parte i sindaci di Senigallia Maurizio Mangialardi, di Jesi Massimo Bacci e di Fabriano Gabriele Santarelli, il direttore generale Asur Alessandro Marini con il direttore sanitario Nadia Storti.

“L’incontro – spiega il presidente – è stato anche un’occasione importante per affrontare le questioni più urgenti relativi alle varie strutture.

In particolare, riguardo al tema del personale, è stata sottolineata l’importanza del massiccio piano di assunzioni in corso che l’Asur sta gestendo con nuovi concorsi.

I sindaci hanno confermato l’opportunità di “ragionare per Area vasta, accelerando il modello organizzativo che prevede un ospedale unico con tre unità operative complesse, senza sovrapposizione dei servizi e trasparente nelle finalità”.

Hanno auspicato un percorso condiviso, in grado di valorizzare le grandi professionalità presenti nelle tre strutture, mettendole nelle condizioni di lavorare al meglio per soddisfare le esigenze del territorio. Un percorso che essi stessi si sono impegnati a monitorare e a comunicare ai propri cittadini, evidenziando la necessità di sostenere l’intero progetto con una programmazione chiara delle scelte (Mangialardi), di integrare le funzioni per garantire l’operatività delle strutture (Bacci) e di convergere su una direzione condivisa in un percorso che sarà lungo e non semplice (Santarelli).

Commenti
Ci sono 4 commenti
Franco Giannini
Franco Giannini 2019-03-21 14:25:57
Quando questi perditempo (loro si offenderanno, però, purtroppo per noi, altro non sono) si riuniscono in questa tipologia di incontri salottieri, in cui a far da centrotavola c' è il solito membro più grosso (e tanto inutile che già sarebbe un successo se fosse solo capace di svolgere il lavoro di perditempo), prepariamoci al peggio, sempre che fosse ancora possibile ! Alla fine della riunione, prima di andare a colazione, attenzione ai comunicati stampa che emettono, il cui contenuto è incomprensibile anche a loro stessi che però nelle foto li vedi con il solito sorriso falsetto e beffardo di circostanza, preludio per i cittadini tutti, dell' allarme che ci avvisa per l'ennesima volta, che dobbiamo rinnovare la scorta di burro o vaselina... e chi vuol capire capisca.
BlackCat
BlackCat 2019-03-21 15:35:56
@ Franco Giannini: ben detto... Sarebbe ora ti togliere i fondi statali alla sanità privata e dirottarli verso il pubblico, migliorandolo. A questi invece gli piace ridurre e decentrare, tutto a scapito del cittadino.
Riccardo Pizzi 2019-03-21 15:43:42
Ecco la traduzione per noi comuni mortali:

http://www.senigallianotizie.it/1327482008/nubi-allorizzonte-per-il-distretto-di-senigalia
Glauco G. 2019-03-22 15:56:01
70 milioni per fare l'ospedale di Jesi...basta questo per far capire la situazione!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura