SenigalliaNotizie.it
Versione ottimizzata per la stampa
MC Coperture - Bonifica amianto, impermeabilizzazioni - Senigallia, Montecchio

Alluvione Senigallia: chiesti 40 milioni di euro di danni da oltre 400 parti civili

Udienza davanti al GUP De Palma, che ha poi rinviato al 29 aprile

1.379 Letture
commenti
Alluvione a Senigallia - Vigili del Fuoco in gommone

Supera i 40 milioni di euro il totale delle richieste di danni avanzate dalle varie parti civili, che si sono costituite tali in quanto offese in seguito all’alluvione che il 3 maggio 2014 colpì duramente la città di Senigallia.

La formulazione delle richieste, tra le quali figura anche quella dello stesso ente comunale, che ha presentato istanza di risarcimenti per 9 milioni di euro, è stata formalizzata durante l’udienza che si è tenuta lunedì 25 febbraio ad Ancona dinanzi al Gup Francesca De Palma: un passaggio che rientra nel procedimento penale che potrebbe portare a processo fino a otto persone, iscritte a vario titolo tra gli indagati, tra cui figurano l’attuale sindaco Mangialardi e il suo predecessore Angeloni, oltre a tecnici e dirigenti comunali e regionali.

Insieme al Comune di Senigallia, sono oltre 400 le parti civili che si sono costituite, tra privati cittadini e aziende: tra di esse anche i familiari delle tre vittime che l’alluvione causò. Proprio la posizione dell’ente locale, su cui si è dibattuto per molto tempo anche in Consiglio, è al centro di un’ulteriore istanza presentata dalla Procura della Repubblica, che chiede l’esclusione del Comune di Senigallia dalle parti civili.

Il giudice De Palma, raccolte tutte le istanze delle varie parti coinvolte, ha deciso di rinviare l’udienza al 29 aprile, in modo che i legali delle difese possano prendere visione della documentazione consegnata dalle parti offese e replicare.

Commenti
Ancora nessun commento. Diventa il primo!
ATTENZIONE!
Per poter commentare l'articolo occorre essere registrati su Senigallia Notizie e autenticarsi con Nome utente e Password

Già registrato?
... oppure Registrati!


Cronaca
Politica
Cultura e Spettacoli
Sport
Economia
Associazioni
Fuori dalle Mura